Crea sito

[Review] – Ylatì: Base Lavante, Balsamo Ristrutturante e siero viso Elisir Cosmaceutical

Buon inizio di settimana gente!

Giusto prima di Natale, sulla pagina FB vi dissi che mi stava arrivando un pacco il cui contenuto mi era totalmente sconosciuto, per cui è anche giunto il momento di parlarvi del contenuto e dell’azienda che me l’ha gentilmente spedito. Per il programma “Speciale Natale Blogger”Ylatì, marchio che non conoscevo, ha inviato questo kit e mi ha fatto molto piacere provarlo e conoscere l’azienda.


L’Azienda

Ylatì nasce da un progetto del gruppo YPHARMA e crea cosmetici innovativi e di alta qualità, grazie all’uso di nuove tecnologie di ricerca e alla creazione di trattamenti dermocompatibili e Made in Italy. Nei prodotti proposti dal brand si trovano principi attivi quali acido ialuronico, cellule staminali di mela ed uva (utili per rallentare l’invecchiamento cutaneo), complessi antismog, emulsionanti di origine vegetale, mentre non troviamo parabeni aggiunti, SLS e SLES.

La gamma dei prodotti Ylatì si divide in due linee.

  • Satèn – Reverse your skin, pensata per la cura della pelle. E’ caratterizzata da un trattamento universale idratante e anti-age (Serum Cream Cosmaceutical), da un trattamento universale rigenerante, rassodante e anti-age (Prestige Cream Cosmaceutical) e un trattamento universale illuminante e ridensificante (Elisir Cosmaceutical, quello che ho ricevuto io). (Qui maggiori info)
  • Tricostamyl – Reverse your hair, pensata per la cura di capelli e cuoio capelluto. La linea per i capelli, è composta da una Base Lavante e Balsamo Ristrutturante (ricevuti entrambi), da Fiale Monodose pensate per varie problematiche (caduta, forfora, sebo, prurito, caduta-sebo) e Capsule per donare forza ai capelli e ridurne la caduta. (Qui maggiori info)

L’azienda mi anche omaggiata dell’Attivatore d’Abbronzatura Anti-age, ma dal momento che ho testato questi prodotti a partire dal 24 Dicembre ho preferito non aprire il prodotto, per conservarlo al meglio e recensirlo in estate. Ma adesso bando alle ciance, iniziamo!


Review Base Lavante & Balsamo Ristrutturante

Il pack devo riconoscere che ha diversi punti a suo favore. La forma perché l’apertura si trova in basso, per cui non è necessario capovolgere quando si è quasi alla fine del prodotto. Il fatto che sia in plastica morbida, lo rende facilmente spremibile. Ah, un’altra cosa, quei pallini vinaccia e viola si abbinavano alla perfezione con il bagno di casa 😛

Al tempo stesso ho riscontrato delle cose che non mi sono tanto piaciute. Ossia il fatto che la plastica sia bianca ed opaca e non permette di vedere quanto prodotto resta, neanche controluce e, per quanto riguarda lo shampoo, non si può mettere l’acqua dentro quando è quasi finito per diluirlo.

Vi metto anche gli INCI, così poi passo all’esperienza vera e propria.

INCI Base Lavante: Aqua, Cocamidopropyl betaine, Disodium laureth sulfosuccinate, Ammonium lauryl sulfate, Sodium chloride, Propylene glycol, Glycerin, Malus domestica fruit cell culture, Glycoproteins, Sodium hyaluronate – HMW, Glutamic acid, Panthenol, Aloe barbadensis leaf juice powder, Threonine, Tripeptide-31, Valine, Achillea millefolium extract, Salvia officinalis extract, Chlorhexidine digluconate, Milium effusum extract, Bambusa vulgaris sap extract, Polyquaternium-7, Adiantum capillus veneris extract, Melissa officinalis leaf extract, Equisetum arvense extract, Allantoin, Ethylhexylglycerin, Faex extract, Arginine, Bisabolol, Calcium lactate, Calendula officinalis extract, Copper sulfate, Fucus vesiculosus extract, Cocamide DEA, Hydroxypropyltrimonium hydrolyzed wheat protein, Disodium cocoamphodiacetate, Manganese gluconate, Phospholipids, Pirocotone olamine, Tilia cordata extract, Urtica dioica leaf extract, Zinc sulfate, Sodium methyl cocoyl taurate, Sodium xylene sulfonate, Xanthan gum, Diethanolamine, Parfum, Benzoic acid, Dehydroacetic acid, Polyaminopropyl biguanide, Sodium benzoate, Phenoxyethanol.

