Crea sito

[Mi rimetto in forma] – La mia esperienza con “Walk at Home”

E’ un sacco di tempo che non scrivo per questa rubrica. L’ultima volta che l’ho fatto è stato per parlarvi della mia esperienza, a dir poco fallimentare, con il workout 30 day shred. Oggi, invece, voglio descrivervi un altro workout che, al contrario trovo perfetto per me, ossia il Walk at Home di Leslie Sansone.

walk at home

Per chi si fosse appena collegato su questi schermi, o per chi non si ricordasse in che condizioni fisiche mi trovo e volesse approfondire l’argomento, qui trovate tutti i post relativi. In breve, sono un bel po’ in sovrappeso, ma la mia figura da clessidra formosa e l’avere un po’ di muscoli in corpo, fanno sì che io non dimostri del tutto i miei 72Kg. Non me lo sto inventando, mi è stato detto da diverse persone che, ogni qual volta sentivano il mio peso, non ci credevano.

Con il precedente workout mi ero gonfiata ulteriormente ed ero aumentata di peso, così super-scazzata, ho deciso di dare un’occhiata online riguardo alla perdita di peso (ditemi che non sono l’unica che lo fa), finendo sul portale Workout Italia. Proprio nella home c’è la possibilità di calcolare il proprio peso ideale e di trovare il workout ideale. Al che mi sono incuriosita ed ho fatto entrambe le cose, ottenendo un peso ideale di 53,11 Kg e workout ideali: camminate per strada da 30-60 minuti, walk at home e workout for beginners by Jillian.

Che le camminate mi giovassero l’avevo già appurato la scorsa estate, non so se ricordate, ma ve ne parlai in questo post. Di mettersi a camminare fuori con il freddo e la pioggia, però non ne avevo alcuna voglia. Vista la pessima esperienza con il 30 day shred, il workout di Jillian non ho voluto neanche guardarlo. Visto che ne avevo letto bene, ho optato per il walk at home. Mamma quanto ho scritto, e tutto questo solo per dirvi come ho scelto. Evidentemente quando distribuivano il dono della sintesi, io ero a blaterare da qualche altra parte.

Di che si tratta?

Avete presente la camminata sul posto?! Ecco, più o meno siamo lì, solo che in più ci sono una combinazione di altri movimenti (step-up, piccoli calci, esercizi per le braccia e così via) che rendono il workout più completo. In pratica, si segue una sorta di calendario che va da 1 a 5 miglia, in maniera graduale.

walk at home schema
@Workout Italia

Per darvi un’idea vi metto anche i valori convertiti direttamente in chilometri e la durata del workout.

  • 1 Miglio → 1,61 Km     Workout da 15 minuti ca.
  • 2 Miglia → 3,2 Km       Workout da 30 minuti ca.
  • 3 Miglia → 4,83 Km     Workout da 45 minuti ca.
  • 4 Miglia → 6,44 Km     Workout da 1 ora ca.
  • 5 Miglia → 8,05 Km     Workout da 1,15 ore ca.

La mia esperienza con Walk at home

Devo dire che si tratta di un tipo di allenamento per niente difficile, anche per chi è in sovrappeso ed è poco allenato. E’ piacevole e, al contrario dei miei timori, non si è rivelato affatto monotono. O quanto meno non lo è stato per me. Probabilmente per un’altra persona camminare chiusi in casa può non essere il massimo del divertimento, però a me è piaciuto. La cosa più importante che me l’ha fatto apprezzare è stato vedere dei risultati tangibili nell’immediato che, diciamocelo, è una cosa molto importante in alcuni casi. Ecco i benefici riscontrati:

  • Un maggiore benessere mentale (maggiore rilassatezza e serenità)
  • Quando lo pratico, la notte mi addormento con meno problemi e dormo tutto filato fino alla sveglia, cosa che di solito non mi capita, perché finisco sempre con lo svegliarmi nel bel mezzo della notte
  • Si perdono centimetri e chili in fretta, senza fare diete o riduzioni all’alimentazione

In soli 12 giorni di workout, combinati alle mie solite due lezioni di zumba settimanali, ho perso 2 cm sulle cosce, un cm in vita e quasi un Kg. Vorrei dire… mica male! Vi posso dire, ed altre persone me l’hanno confermato, che la cosa si nota anche ad occhio: le cosce appaiono più affinate, il sedere risulta più bello e in fuori (ma per questo mi aiuta parecchio anche la zumba) e anche le braccia e l’addome ne giovano pian piano.

Io l’ho praticato dal 30 Novembre al 24 Dicembre senza sosta. Con le vacanze natalizie ho smesso di allenarmi e, anche e soprattutto, sono iniziate le abbuffate, che mi hanno regalato di nuovo un centimetro e il mio chiletto perso, ma va beh…

E qui ecco i video che utilizzo per allenarmi:

Non avendo trovato il video delle 4 miglia e delle 5 miglia, combino i video a seconda di come mi gira. Ad esempio se devo fare 4 miglia, un giorno faccio 1+3 ed un altro 2+2. Ah, prima che mi dimentichi, dalle 3 miglia vengono introdotti anche esercizi con la banda elastica per tonificare le braccia. Niente di particolarmente difficile o doloroso comunque.


