Venerdì 13? Macchè, c’è la Luna piena del raccolto! Guardate il cielo!

Non succedeva da 20 anni e non ricapiterà prima di altri 30.. no, non parlo di venerdì 13 ma della mini-luna – seppur piena – del “Raccolto” o del mais.
Superstiziosi o no, l’unica cosa veramente da ricordare oggi è quella di alzare gli occhi al cielo e godersi questo spettacolo che i nativi americani contemplavano e con grande felicità. Garantendo maggiore luce in questo periodo dell’anno, rendeva più prospera la raccolta del grano e del mais.

Coltivazioni a parte, saranno gli scongiuri a dominare questa giornata dato che, non bastasse la tradizionale sfiga del venerdì 13, avremo la contemporanea luna piena portatrice di cattivo presagio. Tra le superstizioni più accreditate, quella per cui porterebbe sfortuna un plenilunio di Lunedì o tenere una pietra lunare in bocca durante la Luna piena.

A destare più preoccupazione sono gli effetti collaterali che – secondo alcuni studi – condizionerebbero il buon riposo dei tanti che, influenzati da tal fenomeno, facevano aumentare sensibilmente le probabilità di ferite durante il plenilunio.

Che voi siate esperti coltivatori o appassionati di superstizioni, mi soffermerei su ciò che più di affascinante ha da riservarci questo giorno così unico. Questa mini luna – la più piccola dell’anno in quanto la più lontana – anticiperà l’alba di 20 minuti avvicinandoci sempre più all’equinozio di autunno.

Risultato: per alcuni giorni dopo la sua iniziale comparsa, il satellite sorgerà subito dopo il tramonto del sole creando un imperdibile e romantico chiaro di luna all’inizio della serata. Perciò, non resta altro da fare che godersi questo spettacolo della natura che farà bene ai raccolti, magari un po’ meno agli insonni, ma ci ripagherà con questa imperdibile luna magica. Il prossimo appuntamento sarà nel 2049, approfittatene!

Precedente La morte non è niente... Sono solo passato dall'altra parte. Successivo Non mi dimetterò mai dal tentativo di essere felice.

Lascia un commento