autori

Sei autori in cerca di recensioni

Sei autori in cerca di recensioni.

Parliamo per un momento di una questione che ci tocca davvero da vicino, in quanto lettrici compulsive: le recensioni. Sono stata contattata spesso da autori di libri che avevo letto perché lasciassi una recensione alla loro opera (Amazon va per la maggiore). Così ho pensato di scriverci su un articolo tanto ironico quanto realistico.
Il titolo dell’articolo è, ovviamente, voluto sulla falsa riga della nota opera di Pirandello “Sei personaggi in cerca di autore”, ma non è che gli autori in cerca di recensioni siano davvero solo sei. Ma come i personaggi di Pirandello, anche i nostri autori cercano qualcosa che li renda vivi e che li renda Autori, e parliamo di una recensione da parte di chi ha letto una delle loro opere.
Tratto dall’Opera di Pirandello:
Il capocomico (di nuovo sulle furie): Ma io qua provo! E sapete bene che durante la prova non deve passar nessuno!
Rivolgendosi in fondo: Chi sono lor signori? Che cosa vogliono?
Il padre (facendosi avanti, seguito dagli altri, fino a una delle due scalette): Siamo qua in cerca d’un autore
Il capocomico (fra stordito e irato): D’un autore? Che autore?
Il padre: D’uno qualunque, signore.
Fate attenzione però, non intendo dire che un autore non sia tale senza recensioni scritte, bensì credo che un autore non sia completo se non sa cosa pensano di lui i suoi lettori. È un po’ come quando si impara un mestiere nuovo. Se non si ha qualcuno che ti dica, che ti instradi, su come si fanno le cose, tu le fai come ti vengono, come credi sia giusto farle, ma non è detto che lo siano. Tutti noi abbiamo bisogno di un occhio esterno che ci aiuti a vedere le cose da una prospettiva diversa.
Non vi sembra un loro diritto sapere? Del resto, entrare in una piattaforma e scrivere due righe su ciò che si è appena letto, che ci sia piaciuto o meno, non costa davvero nulla e poi, diciamocelo, a quanti gruppi facebook di lettura/lettori o blog, siamo iscritti? A volte diventano dei veri e propri gruppi di supporto per noi lettori.
Distinguiamo però, in due categorie principali, gli autori in cerca di recensione.
C’è chi lo fa perché vuole crescere, perché vuole capire se davvero la sua opera piace o se c’è qualcosa, e dove, da migliorare per diventare un bravo scrittore.
Perché non basta buttar giù due righe e una trama, parliamoci seriamente. Tanto di cappello a chi lo capisce.
Poi ci sono gli autori che: scrivetemi una recensione che devo arrivare almeno a cinquanta su Amazon così in automatico mi mettono tra i consigliati (tutto rigorosamente senza virgole).
Poco importa cosa scriviamo nella recensione. In questo caso il nostro parere vale come una banconota da due euro.
Ma quindi, noi lettori, come dobbiamo comportarci?
Innanzi tutto dobbiamo comportarci bene, perché come gli autori sono distinti in due categorie, lo sono anche i lettori/recensori. Successivamente dovremmo cercare di essere super partes.
Ci sono i lettori che parlano schiettamente e con cognizione di causa, basando il proprio giudizio su fondamenta costruttive, nel bene o nel male. E ci sono lettori che invece aprono bocca e je danno fiato, nel caso specifico digitano giudizi ad cazzum. Nel secondo caso, ci si potrebbe astenere dal recensire un’opera, senza rancore.
Esprimere un giudizio è un diritto, ma è nostro dovere non cadere mai nell’insulto.
Concludendo, il nostro parere è molto importante, sia per gli autori che per altri lettori come noi, e non dobbiamo mai sottovalutarlo.
Volete saperne di più sulle recensioni? Ne vedrete delle belle cliccando qui, perché se da una parte ci sono autori in cerca di recensioni e dall’altra lettori/recensori… c’è sempre un limite a tutto.

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.