dimentica le nuvole

Dimentica le Nuvole – Cinzia La Commare

Dimentica le Nuvole Book Cover Dimentica le Nuvole
Cinzia La Commare
Romanzo Rosa
Butterfly Edizioni
Novembre 2018
ebook, cartaceo
406

Un paesino tra le Alpi del Trentino.Una giovane dottoressa arrivata dalla città, un malgaro scontroso e un'antica rivalità mai risolta.Le leggi dell'amore però non seguono logiche e certe volte non possono essere ignorate.

Dimentica le Nuvole è l’evocativo titolo dell’ultimo romanzo di Cinzia La Commare.

Lo so, è già il secondo romanzo di seguito che leggo che non è ambientato in Cornovaglia. Probabilmente sono malata. In questi giorni sono tragicamente immersa nella nebbia, le temperature continuano a scendere e le giornate ad accorciarsi, così ho spulciato Amazon alla ricerca di una fuga dalla realtà e ho pensato che, tutto sommato, un romanzo ambientato in Trentino avrebbe potuto fare al caso mio.

Vi starete chiedendo se sia almeno mai stata in Trentino. Ehm. Oh sì! Ci sono stata due volte! Una a 20 anni, quando mia cugina studiava giurisprudenza a Trento e una, pochi anni fa, per vedere i mercatini di Natale a Bolzano (E il museo di Otzi, perché dopotutto gli studi archeologici sono un virus duro a morire)!! Ok, ok, è palese che non abbia nessun tipo di legame affettivo con le montagne, ma perché limitarsi?

E così eccomi col naso ben piantato in un nuovo ebook, pronta a immergermi in una storia nuova, con una bella tazza fumante a portata di mano e la cagnolina acciambellata accanto!

La storia sembra accattivante: Adelaide è un giovane medico che prende servizio in un paesino sperduto tra le montagne per sostituire il vecchio medico che è venuto a mancare, si scontra con i pregiudizi dei pazienti e con la vita tranquilla, molto diversa da quella a cui si era abituata a Milano, città dove ha studiato e dove sarebbe rimasta, se non le fosse stato spezzato il cuore.

Si trova suo malgrado a far nascere un vitellino in una malga (non avevo idea di cose fosse, ho dovuto cercare sul dizionario!) sperduta e ad avere a che fare con il suo burbero proprietario, nonché ad affrontare le mire di una nonna per accasare il nipote avvocato. Va da sé che presto questo triangolo divenga un triangolo amoroso, con Adele indecisa tra l’affascinante malgaro Hans, rozzo dal cuore sensibile, e il brillante avvocato Matteo, quasi perfetto, dove è il “quasi” a farla da padrone.

Naturalmente ci troviamo subito a fare il tifo per “quello giusto”… cioè… subito subito no. Adelaide è una donna ferita e forse anche un po’ ingenua, probabilmente anche parecchio confusa, per certi versi vagamente infantile, è difficile prenderla in antipatia, ma è altrettanto difficile immedesimarsi a fondo nella sua psicologia.

La narrazione è in prima persona, fluida, a volte anche simpatica, decisamente gradevole, anche se in alcuni punti tende a dilungarsi in maniera un pochino forzata. Di questo mi sono accorta mentre lo raccontavo al mio fidanzato, che non legge rosa ma ormai non può fare a meno di apprezzarli, visto che gli racconto tutto quello che leggo. Sant’uomo.

Dicevo, che nonostante alcuni passaggi siano inutilmente riempitivi, le atmosfere sono ben delineate, il paesino e le montagne, i personaggi secondari, che hanno uno spessore gradevole senza essere invadenti, i protagonisti che impariamo a conoscere pagina dopo pagina, nel complesso non è affatto male! Un bel romanzo di evasione, piacevole e leggero, capace di far arrabbiare, commuovere e sorridere in modo genuino!

Se, come me, avete bisogno di una fuga breve ed economica (andare davvero in Trentino vi costerebbe mooooolto di più) dalla realtà di tutti i giorni e vi piacciono le storie romantiche, Dimentica le nuvole potrebbe fare al caso vostro!

Avete letto Dimentica le nuvole? Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.