il cacciatore di orfani

Il cacciatore di orfani – Yrsa Sigurðardóttir

Il cacciatore di orfani Book Cover Il cacciatore di orfani
Yrsa Sigurðardóttir
Thriller
Mondadori
2018
Digitale - Cartaceo
408

Acclamata come la maggior scrittrice islandese di thriller, Yrsa Sigurðardóttir inaugura una serie straordinaria con al centro una coppia di investigatori imbattibile: un poliziotto e una psicologa, un tempo amanti e ora ai ferri corti, costretti a portare a termine la loro indagine più difficile.

«La regina del thriller islandese.» - The Guardian

"Ti racconto una piccola storia. Una tragica storia. Parla di tre fratelli divisi da piccoli..."

Un radioamatore riceve dei messaggi molto particolari che scopre essere legati a delle persone uccise. Quello che non sa è che questi omicidi sono stati ferocissimi e cruenti, regolati da rituali crudeli. La polizia brancola nel buio e non dà importanza alle segnalazioni del radioamatore finché non inizia ad affiorare un vecchio segreto, complesso e problematico, tagliente come il vento di Reykjavik.

Il cacciatore di orfani è un libro di  Yrsa Sigurðardóttir e pubblicato in Italia da Mondadori.

Ci troviamo a Reykiavik, in Islanda, una cittadina in cui la vita scorre tranquilla fino al giorno in cui viene commessa una serie di orrendi omicidi su cui indaga il detective Huldar con l’aiuto di Freyja, psicologa infantile.

Il cacciatore di orfani è il primo episodio con protagonisti Huldar e Freyja. È un giallo-thriller, secondo me abbastanza particolare nel suo genere, in cui vengono descritti omicidi effettuati in maniera raccapricciante e crudele ma il ritmo è piuttosto lento e soft, in cui l’autrice si sofferma spesso a considerazioni psicologiche e ad analisi introspettive, il tutto per bilanciare e allo stesso tempo esaltare il modus operandi dell’assassino.
Tutto ciò sembra fatto apposta per calcare la mano su un aspetto che coinvolge tutti i personaggi, compreso l’assassino, la solitudine e la disperazione.

Tutti i protagonisti sono a loro modo soli e quasi completamente privi di speranza, a cominciare da Freyja che vive sola appoggiandosi a casa del fratello, che al momento si trova in carcere, in attesa di averne una propria. Lo stesso Huldar non ha quasi più speranze nella vita, rendendosi conto che il caso gli è stato affidato solo perché gli altri detective sono stati accusati di corruzione, e sa che da questo caso dipenderà tutta la sua carriera futura.

Altra nota da tener presente è la scelta delle vittime. Sono tutte persone nella norma, solo apparentemente scelte a caso, e uccise in maniera brutale e, soprattutto, al limite del surrealismo.
Il modo di scrivere dell’autrice è diretto. Descrive con dovizia di particolari gli omicidi, senza però scadere mai nello splatter, ma descrive allo stesso modo, sapientemente e in maniera articolata anche i personaggi, dal detective alla psicologa, alle vittime di cui conosceremo tutto.
Come già detto, si tratta di un primo episodio. Non vedo l’ora di leggere anche i successivi, perché i due protagonisti hanno ancora molto da dire.

Avete letto Il cacciatori di orfani? Vi aspetto per commentarlo insieme!

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

1 commento su “Il cacciatore di orfani – Yrsa Sigurðardóttir

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.