Private – Kate Brian – Review Party

Private Book Cover Private
Private #1
Kate Brian
Young adult
Newton Compton editori
2019
Digitale - Cartaceo
256

Sorprendente come Pretty Little Liars,
Scandaloso come Gossip Girl

Reed Brennan ha quindici anni e le idee chiare. Ha appena vinto una borsa di studio per la Easton Academy e intende sfruttare questa grande occasione per lasciarsi alle spalle una madre impasticcata e una vita mediocre in periferia. Ma non appena mette piede nello splendido campus dell’istituto, si rende conto che tutti sono più sofisticati, più eleganti e decisamente più ricchi di quanto avrebbe mai potuto immaginare. E che anche se è stata accettata alla Easton, la Easton non la accetterà mai. Reed si sente come se osservasse da fuori quel mondo luccicante… finché non incontra le Billings Girls. Sono le ragazze più belle, intelligenti e sicure di sé dell’intero campus. E lo sanno bene. In un ambiente in cui il potere è tutto, per quanto effimero, loro ce l’hanno. E Reed è disposta a fare qualunque cosa per entrare nel gruppo. Così impegna ogni fibra del suo essere per farsi notare. Ma scoprirà presto che dietro i vestiti firmati, i loro armadi sono pieni di scheletri.

Private è un romanzo di Kate Brian e pubblicato in Italia da Newton Compton. Ho avuto la fortuna di leggerlo in anteprima e di partecipare ad un bellissimo review party insieme ad altre blogger favolose. Prima di cominciare, vi lascio il calendario dell’evento, in modo che possiate leggere anche le altre recensioni per farvi un’idea più precisa di questo libro.

private

E ora, bando alle ciance e parliamo del libro.

Cosa sareste disposti a fare per essere finalmente accettati? Per essere davvero parte di qualcosa? Reed Brennan non ha mai avuto un’amica. Ha sempre tenuto tutti lontani in modo da non dover raccontare nulla di sé. L’ammissione alla costosissima Easton Academy rappresenta per lei la possibilità di andarsene da Croton in Pennsylvania e di poter ricominciare da capo, in un posto dove nessuno sa chi sia, dove può diventare quello che vuole.

E durante il suo primo giorno alla Easton attira l’attenzione delle Billings Girls. La sua vita potrebbe cambiare, ma c’è sempre un prezzo da pagare.

Reed desidera spasmodicamente amici, emergere e dimenticare lo squallore della sua vita pre Easton. Per ottenere attenzioni e l’approvazione del gruppetto di irraggiungibili che comanda sul campus, scende a numerosi compromessi e a tratti l’ho davvero trovata ridicola. Poi però mi sono fermata a riflettere. Reed ha solo 15 anni. È facilmente influenzabile, è attratta da un mondo che ha visto sempre e solo da lontano, tanto diverso da suo e del quale non conosce le regole. È comprensibile che cerchi disperatamente di farsi accettare per smettere di essere una qualsiasi, soprattutto per cercare di sfuggire dalla sua vita e dai suoi problemi.

E quando le Billings Girls si dimostrano interessate a lei e Reed si trova quel mondo dorato così vicino, ci sta che allunghi una mano per afferrarlo, nonostante tutto.

Posso dirlo apertamente? Le Billings Girls sono insopportabili. Ecco. L’ho detto. Non riesco a capire come ci si possa sentire attratte da persone del genere: manipolatrici, sarcastiche e a tratti crudeli. Tutto ciò che fanno è per un tornaconto. E Reed non sa mai quando arriveranno ad esigere un favore assurdo, che sia per metterla alla prova o solo per stupido divertimento.

La trama dice Sorprendente come Pretty Little Liars, scandaloso come Gossip Girl. E in effetti, il modo di fare di Noelle, Kiran, Ariana e Taylor mi ha ricordato l’atteggiamento di malcelata superiorità nascosto dietro ogni personaggio di Pretty Little Liars. Ma non solo. Come per le Liars, anche tra le Billings pare esserci un segreto nascosto. Per ora ancora non si sa di che cosa si tratti, ma qualcosa bolle in pentola di sicuro: occhiatacce, mezze frasi sibilate tra i denti e strane regole, mi fanno pensare che tra le Billings Girls non ci sia solo cameratismo…

Se dovessi fare un parallelismo tra Pretty Little Liars e questo libro, di primo acchito direi che Noelle sembra avere le stesse caratteristiche di Alison: la perfetta manipolatrice che è a conoscenza di qualcosa e non si fa scrupoli ad usare quel qualcosa per convincere le altre a seguire ogni suo folle piano e a soddisfare ogni suo desiderio o capriccio. Vedremo, andando avanti con la serie aperta da Private, se salteranno fuori altre similitudini. Di certo, so solo che mi piacciono tantissimo i libri di questo genere e non vedo l’ora di mettere le mani sopra ai seguiti.

Tra gli argomenti trattati, oltre ai problemi con i genitori che caratterizzano i personaggi ma restano marginali perché è un collegio e quindi non c’è contatto diretto se non per alcuni episodi raccontati, c’è appunto questa velata critica all’elitarismo e al classismo che emerge dagli atteggiamenti degli studenti.
Il fatto di essere ammessi con una borsa di studio, di non avere un cellulare ultimo modello (o di non averlo proprio), di non avere abiti firmati, rende diversi nonostante magari ci siano impegno e grandi sacrifici dietro quella lettera di ammissione.

Questo però è il romanzo introduttivo della serie e quindi è una sorta di presentazione di ciò che avverrà in futuro, motivo per cui sembra che accadano poche cose. La Brian, però, si è preparata un solido terreno su cui ambientare il prossimo libro che spero di avere presto tra le mie mani perché sono davvero curiosa di scoprire cosa accadrà a Reed.

Non ho ancora un personaggio preferito al momento. Posso solo dire che mi sembrano ben caratterizzati quasi tutti, nonostante si percepisca che qualcuno è presente solo per fare puramente da contorno.

Cercando online notizie sul seguito di Private, ho scoperto che questo libro è il primo di una serie lunghissima, che non vedo l’ora di leggere, con tanto di prequel e spin-off, il tutto diviso in archi narrativi.
Vi lascio i titoli e le suddivisioni americane per completezza di informazioni:

Primo arco narrativo:

  • Private
  • Invitation only (inedito in Italia)
  • Untouchable (inedito in Italia)
  • Confessions (inedito in Italia)

Secondo arco narrativo:

  • Inner circle (inedito in Italia)
  • Legacy (inedito in Italia)
  • Ambition (inedito in Italia)
  • Revelation (inedito in Italia)

Terzo arco narrativo:

  • Paradise lost (inedito in Italia)
  • Suspicion (inedito in Italia)
  • Scandal (inedito in Italia)
  • Vanished (inedito in Italia)

Quarto arco narrativo:

  • Ominous (inedito in Italia)
  • Vengeance (inedito in Italia)

I prequel sono due e si intitolano: Last Christmas e The Book of Spells, mentre la serie spin-off si intitola Privilege ed è composta da sei libri.

Curiosità: la Warner Bros ha acquistato i diritti di Private per farne un film, anche se non ci sono novità sulla produzione. Gli ultimi rumors sono del 2016… Se avete trovato altre notizie in giro, lasciatemi un commento, per favore!

Prima di salutarvi, colgo l’occasione per ringraziare Newton Compton per l’opportunità e per aver fornito l’ebook perché potessimo recensirlo.

Avete letto Private? Vi aspetto per commentarlo insieme!

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.