Aggiornamento del 4 Febbraio 2019

Una gentilissima utente mi ha avvisata dell’esistenza di un’applicazione dedicata appunto al Walk at Home. Si tratta di Your Daily Walk. Nel caso vi interessi, vi lascio il link.

Se non si fosse notato io adoro e consiglio questo workout a chiunque. Voi lo conoscevate? Che ne pensate? Fatemi sapere 😉

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog oppure attiva le notifiche push 😉
Se ti piace questo genere di post, allora leggi anche:

16 Risposte a “[Mi rimetto in forma] – La mia esperienza con “Walk at Home””

  1. se vuoi aggiornare l’articolo, posso dirti che c’è anche l’app, con un costo ridicolo al mese (tipo 4 dollari e qualcosa) con i video giorno per giorno programmati, tra cui anche 4 o 5 miglia, io mi trovo benissimo e condivido con te la recensione positiva. anche mia madre ha iniziato a seguire questo programma, almeno 15 minuti al giorno, lei che non ha mai fatto attività fisica. consigliatissimo

  2. E dopo aver letto il tuo post sulle chiavi di ricerca, sono arrivata qui ^__^
    Siamo nella stessa condizione fisica, stesso peso più o meno, anch’io sciocco le persone quando lo dico. Questa cosa del walk at home, non la conoscevo proprio e mi ispira. Io ho cominciato ad andare a camminare a passo molto veloce a novembre e ho continuato fino a quando è arrivato il caldo. Facevo tr volte a settimana, circa 4 km. Mi piaceva parecchio e mi spiace ora non poterlo fare. Dovrei andare alla mattina prima di andare a lavoro, il che vorrebbe dire alzarsi alle 5,30… Ero incuriosita anch’io dagli allenamenti di Jillian e volevo provare il 30 day ma non vorrei decisamente gonfiarmi. Avevo iniziato Insanity e mi piaceva un casino (muori ma sei felice di farlo), ma poi mi sono fatta male un ginocchio e ora sono ferma da 10 giorni. Darò un’occhiata anch’io al sito di Work Out Italia. Grazie della dritta Ila ^___^

    1. Anch’io camminavo molto in passato e un anno addirittura avevo perso 6Kg (che poi ho ripreso), però quando faceva troppo caldo diventava un supplizio. La mattina presto ci ho provato una sola volta vicino casa, ma vista la gente che girava non ho avuto il coraggio di farlo una seconda volta da sola… Diciamo che questo è un buon compromesso Ele 😉
      Io con quelli di Jillian avevo messo su troppi cm in poco tempo e non mi sembrava il caso di continuare a soffrire per ottenere un risultato opposto a quello che desideravo.
      Insanity quale sarebbe? Scusa la mia ignoranza XD

  3. Sono alla seconda settimana di walking e devo dire che ho già dei risultati, sono ingrassata 26 kg in gravidanza, ne ho persi 12 dopo il parto, quindi sembro una gelatina che cammina, dopo solo una settimana la pancia é più tonica. Gli esercizi sono sul tablet così da poter guardare la tv e il tempo vola.

    1. Caspita 12kg in meno sono un sacco! Bravissima 🙂
      Sono contenta di non essere l’unica ad aver avuto buoni risultati con questo allenamento. E’ valido, ma se ne parla ancora troppo poco.

  4. Ciao 🙂
    io adoro camminare, da qualche mese seguo una dieta e cammino 3 volte a settimana, e i risultati si vedono.. Questo workout di cui parli è interessantissimo, mi informerò meglio!!
    bacio
    Alice

    1. Camminare aiuta veramente tanto, e non solo con il dimagrimento, ma anche a livello mentale 🙂
      Te lo consiglio proprio 😉
      Baci

    1. Eh neanche io lo conoscevo, ma devo dire che è molto utile nel caso in cui non si ha la possibilità di andare a camminare all’aria aperta 😉

  5. Non lo conoscevo affatto e sembra un programma abbastanza fattibile! Anche io ho deciso di dedicare più tempo alla mia salute. Nel mio caso ho bisogno di tenere caldi i muscoli e ho ricominciato con il pilates. Non disdegno le passeggiate fuori ma è un pelo complicato vista la stagione!

    1. Ciao Linda cara!
      Io ne ho letto in alcuni gruppi di discussione, e ti dirò, inizialmente non sembrava allettante. Il pensiero di dovermi mettere a camminare sul posto mi faceva un po’ storcere il naso. Poi facendolo, mi sono accorta che non è affatto male, anzi io lo trovo molto piacevole.
      Il pilates *_* io lo praticavo anni fa e mi piaceva un sacco, poi ho smesso per via dell’università e ho ripreso solo nel 2014 andando a zumba. Praticamente ero latitante per le palestre XD Ogni tanto lo faccio in casa seguendo i video di Blogilates che trovo molto validi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.