Crea sito

Un anno di #NoBuy: la mia esperienza + Smaltimento 2021

Eccomi qui con un post chiacchiereccio, diverso dalle solite review, ma avevo parecchia voglia di chiacchierare. Volevo aggiornarvi un po’ su quello che è successo nel corso di quest’anno per quel che riguarda il #nobuy e qualcosa in merito ai progetti di smaltimento che voglio portare avanti nel 2021.

#nobuy

Cos’è il #NoBuy?

Partiamo dalle basi. Si tratta di un progetto che prevede di non acquistare prodotti per il periodo in cui si partecipa. Avevo già fatto qualche mese in no buy nel corso del 2019, e avendo accumulato prodotti di varia tipologia, ho pensato di portarlo avanti per tutto il 2020. Mi ero concessa degli acquisti extra solo per il mese del mio compleanno e il mese del black friday. In realtà, poi ho fatto poco anche durante quei mesi, ma andiamo per gradi.

Tornando a che cos’è un no buy. Generalmente la maggior parte lo pratica solo per il makeup. Personalmente lo avevo pianificato oltre che per il makeup, anche per skincare ed haircare. La mia scelta era scaturita dal fatto che nel corso del 2019 avevo accumulato varie scorte di prodotti sia perché acquistati, sia per via delle varie PR box ricevute. Iniziavo ad avere carenza di spazio e poi volevo mettere da parte qualche soldino per un acquisto impegnativo, l’auto.

Ovviamente ogni volta che risultavo sprovvista di un certo tipo di prodotto, potevo riacquistarlo per sostituirlo. Ad esempio, quando finivo o avevo agli sgoccioli la cipria e non ne avevo altre a disposizione, potevo ricomprarla e così via.

not buying

#NoBuy: un anno dopo

Veniamo al dunque. Mi è servito o non mi è servito questo progetto? Sì e no. Sì, perché, soprattutto dopo aver fatto l’inventario di tutti i prodotti che possiedo lo scorso gennaio, mi sono resa conto della gran quantità di prodotti che ho. Specialmente in alcune categorie, mi sono accorta di avere così tante cose che, neanche se le usassi tutti i giorni, riuscirei a smaltirle in tempo utili senza sforare con il PAO.

Portando avanti questo progetto, quindi sono riuscita a tenermi a freno per la maggior parte del tempo. L’unica categoria in cui mi sono accorta di avere una gran debolezza, sono i prodotti da doccia: bagnodoccia, bagnoschiuma e così via. Tant’è che ho deciso di inaugurare su Instagram la rubrica #cosedadoccia, proprio per parlare di prodotti di cui difficilmente scriverei sul blog.

#cosedadoccia

Non mi è servito moltissimo, perché in effetti avevo già un bel po’ di autocontrollo per quel che riguarda gli acquisti, per cui farlo mi è servito prevalentemente per rendermi conto di quali sono i miei talloni d’Achille e ogni quanto tendo ad acquistare.

In realtà mi sono anche resa conto che a volte più che acquistare perché ho impellente bisogno di qualcosa o perché voglio togliermi uno sfizio, mi capita di farlo quando sono particolarmente stressata. Questa è una cosa che si è acuita nel corso di questo anno anche per via della situazione di pandemia che stiamo vivendo. Mi sono accorta proprio che quando mi sento sconfortata, sotto pressione e mi sento sopraffatta dalle situazioni inizio a spulciare la qualunque nei vari negozi online o in negozio fisico acquisterei la qualunque. Fortunatamente nella quasi totalità delle volte riesco a fermarmi prima e razionalizzare.

Consigli per vivere meglio un periodo di #nobuy

Io l’ho fatto per un anno, ma alcuni decidono di portarlo avanti per qualche mese. Magari anche solo per alcune categorie particolari, come ad esempio i rossetti. Personalmente per evitare di sentirmi come se fossi in punizione non acquistando, ho cercato di adottare qualche stratagemma. In primis proprio quello di fare l’inventario ad inizio anno. Rendendomi conto di quante cose ho, è stato decisamente più facile desistere dagli acquisti.

