Crea sito

Le persone più intelligenti dicono parolacce, sono disordinate e vanno a letto tardi. Lo studio.

Sfatiamo il mito secondo cui per essere considerati intelligenti occorra essere sempre impeccabili. Molti studi condotti su persone con un alto quoziente intellettivo dimostrano che le persone realmente intelligenti sono in realtà ben lontani dall’esser perfette.

L’intelligenza e il genio vanno di pari passo, e genialità raramente fa rima con perfezione.

Anzi, l’intelligenza creativa presuppone il caos, il disagio, il linguaggio a tratti forbito a tratti scurrile. Questo succede perché il vero genio non conosce limiti e schemi mentali, anzi, tende a sovvertire e analizzare ogni cosa per il gusto di battere sentieri nuovi e mai percorsi prima.

Dire le parolacce, andare a letto tardi, essere disordinati sono alcuni dei tratti distintivi delle persone più intelligenti.

Vivere la vita infischiandosene del conformismo e delle regole è indice di intelligenza. Potranno sembrarti strani, presuntuosi e sicuramente un po’ pazzi.

Esiste un’intelligenza innata che non ha nulla a che vedere con la cultura. E’ caratterizzata da una mente vispa e ricettiva che ragiona secondo schemi mentali completamente discostanti da quelli comuni.

Le persone realmente intelligenti non hanno molti sostenitori, al contrario, sono spesso squalificate proprio per il loro modo sui generis di vedere il mondo.

Una persona intelligente si rifiuta di accettare schemi di ragionamento imposti, seppur validi. Preferisce analizzare ogni cosa attraverso il filtro critico della sua lente d’ingrandimento.

Essere intelligenti significa anche vedere laddove la gente comune si rifiuta di vedere.

Vivere nella bambagia della propria zona di comfort rende la vita più sicura e lontana da possibili sconvolgimenti. Una persona intelligente proprio per il suo modo di vedere la vita è spesso molto sola e triste. Perdersi in sentieri mai battuti è molto semplice. Proprio per questo queste persone sono spesso incomprese e difficili da accettare.

E’ lo scotto da pagare quando hai la presunzione di vedere il mondo a colori.

Il viaggio è nella testa – Riproduzione riservata

 

Pubblicato da Elena

Appassionata di lettura e di oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.