chills

Chills di Mary Sangiovanni

Chills
Mary Sangiovanni
Horror
Dunwich Edizioni
10 novembre 2017
Cartaceo e Digitale
214

Tutto comincia con una brutale nevicata a maggio. L’area più colpita è la cittadina rurale di Colby, nel Connecticut. Le scuole e le attività sono chiuse, la rete elettrica è fuori uso, e il detective Jack Glazier trova un cadavere nella neve. Sembra essere la vittima di un bizzarro omicidio rituale. Non sarà l’ultima. Mentre la neve si accumula, così si accumulano i sacrifici. Tagliato fuori dal resto del mondo, Glazier si allea con una specialista dell’occulto per scovare la società segreta che si nasconde tra loro.

Gli dei che adorano sono inimmaginabili. I poteri che evocano sono inarrestabili. E le cose che faranno alla brava gente di Colby sono profondamente, orribilmente innominabili…

Mentre mettevano da parte cibo e bottiglie d’acqua, pale e guanti, osservavano la notte all’esterno prima di tirare le tende e chiudere le porte, controllando due volte i bambini a letto e accoccolandosi più vicini del solito gli uni agli altri. C’era qualcosa di diverso di un tardo inverno nell’aria, e se si soffermavano troppo a pensarci rabbrividivano.

Anche se neanche le dicerie davano voce a questa impressione, la gente di Colby sapeva che qualcosa stava arrivando insieme alla neve.

Sì, qualcosa cominciava a muoversi in quella strana nevicata di fine maggio e, visto il ritrovamento di un cadavere con strani segni e morsi, Kathy Ryan non ha dubbi su quale sia la pista da seguire, del resto, è il suo mestiere; è lei la persona specializzata in questo genere di cose.

La trama di Chills si snocciola intorno ai toni neri di una setta e i loro rituali, è intarsiata dal passato di Kathy che è strettamente collegato. Un’ambientazione da brivido, perfettamente delineata e di facile immaginazione: una cittadina sommersa dalla neve fuori stagione, la routine interrotta, ritrovamenti di cadaveri brutalmente mutilati e la paura che serpeggia lentamente, pagina dopo pagina.

Anche i co-protagonisti, Jack, della omicidi di Colby; Toby, il fratello di Kathy ed il detective Teagan sono ben caratterizzati. Specialmente Toby, che per Kathy rappresenta una figura molto importante in tutta la storia. La sua follia è quasi tangibile e ho apprezzato molto quel piccolo tassello di lucidità che si percepisce. Rende il tutto particolarmente vivido.

La narrazione procede abbastanza spedita, senza intoppi né buchi e riesce a mantenere l’attenzione del lettore sufficientemente attiva e costante, fino alla fine.

 

Dicono di Chills:

«L’atmosfera è perfetta, i mostri debitamente grotteschi e la minaccia sovrannaturale legittimamente spaventosa.» (BEAUTY IN RUINS)

«Mary Sangiovanni di certo sa come scrivere di mostri.» (POSTCARDS FROM A DYING WORLD)

«In Chills, Mary Sangiovanni fa un lavoro eccezionale nel riuscire a catturare la minaccia, il pericolo e persino l’orrore del freddo estremo.» (SKULLS IN THE STARS)

 

In conclusione, Chills di Mary Sangiovanni è un romanzo che gli appassionati del genere horror sicuramente sapranno apprezzare. Noi, di certo, ne consigliamo la lettura.

 

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.