Crea sito

[Mi rimetto in forma] – La mia esperienza con “30 day shred”

 

Buon inizio di settimana gente! E’ praticamente dal mese di luglio che non scrivo per questa rubrica. Non avendo fatto cose particolarmente rilevanti ho preferito evitare post del tipo “sto continuando a fare così e cosà, la situazione è sempre uguale a prima, ci vediamo al prossimo appuntamento“. Nell’ultimo post vi avevo parlato dei miei piccol(issim)i traguardi raggiunti. Dopo quelli mi son fermata. Niente attività fisica (a parte bicicletta e camminata di tanto in tanto) e niente dieta. Sono rimasta un po’ come in un limbo.

Un giorno, però ho letto il post di Svampi del blog BeautyBats riguardante il programma 30 day shred. Mi è venuta la geniale idea di provarci anch’io (come avevo anche detto nei commenti al post del resto). Per cui eccovi qua la mia esperienza con 30 day shred.

30 days shred

Il 30 day shred è un workout della durata di 30 giorni, che si può fare tranquillamente a casa senza la seccatura di doversi allenare in mezzo a sconosciuti. Il programma si basa su 3 livelli da 10 giorni ciascuno. Ad ogni livello, corrispondono una serie di esercizi di forza, esercizi per addominali ed esercizi di tipo cardio, oltre allo stretching ad inizio e fine allenamento. Il tutto è abbinato per riuscire a bruciare calorie e tonificare quanto più possibile. La durata del workout è di circa mezz’ora, tempo che in una giornata riusciamo a trovare tutti. Io lo facevo quando mi veniva comodo, mattina o pomeriggio di solito. Le uniche cose necessarie sono pesi (io utilizzavo bottigliette da mezzo litro piene d’acqua), tappettino e tenuta sportiva. E adesso ecco i miei primi 10 giorni, giorno per giorno, giusto per darvi un’idea.

Giorno #1

Sofferenza, sudore, braccia e gambe a pezzi, odio gli jumping jacks.

Giorno #2

Appena sveglia avverto le cosce leggermente doloranti, ma più passano le ore più il dolore aumenta. Ogni volta che allargo le braccia sento dolore. Le cosce le sento comunque già più dure.

Giorno #3

Le gambe fanno ancora male e ho anche ricominciato a fare zumba. Durante la lezione di zumba non avvertivo alcun dolore, ma dopo qualche ora la situazione è peggiorata. Anche le braccia iniziano a far male.

Giorno #4

I dolori alle cosce si sono ridotti, in compenso aumentano quelli alle braccia. Ho notato che riesco a resistere già di più durante il workout.

Giorno #6

Ho dovuto interrompere un paio di giorni e già dopo gli squat (inizio workout) mi sento morta. Odio gli affondi.

Giorno #7

Avverto dolore al ginocchio sinistro mentre faccio gli squat.

Giorno #9

Mi fa male il ginocchio con gli affondi.

E adesso parliamo di risultati. Io ho iniziato il primo livello il 28 settembre, da metà livello in poi non sono riuscita ad essere costante per via dei dolori, del fatto che il workout non lo trovavo particolarmente stimolante e perché alcuni giorni ero stremata da altro per avere la forza sufficiente ad allenarmi così intensamente. Nel frattempo continuavano le mie lezioni di zumba due volte a settimana, quindi non è che smettessi totalmente di allenarmi. Visivamente (ma me ne rendevo conto anche indossando i soliti jeans) mi ero già resa conto che qualcosa non andava. Era come se mi fossi gonfiata, specialmente le cosce (il mio cruccio principale), prendendo le misure ecco cosa ne è venuto fuori.


Misure prima di iniziare il primo livello

Braccia: 30cm

Petto: 106cm

Vita: 80cm

Fianchi: 108cm (un cm in più dall’ultima volta)

Cosce: 64cm (un cm in più dall’ultima volta)


Misure al termine del primo livello

Braccia: 31cm

Petto: 106cm

Vita: 80cm

Fianchi: 108,5cm

Cosce: 66cm


In sostanza i miei sospetti erano fondati, come si può vedere dalle misure di braccia, fianchi e cosce. Ho preferito interrompere qui il 30 day shred: tonica sì, ma non a questi costi. Io per perdere cm alle cosce metto sempre tantissimo e vederli aumentare o stare stretta nei miei soliti jeans, anche no. Specialmente per i dolori che derivavano dall’allenamento. Sicuramente non è un workout che fa per me, probabilmente sono stata io ingenua nel tuffarmici a capofitto.

Dovrei forse pensare prima a perdere peso e poi tonificare, però vista la mia esperienza, lo sconsiglierei a tutte le ragazze cicciottine come me che vogliono perdere peso e cm. Lo consiglio a chi vuol mettere su massa muscolare o vuole solo definire meglio la figura. Mi dispiace un po’ (molto a dire la verità) perché ci speravo parecchio viste le testimonianze di altre ragazze. Certo non speravo nel miracolo, ma almeno qualche cambiamento in positivo, invece nada.

Vi lascio comunque i link ai video, se avete voglia di sperimentare questo allenamento.

Giusto per chi fosse arrivata alla fine del post (e tu lettrice/lettore che sei arrivato qui meriti una statua), ma ancora non abbia idea di che cosa io stia blaterando, vi lascio i post precedenti.

Avete provato questo il 30 days shred? Quali sono i workout che su di voi funzionano meglio? E qual è la parte del corpo che vi fa più penare (sempre che ne abbiate una)? Fatemi sapere 😉

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog 😉
Se ti piace questo genere di post, allora leggi anche:

2 Risposte a “[Mi rimetto in forma] – La mia esperienza con “30 day shred””

  1. non conoscevo questo tipo di workout, è da provare, sicuramente è faticoso, io vorrei perdere solo qualche kg prima delle vacanze di Natale, giusto per non sentirmi stretta stretta nei vestiti, ma prima dovrei iniziare con il mangiare correttamente 🙂 non ti conoscevo ho scelto di iniziarti a seguirti, mi piace come scrivi ed ho letto il post tutto ad un fiato , se ti va passa anche da me :-*

    1. Ciao Lisa, guarda se parti già da una buona base con l’allenamento potrebbe non essere così faticoso, anche se sicuramente non è leggero. Il mangiare correttamente sicuramente aiuta sempre, a prescindere dal peso, se poi lo si aggiunge all’attività fisica costante non può che giovare.
      Grazie mille per il complimento! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.