Altre cose che mi hanno dato una mano in questo, sono state ad esempio togliere il segui o le notifiche ad alcune pagine che seguo su Instagram per evitare magari di desiderare l’ennesima palette di ombretti neutra o la nuova fantastica crema corpo al profumo di unicorno (me la sta inventando sul momento). Anche trascorrere meno tempo sui social è stato di grande aiuto. Essere costantemente bombardati da post e storie con le novità e millemila prodotti diversi non aiuta di certo quando si intraprendono decisioni come il no buy.

instagram scrolling

Infine, un’altra cosa che mi ha aiutato con alcune categorie è stato – periodicamente – mettere ad esempio i prodotti di una determinata categoria tutti vicini ed insieme e vedere quanti sono in effetti. Certo con l’inventario si ha una idea di quello che si possiede, ma un conto è leggere che si possiedono 10 bagnodoccia per una sola persona, un altro è vederli tutti insieme sul ripiano e capire che non è affatto necessario comprarne altri.

Nuovi progetti da portare avanti nel 2021

Oltre a cercare di tenere a bada gli acquisti e comprare solo quando necessario, ho deciso di intraprendere tre nuovi progetti. Nel caso voi foste ancora nel dubbio su quali progetti portare avanti nel prossimo anno, in questo vecchio articolo ne trovate diversi. Eccovi intanto i miei.

#12prodottiin12mesi

Il progetto consiste nello scegliere e cercare di terminare 12 prodotti esclusivamente di makeup nel corso dei 12 mesi. Io ho cercato di selezionare prodotti che sono già ad un buon punto e che magari non sono riuscita a terminare nel corso del 2020. Questi sono quelli che ho selezionato.

  1. Tattoo liner Maybelline*
  2. Base perlescente Bottega Verde
  3. 100% precision eyeliner waterproof Debby
  4. Pastello labbra Orchidea Neve Cosmetics
  5. Rossetto Shine Compulsion Maybelline Plum oasis*
  6. Liplift max Pixi Petal ice*
  7. Special eyes Rimmel London Black magic
  8. Ombretto color nocciola in cialda Yves Rocher
  9. The Color Workshop quad di ombretti nude
  10. Mascara Paradise Extatic L’Oreal
  11. Un blush della palette All about cream Makeup Revolution
  12. Hello lovely palette Sephora 

#21prodottinel2021

In questo progetto invece, vengono selezionati 21 prodotti sia di makeup che di beauty in generale, da terminare nel 2021. Nel mio caso ho scelto di inserire diversi prodotti che ho in quantità eccessiva per tipologia (come i prodotti da doccia) o quelli di cui ho dei doppioni, magari a causa di PR box.

  1. The Curl Tonic L’oreal Stylista
  2. Profumo di Pantelleria mini taglia*
  3. Profumo L’Erbolario Rabarbaro
  4. T-zone peel-off mask Pixi*
  5. Burro corpo solido Bomb Cosmetics
  6. Smoothie da doccia Waltz7 Blueberry & Vanilla*
  7. Mini taglia bagnodoccia Bottega Verde Limone e agrumi
  8. Campioncini balsamo per capelli Greenatural (x2)
  9. Addolcilabbra Alkemilla Mandorlatte
  10. Glow Tonix Pixi maxi taglia*
  11. Nanì acqua profumata Cocco&Iris
  12. Glow mud mask Pixi*
  13. Bagnodoccia Bottega Verde Latte di Cocco e lime
  14. Mascara The Falsies lashlift Maybelline*
  15. Balsamo labbra Dr.Bronner’s Baby mild*
  16. Correttore Yellow Neve Cosmetics
  17. Matita labbra Equilibra Love’s Nature 01
  18. Hypereasy liner Maybelline*
  19. Campioncini Bio-oil (x3)
  20. Olio doccia Tesori d’Oriente Olio di riso e tsubaki
  21. Rossetto a lunga tenuta Labo Suisse Moka* 

Shop my stash

Per la prima volta da anni, ho deciso di introdurre nei miei progetti lo Shop my stash. Si tratta di un progetto che vedevo da anni su diversi canali YT, ma solo ora ho deciso di portarlo avanti anche io. In pratica è un po’ come fare shopping nella propria collezione (se così posso definire la mia) e mensilmente o ogni 15 giorni, selezionare dei prodotti da usare in quel periodo in modo da ripescarne di vecchi e portarli avanti. La cosa inoltre, dovrebbe riuscire a tenere a bada anche la voglia di acquistare cose non necessarie, proprio perché così facendo ci si dà modo di riscoprire magari prodotti che non vengono usati da tempo. 