INCI Balsamo Ristrutturante: Aqua, Cetearyl alcohol, Cetrimonium chloride, Hydrogenated tallowtrimonium chloride, Hydrolyzed silk, Vitis vinifera fruit meristem cell culture, Malus domestica fruit cell culture, Glycoproteins, Sodium hyaluronate -HMW, Threonine, Tripeptide-31, Valine, Argania spinosa oil, Butyrospermum parkii butter, Hydrolyzed collagen, Hydrolyzed elastin, Linum usitatissum oil, Olea europea oil, Linseed acid, Hydroxypropyltrimonium hydrolyzed wheat protein, Cyclohexasiloxane, Cyclopentasiloxane, Ethylhexyl palmitate, Ceteareth-20, Dipalmitoylethyl hydroxyehtylamonium methosulfate, Citric acid, Amodimethicone, Propylene glycol, Hydroxypropyl guar hydroxypropyltrimonium chloride, C12-14 sec-pareth-5, C12-14 sec-pareth-7, Polysorbate 20, Glycerin, Ethylhexylglycerin, Sodium cocoyl isethionate, Sodium lauroamphoacetate, Sodium methyl cocoyl taurate, Hydroxymethylglycinate, Xanthan gum, Imidazolidinyl urea, Dehydroacetic acid, Phenoxyethanol.

Lo shampoo, totalmente incolore, ha una buona consistenza (come quella dei classici shampoo), mentre il balsamo è più denso e bianco. Entrambi hanno una profumazione leggermente fruttata, ma non forte. Per testarli, pur non essendo io un’assidua consumatrice di balsamo per capelli, per quasi tutto il periodo di prova li ho utilizzati insieme, evitando l’utilizzo di altri prodotti (ad esempio quelli per lo styling).

Quando me ne sono fatta una certa idea, ho voluto provare lo shampoo senza l’uso del balsamo e, successivamente ho provato il balsamo in associazione ad un altro shampoo, per cui mi sono potuta fare un’idea piuttosto completa. Per quanto riguarda lo shampoo, inoltre, ho deciso di provare ad utilizzarlo sia normalmente, che diluito.

Lo shampoo, a contatto con i capelli bagnati, produce una bella schiumetta e, come suggerito sul retro del tubetto, ho proceduto sempre con due lavaggi ed il secondo lo lasciavo in posa per qualche minuto. Dopo il risciacquo si sentiva già toccando i capelli bagnati, che questi risultavano puliti, anzi direi che risultavano molto sgrassati. Dopo aver lavato i capelli, prelevavo una noce di balsamo e lo applicavo su tutta la chioma aiutandomi con un pettine a denti larghi. Inizialmente trovavo il balsamo leggermente ostico da eliminare, ma poi ho capito che era solo questione d’abitudine, non essendo io solita utilizzarlo. Dopo aver risciacquato la chioma per eliminare il balsamo, i capelli risultano reidratati, inoltre quando sono ancora umidi si percepisce il profumo dei due prodotti.

Una volta asciutti, il profumo si percepisce in maniera molto più leggera fino a 4 ore dopo (sperimentato la sera della Vigilia di Natale, quando l’odore di fritto avrebbe potuto impregnarmi i capelli). I capelli risultano supermorbidi e lucidi, tant’è che la cosa mi era stata fatta anche notare e restavano puliti per 2-3 giorni. Una cosa che ho notato è il fatto che nonostante il suo utilizzo, il giorno dopo i capelli avevano la tendenza ad annodarsi, cosa che in genere con il solo uso dello shampoo non mi capita.

Se invece diluivo lo shampoo, il profumo si percepiva molto meno meno da subito, ma in sostanza i risultati non cambiavano. In alcune situazioni, soprattutto le prime volte che utilizzavo questa combo, ho notato che si creava un po’ di forfora che ho poi attribuito alla base lavante, sia per via dell’azione sgrassante, sia dopo averlo utilizzato da solo. Infatti quando l’ho usato senza il suo alleato, i capelli risultavano decisamente più stopposi, con più nodi, meno lucidi e addirittura ho riscontrato nelle ore successive prurito al cuoio capelluto. La cosa devo dire che mi ha lasciata non poco perplessa perché, per l’appunto nella descrizione riportata sul retro del tubetto c’è scritto

“Coadiuvante nel trattamento cosmetico di tutti i tipi di capelli e cute. Ridona lucentezza e idratazione ai capelli secchi e sfibrati.”

Devo riconoscere che nonostante non fosse particolarmente idratante per i capelli, non ho notato la comparsa di doppie punte o l’aumento di capelli spezzati, pur avendo utilizzato la piastra quasi ad ogni piega. Quando l’ho terminato, ho utilizzato un altro shampoo in associazione al balsamo e devo dire che i risultati sono stati simili ai precedenti: capelli morbidi e lucenti.


