la porta di liv

La porta di Liv – Kerstin Gier

La porta di Liv Book Cover La porta di Liv
Trilogia dei sogni #2
Kerstin Gier
Fantasy - Young Adult
Corbaccio
2014
Digitale - Cartaceo
329

Liv è sconvolta: Secrecy, la misteriosa autrice del blog più frequentato della scuola, conosce i suoi segreti più intimi e non si fa scrupolo di raccontarli a tutti. Come è possibile? E cosa le nasconde l’affascinante Grayson, che è diventato il suo “fratellastro” da quando la mamma di Liv è andata a vivere con il padre di lui, trascinando anche lei e la sorellina Mia in questa nuova avventura? Ma soprattutto, quale presenza oscura si aggira di notte negli infiniti corridoi del mondo dei sogni di Liv, un mondo che, incredibilmente, condivide con altre persone? E cosa significano gli improvvisi episodi di sonnambulismo di Mia? Incubi, misteriose apparizioni e pericolose cacce notturne non favoriscono certo la tranquillità di Liv, che di giorno è alle prese con una famiglia allargata davvero complessa, grazie anche alla gemella di Grayson, la splendida e spocchiosissima Florence, e alla loro terribile nonna, che non fa mistero di non approvare Liv, Mia e la loro madre… per non parlare del cane e della bambinaia! Per fortuna che c’è Henry, il suo ragazzo non solo nei sogni, ma anche qui la situazione non è semplice. E per di più sembrano esserci in giro parecchie persone che hanno ancora dei conti in sospeso con la nostra eroina e non solo di notte…

La porta di Liv è il secondo volume della trilogia dei Sogni scritta da Kerstin Gier.
La trilogia è così composta:

Attenzione: questo è il secondo volume di una trilogia. Inevitabilmente ci saranno riferimenti al libro precedente. Se non avete ancora letto La porta dei sogni non vi conviene proseguire con la recensione.

Della trilogia dei Sogni, La porta di Liv è il libro che mi è piaciuto di più perché tocca argomenti che mi sono cari come, per esempio, il rapporto tra sorelle. Mia e Liv sono molto unite, si difendono a vicenda, contano l’una sull’altra… Ecco perché, quando Mia inizia ad avere strani episodi di sonnambulismo, Liv è molto preoccupata, soprattutto quando la ritrova a cavalcioni di una finestra, in procinto di saltare giù.

Un altro rapporto preso in esame è il rapporto con i fratellastri, Grayson e Florence. Mentre Grayson è il classico bravo ragazzo che fa buon viso a cattivo gioco, Florence detesta i nuovi componenti della famiglia e non fa nulla per nasconderlo, disapprovando apertamente Liv e Mia. Perfino Lottie, la baby sitter della famiglia Silver, paga il prezzo del disappunto di Florence.

Anche la nonna di Florence e Grayson non fa mistero di ciò che prova nei confronti delle nuove arrivate nella famiglia del figlio e ciò porterà ad azioni un po’ infantili che non mi sono piaciute affatto.

La situazione è davvero complessa perché, oltre alle complicate dinamiche familiari che possono riguardare qualsiasi famiglia allargata, c’è anche la questione Corridoio dei sogni che, negli ultimi tempi, è popolato da inquietanti presenze.

Il rapporto tra Liv e Henry procede tra alti e bassi e Secrecy, la misteriosa blogger che sembra essere ovunque, non si fa scrupoli a mettere i bastoni tra le ruote a Liv. Come fa a sapere proprio tutto, anche cose che sanno solo Henry e Mia? Liv non sa più di chi fidarsi e inevitabilmente i rapporti con chi le è più vicino rischiano di incrinarsi.

L’esistenza stessa di Secrecy mi ha lasciata un po’ perplessa perché, al momento, a parte complicare di più la vita di Liv, non ha apportato nulla alla storia. Crea ondate di scandalo tra gli allievi della Frognal Academy che poi non hanno un effettivo peso nella vita dei personaggi, quindi che senso ha inserire una bulla se poi non ci sono conseguenze? Mi è parso un voler allungare il brodo a tutti i costi o un mezzuccio per introdurre elementi che altrimenti non si sarebbero potuti inserire armonicamente nella storia. Vedremo come la Gier concluderà la vicenda nel capitolo conclusivo.

Vengono introdotti nuovi personaggi, alcuni inutili, altri francamente ridicoli. Molto carine invece sono le situazioni che coinvolgono Lottie e Charles, il fratello di Ernest. Li trovo due personaggi estremamente teneri (e sono una brutta persona se spero che alla Beocra, o belva in ocra, venga un colpo apoplettico? Uno piccolo piccolo…).

Per il resto, ci sono nuove domande che attendono una risposta. Anabel e Arthur stanno ancora cospirando ai danni di Liv? Chi è il Senator Morte Nord? Cosa vuole? Cosa fa nel corridoio di Liv?

Avete letto Silver – La porta di Liv? Vi aspetto per commentarlo insieme!

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.