Crea sito

Anteprima “Le streghe di East End”, il romanzo di Melissa De La Cruz che ha ispirato l’omonima serie

Ho passato l’inverno a guardare, su fox, la serie “Le streghe di East End” e mi ha davvero coinvolta. Leggendo i titoli d’apertura ho visto che è ispirato dall’omonimo libro di Melissa De La Cruz, che ho conosciuto leggendo la sua saga Young Adult “Sangue blu”. Ho deciso subito di leggerlo, voglio assolutamente sapere come continuano le vite delle mie streghe preferite 🙂

Le streghe di East End

Titolo: Le streghe dell’East End
Autore: Melissa de la Cruz
Editore: Leggereditore
Prezzo: €10,00
Pagine: 304

È settembre e le Beauchamp si sono da poco trasferite a Hampton. Sulla cittadina sembra regnare la calma, ma presto una guerra fra forze antagoniste sconvolgerà per sempre equilibri millenari. Freya, Ingrid e la madre Joanna, hanno trovato un impiego normale e fanno di tutto per non usare i loro antichissimi poteri: se rompessero il patto potrebbero scatenare l’ira del consiglio degli stregoni. Freya lavora in biblioteca, mentre Ingrid fa la cameriera in un pub, ma limitarsi è difficile e a poco a poco le donne sentono rinascere in loro l’impulso della magia. Al principio la usano per risollevare la sorte di amici o clienti, ma presto la situazione sfugge al loro controllo. Una ragazza scompare nel nulla e una serie di eventi insoliti sconvolge la cittadina. Tutti gli indizi portano alle Beauchamp e i superiori che le tengono d’occhio non tarderanno a manifestarsi per ristabilire l’ordine. Ma qualcosa di molto più oscuro si nasconde nelle strade di Hampton, fino ad avvicinarsi inesorabilmente alle tre donne. Fra misteri, forze oscure da placare, sensualità e vero amore, dovranno cercare di ristabilire gli equilibri fra il bene e il male, turbate da un demone che è riuscito a insinuarsi nella loro famiglia. Riusciranno a ritrovare la loro natura e a coronare il sogno di normalità che mai sono riuscite a veder realizzato?

Pubblicato da Clarissa

Sono una lettrice compulsiva. Divoro ogni genere di libro: dalla rivista scandalistica, all'enciclopedia che ho nella libreria. Amante sopratutto del genere distopico e dei romanzi divertenti.