La via del male – Robert Galbraith

La via del male Book Cover La via del male
Le indagini di Cormoran Strike
Robert Galbraith
Thriller
Salani
2016
Digitale - Cartaceo
603

Quando un misterioso pacco viene consegnato a Robin Ellacott, la ragazza rimane inorridita nello scoprire che contiene la gamba amputata di una donna. L'investigatore privato Cormoran Strike, il suo capo, è meno sorpreso, ma non per questo meno preoccupato. Solo quattro persone che fanno parte del suo passato potrebbero esserne responsabili - e Strike sa che ciascuno di loro sarebbe capace di questa e altre indicibili brutalità. La polizia concentra le indagini su un sospettato, ma Strike è sempre più convinto che lui sia innocente: non rimane che prendere in mano il caso insieme a Robin e immergersi nei mondi oscuri e contorti degli altri tre indiziati. Ma nuovi, disumani delitti stanno per essere compiuti, e non rimane molto tempo...

La via del male – Robert Galbraith

Torna Robert Galbraith (pseudonimo di J.K. Rowling) con La via del male, un’altra fenomenale avventura di Cormoran Strike.

Abbiamo già incontrato Cormoran Strike e la sua fidata assistente Robin Ellacott in Il richiamo del cuculo (qui la nostra recensione) e Il baco da seta (qui la nostra recensione).

In questo terzo episodio, scopriamo tantissimo sul misterioso passato di Cormoran ma non è l’unico ad avere segreti…

Andiamo con ordine: Robin è alle prese con l’organizzazione del suo matrimonio con Matthew, l’antipatico fidanzato che la sottovaluta, che non vuole che Robin lavori per Cormoran e che vorrebbe che lei avesse un lavoro pagato meglio, in modo da potersi permettere un tenore di vita più alto. (Si vede che non mi piace per nulla?)

A causa degli orari strani che il lavoro di investigatrice privata comporta, spesso Robin si fa recapitare pacchi in ufficio. Non si stupisce, quindi, quando un fattorino consegna un pacco indirizzato a lei perché sta aspettando alcune cose che le serviranno per il matrimonio. La vera sorpresa però è il contenuto del pacco: la gamba di una donna. Nella scatola, insieme alla gamba, c’è un biglietto.

 «‘A harvest of limbs, of arms and of legs, of necks…’»
«‘… that turn like swans’» lo interruppe Strike, che era appoggiato al fornello e dunque troppo lontano per leggere il foglio, «‘as if inclined to gasp or pray’».
[…]
«Sono le parole di una canzone» disse Strike. A Robin non piaceva l’espressione sulla sua faccia. Era sicura che quelle parole significavano qualcosa per lui, qualcosa di spiacevole. Con quello che sembrava uno sforzo, lui spiegò: «Dall’ultima strofa di Mistress of the Salmon Salt. Dei Blue Öyster Cult».

Il modo in cui è stata tagliata la gamba, i segni sulla gamba stessa, sono un campanello d’allarme per Cormoran, che non ha un passato del tutto limpido.

Ad occuparsi dell’indagine, è l’ispettore investigativo Eric Wardle che con Strike è in buoni rapporti e accetta di buon grado i suoi suggerimenti sui possibili colpevoli.

«Tu conosci quattro uomini che potrebbero averti mandato la gamba tagliata? Quattro?»
Strike vedeva la faccia sconcertata di Robin riflessa nello specchio rotondo posto accanto al lavandino, dove lui si stava radendo. Alla fine la polizia s’era portata via la gamba, Strike aveva deciso che per quel giorno non si lavorava più e Robin era rimasta seduta al piccolo tavolo di fòrmica nel salotto con angolo cottura con una seconda tazza di tè in mano.
«A dirti il vero» disse lui, tempestando col rasoio la barba ispida sul mento, «penso che siano soltanto tre.

Mentre Wardle concentra le sue indagini su Terence ‘Digger’ Malley, un criminale precedentemente incastrato da una testimonianza di Strike, per Cormoran i sospettati sono Donald Laing, Noel Brockbank e Jeff Whittaker.

Le copertine originali di La via del male, in inglese, Career of Evil
Le copertine originali di La via del male, in inglese, Career of Evil

Laing e Brockbank sono due ex militari con grossi precedenti per violenza, violenza sessuale e droga che hanno un conto in sospeso con Strike. Con Whittaker è invece una faccenda diversa, più personale, perché Whittaker era il compagno di Leda Strike, la madre di Cormoran. Accusato del suo omicidio e prosciolto dall’accusa grazie al suo savoir faire, Whittaker è in pratica il nemico numero uno di Cormoran, che ha dovuto subire le sue angherie quando era un ragazzino e che non ha mai digerito la sua assoluzione.

A far scattare il collegamento con queste tre orrende persone è, appunto, il messaggio recapitato con la gamba. La canzone citata nel biglietto è Mistress of the Salmon Salt, e Leda aveva un tatuaggio che riportava proprio il titolo di quella canzone…

Il fatto che la destinataria del pacco sia Robin, poi, preoccupa tantissimo Cormoran che teme sia stata presa di mira dall’assassino.

Robin rifiuta di smettere di seguire i casi assegnati e di stare a casa perché la situazione con Matthew è piuttosto tesa, eppure, nonostante la promessa fatta a Cormoran di non stare in posti isolati e di rientrare prima che faccia buio, qualcuno la segue nell’ombra…

Per saperne di più, dovrete leggere La via del male.

Per la prima volta, ci sono dei capitoli in cui leggiamo il punto di vista dell’assassino. La Rowling è stata abile anche questa volta nel costruire una storia plausibile, con personaggi coerenti a loro stessi dall’inizio alla fine, senza mai perdersi nei dettagli e senza annoiare mai.

I temi trattati sono piuttosto forti: oltre alla violenza in generale, in questo libro si parla di violenza sessuale su donne e minori, quindi se questi argomenti vi disturbano, leggete il libro con cautela.

Per quanto riguarda il fil rouge che lega i libri di questa meravigliosa saga letteraria, vi posso solo dire che ci saranno delle sorprese. Robin è molto più forte di quanto avessi immaginato leggendo i primi due libri e verrete letteralmente travolte dal passato di Cormoran Strike.

Matthew è sempre più insopportabile e mi piace sempre meno, nel caso in cui ve lo foste chiesto. E anche in queste cose sta la magia della Rowling. Matthew avrà sì e no dieci battute in tre libri eppure riesce sempre a farmi saltare i nervi… Per essere un personaggio importante ma in ogni caso secondario, è veramente un personaggio ben riuscito.

Impossibile non amare La via del male e mi sembra anche impossibile dover aspettare il prossimo libro, su cui la Rowling ha già detto di star lavorando (pare saranno almeno sei i libri di questa serie!).

Curiosità: i Blue Öyster Cult esistono veramente e dalla fine degli anni ’60, sono, ancora oggi, in attività.

Siete curiosi di ascoltare Mistress of the Salmon Salt? Eccola!

Avete letto La via del male? Vi aspetto come sempre per commentarlo insieme sia sul blog che sulla nostra pagina Facebook.

Resta connesso. Iscriviti alla nostra pagina Facebook e alla nostra newsletter in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.