la guerra segreta

La guerra segreta del lettore compulsivo

La guerra segreta del lettore compulsivo è un po’ la stessa per tutti, c’è poco da fare. Anzi, ormai non è nemmeno troppo segreta.

Nello specifico, parliamo della guerra verso una società che sta perdendo l’hobby della lettura, quella società che se gli chiedi chi è il Grande Gatsby, ti risponde: ah sì, Di Caprio!

Santa pazienza!

 

e potrei farvi taaaanti altri esempi, ma eviterò per questioni di bile.

Ad ogni lettore accanito piace conversare delle sue passioni, tipo: qual è l’ultimo best seller, oppure quali sono le novità editoriali di un certo genere, o ancora Libro vs Film con un’accurata ed attenta analisi di fatti, battute, ambienti e chi più ne ha più ne metta. Per questo noi lettori compulsivi abbiamo la tendenza a circondarci di persone che con i libri non ci hanno litigato da piccoli. Ma quanti siamo noi?

Partiamo dal presupposto che non tutti possono avere le stesse passioni e gli stessi interessi, e fin qui nulla da ridire, ma dite la verità, quando incontrate qualcuno che spudoratamente vi dice di non leggere nemmeno un libro all’anno, dentro di voi, non scatta qualcosa? Un non so che che vi spinge a dirgli: e che aspetti a cominciare?! ( detto in tono piuttosto intimidatorio).

Ed ecco che viene fuori il nostro lato migliore, quello guerrigliero.

TU. DEVI. LEGGERE!!!

A questo punto cosa possiamo fare? Semplice: cominciamo ad elencargli, uno ad uno, tutti i pregi di essere un lettore accanito (ma anche un semplice lettore… alla fine non chiediamo poi molto):

  • Il tuo linguaggio migliora.
  • La tua fantasia è più stimolata.
  • Sei meno stressato.  Forse.
  • Sei libero di vivere decine e decine di vite diverse.
  • Hai più argomenti di conversazione.

e tante altre cose che quando ci pensi ti stampano un bel sorriso sul viso e ti fanno venire gli occhi a cuoricino. Sì, perfino se il tuo genere preferito è l’horror splatter!

«Eh, ma io non ho tempo!»

Non negate, la reazione ad un’affermazione simile è sempre questa.

Tempo per leggere c’è, sempre! Anche fossero quei dieci/quindici minuti (se va bene…) seduti sul wc!

La guerra segreta del lettore compulsivo, quindi, è verso l’ignoranza o la pigrizia o il completo disinteresse che sta dilagando, e noi non smetteremo mai di dire: leggere fa bene alla mente e al cuore. Leggete bene, leggete di più!

 

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.