Blog Tour- Sotto il cielo di Santiago

Buongiorno Compulsive,

eccoci alla quinta ed ultima tappa del blog tour dedicato al romanzo di Rita Massaro, Sotto il cielo di Santiago, edito dalla Genesis Publishing.

Ricapitoliamo rapidamente le tappe che ci hanno precedute:

IL SALOTTO DEL GATTO LIBRAIO: 9 ottobre

TAPPA 1: Estratto

Il partecipante lettore potrà commentare l’estratto.

Inoltre dovrà dare la propria adesione al tour (Nome e Numero scelto).

 

STAMBERGA D’INCHIOSTRO: 10 ottobre

TAPPA 2: Dreamcast

Il partecipante lettore potrà commentare i prestavolti e proporne altri a Sua volta, basandosi sulle descrizioni in didascalia.

 

ROMANCE FOR COSMOPOLITAN GIRL: 11 ottobre

TAPPA 3: Playlist “Sulle note de Sotto il cielo di Santiago”

Il partecipante lettore potrà commentare le tracce della playlist, che fanno da sfondo al romanzo, e proporne delle proprie.

 

L’ESSENZIALE E’ INVISIBILE AGLI OCCHI: 13 ottobre

TAPPA 4: Approfondimento “Il significato del viaggio oltre Oceano per ritrovare se stessi”.

Il partecipante lettore potrà porre le proprie domande all’Autrice, alle quali risponderà nei commenti del blog.

 

Ecco come si partecipa:

– Scegliere un numero compreso fra 1 e 90.

– Diventare lettore fisso dei blog partecipanti:
* Il Salotto del Gatto Libraio;

* Stamberga d’Inchiostro;

* Romance and Fantasy for Cosmopolitan Girl;

* L’essenziale è invisibile agli occhi;

– Commentare almeno tre tappe su cinque.

PREMI

I premi messi in palio per il Tour sono due:

I POSTO: una copia cartacea autografata del romanzo Sotto il cielo di Santiago.

II POSTO: una copia ebook (nel formato a scelta tra .epub e .mobi) del romanzo Sotto il cielo di Santiago

N.B.: I premi sono privi di valore commerciale, in quanto frutto di donazione.

 

VINCITORE

 Vincono i primi due numeri estratti sulla ruota di Milano, nell’estrazione in data 17 ottobre 2017.

In caso di non uscita dei numeri scelti dai partecipanti. Se nessuno dei cinque numeri corrisponderà, si passerà alla ruota di riserva (Roma).

Il risultato sarà pubblicato sul blog della Casa Editrice: “Writing with Genesis Publishing”, il giorno 18 ottobre 2017.

I vincitori dovranno contattare la Casa Editrice al suo indirizzo email genesispublishing@live.com, per reclamizzare i premi, indicando l’indirizzo al quale si desidera ricevere il cartaceo e il formato ebook preferito.

 

Ed ora veniamo alla nostra tappa: l’intervista all’autrice, Rita Massaro. Scopriamo cosa ci ha raccontato su di lei e sul suo romanzo, Sotto il cielo di Santiago.

Parlaci un po’ di te: chi è Rita Massaro, sia come persona che come autore.

Sono una persona semplice, a cui piace godersi la vita anche e soprattutto nelle piccole cose da condividere con le persone che ami. Al tempo stesso, sono uno spirito libero che non sa rinunciare ai propri spazi di autonomia e indipendenza. Le mie grandi passioni sono leggere e viaggiare. Da entrambe, credo, nasce la voglia di scrivere e raccontare. È difficile definirmi come autore. Credo che la base del mio scrivere sia la sincerità. Non scrivo mai nulla che non sento o non penso veramente o di cui non sono profondamente convinta.

 

Come prendono vita le tue idee?

Le idee prendono vita da un luogo, da storie sentite per caso o che mi vengono raccontate da qualcuno, da fatti capitati a me o ad altre persone, da una notizia di cronaca… Non c’è una regola fissa. L’ispirazione può arrivare in un miliardo di modi. Poi, si tratta di capire se l’idea prende forma oppure se ne va così come è venuta. Se mette radici nella testa, significa che potrebbe essere valida e, allora, per non perderla, ne scrivo una breve traccia, che posso poi utilizzare oppure no. A volte, mi è capitato di utilizzare tracce scritte molti anni prima.

 

Cosa vuol dire per te scrivere?

Scrivere fa parte di me. Mi fa stare bene, mi cura dall’ansia e dallo stress. Mi catapulta in un altro tempo e in un altro spazio. Un po’ come leggere, solo che nella scrittura ho più potere (ma non troppo) di far andare le cose a modo mio.

 

Veniamo al dunque, raccontaci del tuo ultimo romanzo, Sotto il cielo di Santiago: Com’è nata l’idea?

L’idea è nata da un viaggio a Cuba. I luoghi visitati e le persone incontrate mi hanno lasciato impressioni talmente forti che, una volta tornata a casa, ho sentito la necessità di scriverne, come a volerne conservare la memoria. Quindi ho pensato a una storia che potesse prendere spunto da quel viaggio.

 

Sei rimasta sempre fedele all’idea iniziale, oppure durante la scrittura (o anche a romanzo ultimato), hai deciso di cambiare qualche dettaglio nella trama o qualche scena, qualche personaggio?

Inizialmente mi si forma nella testa una traccia della storia che voglio scrivere, la vedo quasi come in un film. Poi, però, durante la stesura, capita sempre di fare dei cambiamenti, rispetto alla trama iniziale. È come se i personaggi prendessero vita e andassero per conto proprio e tocca a me seguirli… perciò, ho cambiato più di qualche dettaglio.

 

Qual è il personaggio al quale ti senti più legata?

Mi sento molto vicina al personaggio di Riccardo. Anch’io, come lui, a volte mi sono fatta condizionare troppo da ciò che pensavano gli altri o da ciò che si aspettavano da me. La sua presa di coscienza è un po’ il racconto della mia.

 

La frase del libro che senti più tua, o un passo che ti piace particolarmente?

“Quella notte, sotto quel cielo, mi è accaduto qualcosa. Anche se era buio e tutto intorno era illuminato solo dalla luce delle stelle, io ho ricominciato a vedere i colori. Erano sempre stati lì, solo che io non ero più capace di vederli. Ho scoperto che anche la notte ha i suoi colori… Il nero d’avorio, il nero di Marte, il blu oltremare scuro. Anche questi sono colori, il mondo e la vita sono pieni di colori, anche nel buio più fitto”.

 

Cosa ti aspetti dal prossimo futuro?

Mi piacerebbe dedicarmi soltanto alla scrittura, poter vivere di questo. Ma sono consapevole che è molto difficile, soprattutto in un Paese che legge poco. Io, però, non demordo. Ho dimenticato di dire, rispondendo alla prima domanda, che sono molto testarda…

 

Stai già lavorando ad altri progetti? Qualche indiscrezione?

Sono nella fase di revisione di un terzo romanzo, ambientato in Sicilia. Prende spunto dalle stragi del ’92 e di come, noi che all’epoca eravamo ventenni, le abbiamo vissute. È un progetto che ho per la testa da molto tempo e posso dire che finalmente sono in dirittura d’arrivo.

 

Ringraziamo Rita Massaro per la disponibilità e la Genesis Publishing per aver organizzato questo evento.

Alla prossima e in bocca al lupo a tutti i lettori!

 

 

1 commento su “Blog Tour- Sotto il cielo di Santiago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.