Spring Book Tag – Benvenuta primavera!

È arrivata la primavera e abbiamo deciso di celebrarla con un meraviglioso Spring Book Tag targato La Gilda delle Blogger!

Come funzionano i Book Tag? In pratica, si sceglie un argomento e si pongono delle domande che collegano i libri al tema scelto. Dopo aver risposto, si tagga un altro blog che risponderà alle domande taggando un altro blog e così via.
La parte divertente qual è? Be’, oltre a conoscere meglio noi e gli altri blog, potete rispondere anche voi e sfidare i vostri amici a fare la stessa cosa!
Che ne dite? Raccoglierete la sfida? Noi siamo state sfidate da Books to Read e quindi… cominciamo!

Noi siamo tante quindi troverete le mie risposte insieme a quelle di Sally.

spring book tag
Spring book tag – Primula: giovinezza – Il primo libro che ti ricordi di aver letto

SaraM.: Ecco, sinceramente non mi ricordo. Ricordo di aver sempre amato la lettura perché stimolata da ciò che avevo attorno. In casa mia o dai miei nonni c’era sempre qualcuno con un libro in mano. Ricordo che amavo follemente i libri delle varie collane Junior Mondadori. Ricordo le discussioni con la bibliotecaria perché “sono troppi, poi non riesci a leggerli tutti” (non mi sfidare, donna!), ricordo la gioia nello scoprire un nuovo titolo, il seguito di un’avventura che avevo amato… insomma, sono passati ehm-anni e non è cambiato nulla!
I libri che ho amato alla follia però, tra tutti, sono i libri sui tre investigatori. Erano Jupiter Jones, Peter Crenshaw e Robert Andrews e avevano creato il loro quartier generale nel cortile dello zio di Jupiter, dentro una roulotte dismessa che aveva tot ingressi segreti, un laboratorio e una camera oscura.

Sally: Pomi d’ottone e manici di scopa. Avevo 6 anni e ho chiesto un libro “da grandi, senza figure”. Conservo gelosamente quella copia, è un ricordo molto vivido.

spring book tag
Spring book tag – Tulipano: dichiarazione d’amore – La storia d’amore che ti ha fatto sognare

Sara M.: Senza dubbio quella tra Will Herondale/Tessa Gray/Jem Carstairs, i protagonisti principali della serie The Infernal Devices/Le origini di Cassandra Clare. La trilogia è parte del vastissimo mondo Shadowhuters e va assolutamente letta! La storia d’amore è  stata gestita benissimo da Cassandra Clare che riesce ad alternare momenti di tensione altissimi a momenti di puro divertimento.

Sally: Barbara e Roger di “come in uno specchio” di Karleen Kohen. E Brianna e Roger di “Outlander”. Da questo si evince che ho un problema con il XVIII secolo e con il nome Roger.

spring book tag
Spring book tag – Fresia: Mistero e fascino – La storia più misteriosa

Sara M.: La serie di cui vi parlerò non è propriamente la più misteriosa, ma è quella che lascia aperti più interrogativi al termine di ogni romanzo. Mi riferisco ad Agatha Raisin di M.C. Beaton. La Beaton è bravissima e ogni volta ci lascia con un sacco di spunti di discussione. Quando dico ci, intendo me e tutte le addicted con le quali commento ogni singolo libro: mia madre e le mie amiche Tiziana e Giuseppina. Per noi, ormai, questi personaggi hanno uno spessore tale da essere quasi reali!

Sally: Non sono ancora venuta a capo della saga della Torre Nera di Stephen King e non ci ho ancora capito nulla. Forse dovrei rileggere i libri nell’ordine giusto.

spring book tag
Spring book tag – Lavanda: diffidenza – Il libro che non ti ispirava, ma che poi hai divorato

Sara M.: Fatti realmente accaduti:

«Sara, dovresti leggere i libri di Manzini. La serie su Schiavone può piacerti!»
«Mamma, dai! Lo sai che gli autori italiani non mi fanno impazzire»

Il resto è storia.

Ci seguite anche su Instagram?

E sì, li ho comprati prima in digitale e poi anche in cartaceo perché non si possono non avere fisicamente sulla libreria!

Sally: “Il Piacere” di Gabriele D’Annunzio.

spring book tag
Spring book tag – Narciso: vanità  – Il libro che ti vanti di aver letto, ma che in realtà non hai mai finito

Sara M.: Non credo abbia senso vantarsi di aver letto un libro… è una gara? Si vince qualcosa? Anche perché bastano davvero due domande per capire che qualcuno sta mentendo… E vi assicuro, mi è capitato di beccare persone che asserivano di aver letto il tal libro e invece… Sappiate che è una pessima figura!

