Il segreto per far durare un amore? Il corteggiamento.

La durata di un amore è direttamente proporzionale all’impegno messo da entrambi i componenti della relazione. Solo che, nella maggior parte dei casi, l’impegno delle due parti coinvolte non comprende l’elemento più importante: il corteggiamento.

Quella del corteggiamento è generalmente una delle prime fasi, una delle più importanti certamente. Spesso si pensa però che una volta dato inizio ad un rapporto il corteggiamento non sia più così importante, erroneamente. Corteggiare ed essere corteggiati dovrebbe essere un rituale quotidiano che unisce e lega due persone, ancor più se già innamorate. E’ una delle variabili fondamentali per rendere saldo un legame e mantenere viva quella scintilla importantissima in un rapporto, soprattutto se datato.

Le donne sono vulnerabili al sussurro dell’anima e l’arte della seduzione è fatta di delicatezza. – Romain Gary –

Se non alle prime battute del rapporto si tende oggi a dare sempre meno importante a questo aspetto essenziale della vita di coppia. Ciò che consente la sana prosecuzione di una relazione è l’attenzione rivolta quotidianamente al proprio partner. Ogni relazione è un mondo a sé così come le persone che ne fanno da protagonisti, proprio per questo esistono diverse sfaccettature del corteggiamento.

C’è chi gioirà per un classico mazzo di fiori inaspettatamente trovato sul proprio cuscino, e poi c’è chi tenderà ad ‘accontentasi’ di un messaggio della buonanotte che riempia una notte spesso vuota, le ore della giornata in cui ci si sente generalmente più soli.

Il motivo per cui oggi corteggiare è considerato spesso fuori moda è che si tende ad avere sempre meno premure nei confronti dell’altro e sempre di più nei confronti di se stessi. L’arte del corteggiamento non ha nulla a che vedere con la sfera egoistica di un individuo; è piuttosto una forma di attenzione che si ha nei confronti dell’altro ed ha come unico ed ultimo scopo quello di renderlo felice.

Per le donne il miglior afrodisiaco sono le parole. Il punto “G” è nelle loro orecchie. Chi lo cerca più in basso sta sprecando il suo tempo.
– Isabel Allende –

Più che materialmente ci sono poi quelle persone che preferiscono lasciarsi corteggiare con le parole. Così un banale Mi manchi o un non tanto scontato Ti amo diventano espressioni fondamentali nel quotidiano di una coppia.

In una società sempre più proiettata sull’esaltazione del’Io a discapito di tutto il resto trovare qualcuno che si impegni in questa arte – e che lo faccia bene – è diventato un terno all’otto.

Eppure molti non si rendono conto che il migliore corteggiamento è fatto di piccole cose, piccole ma significative. Alla base di un ottimo corteggiamento c’è la profonda conoscenza della persona oggetto delle nostre attenzioni. Solo conoscendo intimamente il nostro partner saremo infatti in grado di capire i suoi desideri e conseguentemente di renderlo felice. 

Rinuncia al tuo potere di attrarmi ed io rinuncerò alla mia volontà di seguirti.
– William Shakespeare –

 

 

Precedente Caffè, differenti effetti su uomo e donna. Attenzione. Successivo ARIETE - Stati d'animo in Primavera.

Lascia un commento