Per quanto mi riguarda, ho deciso di strutturare il cestino o il beauty in cui riporrò i prodotti da usare, per un periodo di un mese. In questo mese, riuscirò a portare avanti il più possibile diversi prodotti. Alcuni dei prodotti che ho deciso di inserire nel mese di gennaio, li trovate in grassetto nelle liste precedenti. Inoltre, alcune tipologie di prodotti, come l’illuminante o il mascara, li terrò per più mesi avendone magari solo uno aperto per volta. Per questo progetto, gli aggiornamenti li pubblicherò magari solo sui social. Scrivere un post apposito ogni mese qui sul blog, mi sembra un po’ eccessivo, oltre al fatto che preferirei dare la precedenza ad altri post.

Che fine faranno i post sui terminati?

Ebbene, dal 2021 i post sui terminati non ci saranno più. Come dicevo, voglio dare la precedenza ad altri post e visto che il tempo a disposizione per scrivere gli articoli che vorrei, è sempre meno, ho deciso di eliminare quelli sui terminati. In realtà, non è che spariranno del tutto. Semplicemente ne pubblicherò uno ad inizio gennaio e lo aggiornerò di volta in volta con i prodotti che terminerò nel corso del 2021.

In questo modo mi risparmierò anche la questione dell’accumulare le confezioni vuote per la foto di gruppo. Inoltre, credo che vedere alla fine del 2021, quanti prodotti in totale ho terminato, mi aiuterà a capire un po’ quali sono le categorie che ricompro più di frequente e come posso migliorare in tal senso per ridurre magari il consumo di plastica e sprechi vari. Olé!

bye
Io che ballo, felice per essere riuscita a terminare questo articolo

Ora la smetto di tediarvi, perché mi rendo conto di aver scritto fin troppo per oggi. Voi avete già idea di quali progetti portare avanti nel corso del prossimo anno? O non ne seguirete nessuno? Se conoscete progetti interessanti, scriveteli nei commenti 🙂

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog, attiva le notifiche push  o iscriviti alla Newsletter del blog 😉
Se ti interessa l’argomento, leggi anche:

12 Risposte a “Un anno di #NoBuy: la mia esperienza + Smaltimento 2021”

  1. Ciao Ilenia! Complimenti per il tuo no buy di 1 anno!! Io pure faccio l’inventario ma son pessima..comunque è vero, aiuta tantissimo a vedere quanti prodotti si hanno! Io ho deciso di riprendere con lo smaltimento e quindi acquisterò qualche cosa ma per il mio calendario ma vorrei davvero impegnarmi a smaltire tutte le scorte beauty e qualche prodotto di make up. Parteciperò al progetto 21 prodotti e lo farò solo make up. Ho già iniziato a smaltire qualche prodotto e questo incentiva molto! Speriamo di procedere con questa strada anche perchè vorrei dedicarmi a sistemare casa ^_* Un bacione

    1. Ciao Cinzia! Grazie 🙂
      Io spero di riuscire a rifare l’inventario quanto prima, anche perché quando lo faccio, controllo per benino anche tutti i prodotti e faccio decluttering al tempo stesso. Il progetto dei 21 prodotti con solo makeup è bello tosto, per cui in bocca al lupo!
      Un bacione

