andreas

Andreas e Zoya. Il fiore di pietra – Francesca Cani

Andreas e Zoya- Il fiore di pietra Book Cover Andreas e Zoya- Il fiore di pietra
Gli Eredi degli Holstein #3
Francesca Cani
Romanzo storico
Leggereditore
28 marzo 2018
Cartaceo - Digitale
256

Anno Domini 1112. Zoya è convinta che non troverà mai l'amore a causa delle cicatrici che le attraversano il viso come graffi di una fiera. La sua vita è cambiata undici anni prima, quando era ancora una ragazzina innamorata, ma ora è una donna e sa cosa desidera: ricominciare a vivere in un luogo lontano dal passato. Per questo parte per la rocca di Rostock, dove spera di liberarsi dei pensieri che le avvolgono la mente e il cuore. Il castello sul fiordo di Rostock è stato assegnato a uno spietato guerriero, arrogante e violento, che tutti chiamano der Bär, l'Orso, ma il cui vero nome è Andreas. Proprio in lui Zoya riconosce il suo amico di infanzia e primo segreto amore, tornato dall'Oriente dopo aver affrontato e superato terribili prove. Lei è stata la sola donna che abbia mai toccato lo spirito di Andreas prima che si trasformasse in roccia. L'amore tra i due riemerge con forza, ma a separarli c'è un abisso di segreti che solo il sentimento più potente può colmare. L'Impero vacilla, la corona è contesa, Enrico V e il duca Lotario si affrontano in sanguinosi conflitti. Amore o guerra? La scelta spetta a un cuore di pietra.

Andreas e Zoya. Il fiore di pietra è il terzo capitolo della bellissima serie storica di Francesca Cani.

Libro dopo libro, la serie racconta le storie avventurose e magiche degli Eredi degli Holstein.

La serie è così suddivisa:

Anche questo nuovo capitolo degli Eredi degli Holstein non mi ha delusa, anzi… la penna della Cani è magica, riesce a trasmettere grandi emozioni; inoltre la dovizia di particolari storici è sempre saggiamente dosata e non risulta mai noiosa.

Zoya è segnata dalla vita: i segni che porta sul cuore per il rifiuto del suo giovane amore, Andreas, si ripercuotono anche sulla sua pelle, sul suo volto, come cicatrici che  quotidianamente le ricordano il suo passato. Zoya sogna la serenità, nascondersi nelle cucine del castello di Viridiana e fuggire dal mondo, persa tra profumi e splendidi paesaggi.

Ma il destino è di nuovo beffardo con lei e le pone sulla strada il suo primo e unico amore, Andreas, che torna dall’Egitto del tutto diverso dal ragazzino che ha lasciato undici anni prima.

Andreas non ci fa più chiamare con il suo nome di battesimo, ma Bar L’orso e dell’orso assume le sfaccettature caratteriali: violento e spietato in guerra, arrogante e distaccato nel quotidiano. Quando Zoya si imbatte del suo amico ritrovato decide che l’unica cosa che può salvarla da un amore che può solo distruggerla è allontanarsi il più possibile dal castello e rifugiarsi a Rostock, un isolato castello su un fiordo che sarà sede di un nuovo regnante.

Purtroppo per lei, Zoya non sa che quel nuovo regnante è proprio Andreas.

Le strade dei due, quindi, si incrociano nuovamente e questa volta i segni del loro amore saranno ben più profondi delle cicatrici che Zoya porta sul volto. Saprà Bar l’orso tornare in contatto con il suo lato gentile e umano? E Zoya avrà la pazienza di capirlo, capire cosa lo ha trasformato così e saprà tendergli mani e cuore per salvarlo da se stesso?

L’Impero vacilla, la corona è contesa, Enrico V e il duca Lotario si affrontano in sanguinosi conflitti. Amore o guerra? La scelta spetta a un cuore di pietra.

Un romanzo avvincente, ricco di colpi di scena e assolutamente emozionante! Una scrittura che sa catturare il lettore ed immergerlo in terre e tempi passati con grande naturalezza e sapienza.

Consigliatissimo!

Avete letto Andreas e Zoya. Il fiore di pietra? Vi aspetto per commentarlo!

Resta connesso. Segui la nostra pagina Facebook e iscriviti alla newsletter, in modo da non perderti nemmeno una novità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.