Crea sito

Anteprima “Shadowhunters. Città delle anime perdute” di Cassandra Clare

Dopo essere rimasta un po’ spiazzata dalla conclusione di Città di Vetro, avevo preso una pausa dalla lettura di questi libri.
Poi sono andata a guardare il film del primo libro al cinema e mi sono detta di continuare a leggere la storia, se non altro per vedere come va a finire. Il quarto libro mi è piaciuto di più degli altri, ma rimane il fatto che non riesco a collegare determinate cose che avvengono.
Comunque, oggi vi presento il quinto libro della saga The Mortal Instrument: Shadowhunters. Città delle anime perdute.

 

download

Titolo: Shadowhunters. Città della anime perdute
Autore: Cassandra Clare
Editore: Mondadori
Prezzo: € 17,00
Anno di pubblicazione: 2012

Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta. Ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, trovano soltanto sangue e vetri fracassati. E non è scomparso solo il ragazzo che Clary ama, ma anche quello che odia, suo fratello Sebastian, il figlio di Valentine. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. La potente magia del Conclave non riesce a localizzare né l’uno né l’altro, ma Jace non può stare lontano da Clary. Quando si ritrovano, però, Clary scopre che il ragazzo non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore del male. Purtroppo non è possibile uccidere uno senza distruggere anche l’altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, mentre Clary sprofonda in un’oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace? Amore. Peccato. Salvezza. Morte. Quale prezzo è troppo alto per l’amore? Di chi ci si può fidare, quando peccato e salvezza coincidono? Ma soprattutto: si possono reclamare le anime perdute?

Pubblicato da Clarissa

Sono una lettrice compulsiva. Divoro ogni genere di libro: dalla rivista scandalistica, all'enciclopedia che ho nella libreria. Amante sopratutto del genere distopico e dei romanzi divertenti.