  2. Io quest’anno avrei voluto essere più brava, o meglio lo sono stata percè con il lockdown non mi truccavo quindi usavo meno roba e certi prodotti mi sono durati più del previsto però poi tra compleanno, Natale, reali e regalini in più i prodotti che alle volte arrivano mi si sono accumulate un sacco di cose.
    Non voglio fare progetti o che, però mi sono ripromessa di terminare un determinato prodotto e non riacquistarlo finchè non è al termine, senza riempirmi la casa di dieci detergenti diversi e poi utilizzarne mezzo, e se c’è qualcosa che mi è rimasto che proprio non mi piace o cercarne un utilizzo alternativo o ahimé eliminarlo definitivamente, perchè tanto se non l’ho usato fino ad oggi non lo utilizzerò di certo in futuro 😀

    1. Va beh dai, se si tratta di regali o scorte ci può anche stare direi.
      Mi sembra un’ottima alternativa. E poi anche quello possiamo considerarlo una sorta di “progetto” da portare avanti 😀

  3. Il 2020 per me è stato un anno no buy ma ho deciso di farlo inserendo anche abbigliamento scarpe e accessori oltre a makeup e prodotti beauty.
    Dovrò scrivere della mia esperienza, sarà uno dei prossimi post.
    I progetti futuri li sto mettendo a punto ma sicuramente ci sarà qualcosa 🙂

    1. Ciao Linda!
      Caspita sei stata bravissima. Guarda per quanto mi riguarda con abbigliamento e accessori vari, riesco a essere decisamente più moderata. Non sono una che sta moltissimo dietro ai trend. Ho un mio “stile” (se così possiamo definirlo) ben consolidato e poi, essendo a dieta, il mio corpo sta cambiando in tempi piuttosto rapidi rispetto a quello che credevo, per cui sto ripescando cose che fino a qualche anno fa non mi entravano. Ovviamente mi toccherà comprare un po’ di cose visto che a fine percorso avrò perso almeno una ventina di chili, però non ho fretta.
      Sono curiosa di leggere quello che scriverai in merito perché lo trovo molto interessante come argomento 🙂

  4. Ciao 😊 Io vado molto a momenti, ci sono dei periodi in cui acquisto molto mentre altri dove non spendo niente. Comunque, apprezzo molto questi progetti, soprattutto il “SHOP MY STASH”. E’ sempre bello ripescare vecchi prodotti 😍 .. In ogni caso, cerco sempre di smaltire i prodotti perché odio sprecarli.
    Un saluto.

    1. Ciao! Posso capirlo, capita anche a me. Sono contenta che ti piaccia questo genere di progetti. Shop my stash quest’anno ho voluto proprio iniziarlo, perché mi sono accorta che spesso tralascio vecchi prodotti che mi piacevano. Sprecare e buttare i prodotti non piace neanche a me!
      Un saluto e buon Natale!

  5. Come sai grazie ai tuoi template ho tenuto un po’ più a bada gli acquisti. Non è stato un no buy assoluto ma sono soddisfatto! Come dici tu alla fine è tutta questione di autocontrollo, deve partire da noi o c’è poco da fare. A me ad esempio più che l’ultima novità, mi frega lo sconto! Però avere un calendario aiuta un po’ a ricordare quando abbiamo fatto acquisti. Inoltre l’inventario è fondamentale, cercare di tenere sotto controllo i prodotti che già abbiamo a disposizione aiuta. Credo che per il prossimo anno continuerò così. Baci

    1. Grazie Pier! Sono felice che ti piacciano e soprattutto ti siano tornati utili. Spero di riuscire a prepararne altri per il prossimo anno 🙂
      Lo sconto spesso frega anche me, soprattutto quando ho dei prodotti che so che terminerò tra non molto.
      Un abbraccio e buon Natale

  6. anch’io mi sono resa conto che mi capita di comprare quando sono particolarmente sotto stress. Ora come ora non credo che mi dedicherò a progetti in particolare, l’unico che forse potrebbe fare al caso mio in questo momento è il “shop my stash”….potrebbe essere un buon modo per far ruotare meglio le varie cose che ho nel cassetto. Il mio tallone d’achille è purtroppo il make up, le altre cose riesco a terminarle tranquillamente e a comprarle quando sono agli sgoccioli….

    1. Ciao Ylenja! Scusami per il ritardo con cui rispondo al tuo commento, ma è stato un periodo molto pieno. Lo shop my stash può essere un buon modo per ripescare delle vecchie glorie 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.