In Amicizia scelgo la correttezza. La convenienza lasciatela al supermercato.

Una vera amicizia non conosce convenienza. Si può essere amici per passioni comuni, stili di vita e di sentire affini, ma mai per convenienza. Quelle sono false amicizie e sono tutt’altra cosa.

Nella vita se ne fanno di cattivi incontri, e, tra i peggiori ci sono i falsi amici, quelli che fingono di starti accanto, e magari anche di volerti bene. Esistono varie tipologie di finti amici. I peggiori sono quelli che si avvicinano per convenienza, ti usano facendo leva sulla tua bontà e, nel momento in cui ti rendi conto del gioco e interrompi il rapporto, si sentono offesi e feriti come se la colpa fosse solo vostra.

L’amicizia da spiegata a questa gente. Sono soggetti che, abituati a sfruttare sempre tutto e tutti, non capiranno mai la bellezza di una vera amicizia.

Amicizia è dare e avere senza chiedere né pretendere. E’ una parentela, forse la più vera, perché un amico non capita nella tua vita. Un vero amico lo scegli, e se sei ancora più fortunato un vero amico lo riconosci.

Tutti sentono quello che dici.
Gli amici ascoltano quello che dici.
I veri amici ascoltano quello che tu NON dici.
(D.M. Band)

Esistono anime nel mondo affini alla tua. Non si tratta di amore, ma di un sentimento più difficile da spiegare. Dell’amore non puoi naturalmente farne a meno, ma senza un amico potresti vivere benissimo. Eppure esistono legami amicali indissolubili. Più forti del tempo, più forti della distanza.

Si può essere amici e non vedersi. Si può essere amici e non sentirsi incessantemente, ma poi quelle volte in cui ci si ricongiunge il tempo si annulla, la distanza si azzera.

Io apprezzo l’amico che trova tempo per me nella sua agenda, ma ho caro l’amico che per me non guarda nemmeno l’agenda.
(Robert Brault)

Essere e avere un vero amico è una sensazione inspiegabile. Puoi solo sentirlo sulla pelle. Quando sei triste, quando sei felice sai che quell’amico è lì per te e con te. E’ facile fingere interesse quando un amico ha qualcosa che non va. I falsi amici sguazzano nel dolore e nella sofferenza altrui, ma un vero amico la felicità e il dolore dell’altro li sente sulla pelle.

In Amicizia scelgo la correttezza. La convenienza lasciatela al supermercato.

Il viaggio è nella testa – riproduzione riservata

Precedente Il cervello femminile è in continuo mutamento, soprattutto dopo i 30. Successivo Cugini della stessa età. Tutti i benefici di crescere e imparare insieme.

Lascia un commento