green

Green – Kerstin Gier

Green Book Cover Green
La Trilogia delle Gemme #3
Kesrtin Gier
Fantasy, Young Adult
Corbaccio
2012
Digitale - Cartaceo
428

"Sono davvero contento di avere chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?" Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell'infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell'umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l'essere sballottata da un secolo all'altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall'implacabile setta dei Guardiani? D'altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino...

Green è il capitolo conclusivo della Trilogia delle Gemme scritta da Kerstin Gier.

La serie è così composta:

Attenzione: questo è il terzo volume di una trilogia. Inevitabilmente ci saranno riferimenti ai libri precedenti. Se non avete letto Red e Blue, proseguite a vostro rischio e pericolo.

Siamo alla fine di questa trilogia favolosa. Tutte le domande avranno finalmente una risposta e non mancheranno nemmeno i colpi di scena. Siete pronti a saltare indietro nel tempo con Gwendolyn e Gideon per l’ultima volta?

Gwen è a tratti irritante e fortissima in questo ultimo libro. Le reazioni spiazzanti di Gideon la mandano in crisi più di quanto non faccia la realtà pazzesca con la quale è dovuta venire a patti alla svelta quando ha scoperto di essere lei la geneportatrice dei salti nel tempo e non l’addestratissima (e odiosa) cugina.

«Restiamo amici.» Era veramente il colmo. «Sono sicura che da qualche parte nel mondo, ogni volta che questa frase viene pronunciata, muore una fata» dissi.

Nonostante lo shock però, Gwen non perde il suo senso dell’umorismo, motivo per cui sono riuscita a perdonare tutte le lacrime di cui è pervaso questo ultimo libro.

I misteri da risolvere sono tantissimi e per tutto ci sarà una risposta, compresa la faccenda della botta in testa a Gideon del libro precedente.

Ecco, forse succedono un po’ troppe cose e quindi sono toccate tutte piuttosto superficialmente. Per esempio, non viene approfondito il legame tra Gwen e Mr George anche se i vari incontri tra i due sembrano sottintendere che Mr George sappia più di quanto non voglia ammettere e questo penalizza un po’ la struttura del romanzo.

Anche il finale è abbastanza frettoloso e la conclusione mi ha fatta storcere un po’ il naso. Per il resto, invece, mi è piaciuto molto l’intreccio legato alla figura del conte Saint Germain: molto convincente e davvero ben scritto!

I miei personaggi preferiti sono come sempre Xemerius e Leslie. Leslie è l’amica che tutti dovremmo avere accanto perché non si lascia scoraggiare da niente e da nessuno, anche quando la situazione rischia di farsi pericolosa. Xemerius invece fa morire dal ridere. È favoloso! Le sue battute e le sue citazioni alleggeriscono la tensione e regalano ben più di una risata.
Grace e Lucas invece sono stati capaci di commuovermi e quindi bravissima Gier per aver suscitato tutte queste emozioni!

Per tirare le somme, ho adorato questa trilogia. È scritta bene, lo stile è fluido e, anche se non si tratta di altissima letteratura, è in grado di incollare un lettore curioso alle pagine. Tra tutte le cose scritte dalla Gier, questa è quella che ho preferito, sia come idea che come sviluppo.

Avete letto Green? Vi aspetto per commentarlo insieme!

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.