A te mamma che vorresti leggere ma non puoi

A te mamma che vorresti leggere ma non puoi

A te mamma che vorresti leggere ma non puoi, a te mamma che una pagina è oro, a te che sembra che la tua giornata duri un’infinità di ore.

Cara mamma, siamo a tu per tu, a me puoi dirlo.

Quante? Quante volte succede? Quante volte ti siedi, accendi il tuo reader o prendi il tuo libro, e tua figlia grida dall’altra stanza: “MAMMAAAAAAAAAAAAAAAAA GUARDA HO FATTO UN POLLOK SUL MURO!!!!!”?

È così il duro lavoro della mamma. Mica educazione, sana alimentazione e buoni principi… pfui! Bazzecole, pinzillacchere! Il duro lavoro della mamma che vorrebbe leggere, ma non può, è la pazienza. A volte malinconica ti siedi e pensi: “Ma guarda questa serie l’avevo iniziata che non ero nemmeno incinta, e adesso non riesco a sapere come va a finire!!!!”

Gioie pure.

A te mamma che vorresti leggere ma non puoi

Comunque sono qui perché voglio dirti che in fondo al tunnel c’è la luce. Persevera. Non temere.

Se sei una lettrice compulsiva ti sveglierai, nonostante il sonno e leggerai. Leggerai fino a farti scoppiare gli occhi, ma tu quel capitolo DEVI finirlo.

Se sei una lettrice compulsiva bacerai con vero trasporto chi sta male, sperando di beccarti anche tu qualcosa per avere la scusa per poter leggere.

Se sei una lettrice compulsiva, saprai che questo articolo è solo un modo per strapparti un sorriso, ma sotto sotto stai pensando a quale delle amichette di tua figlia aveva la bronchite questa settimana.
A te mamma, tua figlia diventerà grande e finalmente avrai il tempo per leggere tutti i libri in arretrato. Fintanto che non diventerai nonna.

Resta connesso! Segui la nostra pagina facebook e iscriviti alla newsletter in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.