Sally: Non mi vanto di averlo letto perché le bugie hanno le gambe corte e io di più, ma non ho mai finito il signore degli anelli! E quello che ho letto non mi è nemmeno piaciuto

spring book tag
Spring book tag – Margherita: semplicità – Un libro semplicemente meraviglioso che vuoi consigliare

Sara M.: Uno? Ma veramente? State chiedendo ad una lettrice compulsiva di consigliare UN solo libro? Possiamo fare uno per genere? Uno per ogni settimana dell’anno? No? Uffa!
Beh, se proprio devo scegliere, allora scelgo la saga di Harry Potter. C’è di tutto: amicizia, amore, tradimenti, duelli, magia, inganni, battaglie epiche, animali fantastici, materie scolastiche affascinanti, macchine volanti e gatti. Lo so che sono sette libri e non uno, ma ehi! Sono fatta per rompere le regole e gli schemi! (E sì, La maledizione dell’erede NON esiste!)

Sally: Oddio sono pessima a consigliare libri!!! Ne leggo troppi e mi dimentico i titoli! Ed è così soggettivo! Non lo farò, è il libro che sceglie il lettore, Harry… Aspettate… questa l’ho già sentita ma forse era un po’ diversa.

spring book tag
Spring book tag – Iris: buona notizia – Un libro che ti ha messo di buon umore

Sara M.: Senza se e senza ma: Eleanor Oliphant sta benissimo. Ho amato alla follia quel libro, tanto da regalarlo anche alle persone a me care perché è davvero davvero davvero (ho già detto davvero?) bello!

Sally: Non innamorarti di uno scrittore di Alessia Garbo. Mi ha fatto ridere di gusto!

spring book tag
Spring book tag – Camelia rosa: nostalgia – Una serie di libri che ti dispiace sia finita

Sara M.: Harry Potter. Quando ho chiuso il settimo libro, rigorosamente letto in inglese per evitare gli spoiler, ho proprio percepito la fine di un’era. Non mi è mai più capitato di aspettare un libro con tanta ansia, facendo supposizioni con le amiche per cercare di indovinare il finale… Ho adorato le code infinite in libreria a mezzanotte del giorno dell’uscita dei vari volumi. Mi ha emozionata vedere che l’eccitazione negli occhi dei fan pronti ad immergersi nelle avventure del mago più famoso del mondo era esattamente come la mia… Chi leggerà questa saga adesso si è perso momenti davvero magici. In tutti i sensi!

Sally: Ogni fine per me è un grosso trauma. Tranne la fine delle 50 sfumature. O di Twilight. Quelle per fortuna sono finite.

spring book tag
Spring book tag – Giglio: purezza –  Un libro da bambini… che da bambini non è

Sara M.: Sono ripetitiva se rispondo Harry Potter? Comunque, in generale trovo che tutti i libri per ragazzi nascondano molto più di una banale storia scritta per puro intrattenimento. L’ultimo che ho letto, per esempio, Storia di May Piccola Donna di Beatrice Masini, è sì una storia per ragazzi, ma tratta temi importantissimi. Ve lo consiglio perché, oltre ad essere carina la storia, è proprio un bel libro ricco di illustrazioni stupende.

Sally: Ovviamente Harry Potter!!! Tutti gli adulti dovrebbero leggere Harry Potter, mi domando come non sia ancora obbligatorio.

spring book tag
Spring book tag – Viola: rinascita – Un libro che ti ha dato speranza

Sara M.: Quando si parla di speranza, il mio pensiero va in automatico a Il club del libro e della torta di bucce di patate di Guernsey. Da questo libro è stato tratto un film e lo potete trovare su Netflix. Il film è carino, ma il libro è eccezionale! Non fatevelo scappare!

Sally: Non credo che un libro in particolare mi abbia mai dato “speranza”. Probabilmente lo fanno tutti, a modo loro.

Siamo arrivati alla fine del Book Tag. Spero vi siate divertiti come noi ci siamo divertite a crearlo: giocare con il significato dei fiori mi sembrava un buon modo per celebrare la primavera.
Ne seguiranno altri con altri temi, quindi non perdete di vista il blog perché giocheremo tanto insieme! Vi lascio anche il link del book tag sui peccati capitali: è sempre divertente “mettersi alla prova” con domande le cui risposte non sono poi così scontate.

E ora è arrivato il momento di lanciare il guanto della sfida: il prossimo blog che dovrà rispondere è Libri e altri disastri!
Tocca anche a voi, non dimenticatelo! Rispondete e taggate i vostri amici!

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.