SCHEDA PRODOTTO

  • Nome: Base Lavante & Balsamo Ristrutturante Ylatì
  • Reperibilità: farmacie rivenditrici del marchio
  • Quantità: 150ml/cad
  • PAO: 6M (entrambi)
  • Prezzo: 12,90€ la base lavante, 16,90€ il balsamo ristrutturante
  • Pro: pack comodo, shampoo con buon INCI pur non essendo BIO, buona profumazione, il balsamo districa bene i capelli e li rende morbidi e luminosi
  • Contro: pack che non consente di vedere il prodotto che resta, prezzo non proprio economico per il quantitativo di prodotto (la base lavante l’ho usata per 9 lavaggi complessivi, facendo due sciacqui per shampoo ed ho i capelli che arrivano a metà collo circa), lo shampoo ha un’azione troppo sgrassante sui miei capelli

Review Elisir Cosmaceutical

Il pack di questo siero mi ha intrigata subito parecchio, perché fa molto “prodotto di lusso”, non so se rendo l’idea. Il cartoncino, bianco e argento, in cui è contenuto al tatto risulta gommato. All’interno troviamo il flaconcino, tenuto fermo da un anello di cartone sulla base dello scatolino. Il flacone è di piccole dimensioni, tant’è che quando l’ho visto ho pensato che il quantitativo non fosse sufficiente per farmi un’idea chiara, ma mi sono dovuta ricredere.

Il boccino è fatto in vetro opaco, ma consente ugualmente di vedere quanto prodotto vi è all’interno. E’ dotato di un tappo contagocce, la cui punta è leggermente ricurva, come si vede dalle foto. Una cosa che ho notato, è che quando il prodotto sta per terminare si fatica un po’ nel prelevarlo, ma niente di impossibile. L’anello del contagocce, essendo specchiato, ne risente un po’ con gli utilizzi visto che ci restano ogni volta le impronte digitali sopra.

Eccovi l’INCI: Aqua, Dicaprylyl ether, Polyglyceryl-4 diisostearate/Polyhydroxystearate/ sebacate, Isodecyl laurate, Sorbitol, Magnesium sulfate, Argania spinosa kernel oil, Ribes nigrum seed oil, Hydrolyzed hyaluronic acid, Sodium hyaluronate crosspolymer, Simmondsia chinensis seed oil, Olus oil, Cera alba, Hydrogenated castor oil, Copernicia cerifera wax, Vanillin, Ethylhexyl stearate, Acacia senegal gum, Xanthan gum, Polyglyceryl-2, Sequiisostearate, Alluminum tristearate, Octyldodecanol, Magnesium stearate, Sodium hydroxymethylglycinate, Lactic acid.

Il siero, bianchissimo, non è né troppo liquido, né troppo denso, diciamo che ha una densità tale da non rischiare di far danni quando lo si preleva. A livello di profumazione, inizialmente percepivo una nota fresca, di pulito, ma dopo un po’ ho iniziato a non sentirla più. Le prime volte che l’ho utilizzato, sbagliavo le dosi, prelevandone più del dovuto e per assorbirsi completamente ci volevano circa due minuti, poi quando ho capito bene quanto ne servisse i tempi si sono ridotti.

Ho utilizzato l’elisir tutti i giorni, a partire dal 24 Dicembre, sia la mattina che la sera. In particolare la mattina seguito dalla crema idratante, mentre la sera lo lasciavo agire da solo. Come dicevo sopra, credevo che il quantitativo non fosse sufficiente a farmi un’idea ben precisa visto che per i prodotti di skincare ci vuole più tempo per vederne gli effetti, ma i risultati rapidi mi hanno fatta ricredere.

Già con i primi utilizzi la pelle risultava bella idratata, compatta e luminosa, ma non contribuisce all’aumento della lucidità della mia pelle mista. Dopo 12 giorni di uso continuativo ho notato un netto miglioramento del colorito (molto più uniforme). La pelle al risveglio appariva sempre bella e distesa e, cosa che me lo ha fatto amare. Le linee d’espressione che mi si iniziavano a notare ai lati del naso (è vero che passati i 25, inizia la fase di non ritorno…) si sono distese e sono andate via via attenuandosi. La cosa l’ho riscontrata anche truccandomi, perché a causa di queste maledette linee d’espressione ai lati del naso e una più leggera vicino al sopracciglio sinistro, capitava spesso che dopo mezza giornata il fondotinta vi si depositasse, invece con l’uso continuo del siero è capitato sempre meno.


SCHEDA PRODOTTO

  • Nome: Elisir Cosmaceutical Ylatì
  • Reperibilità: farmacie rivenditrici del marchio
  • Quantità: 15ml
  • PAO: 8M
  • Prezzo: 45€
  • Pro: pack accattivante che consente di vedere il prodotto all’interno, risultati rapidi, linee d’espressione distese, pelle luminosa e compatta
  • Contro: prezzo un po’ alto rispetto ai 15ml

Se siete arrivati fino a qui con la lettura vi meritate una statua, per cui cerco di essere quanto più sintetica con le conclusioni. La base lavante per me è un no. Non mi piace il pensiero di uno shampoo non proprio low cost con cattive performance. Il balsamo ristrutturante è un nì, non ho balsami recenti con cui confrontarlo, ma nel web se ne leggono tanti con prezzi inferiori e ottime prestazioni. L’elisir cosmaceutical è decisamente un sì. Costicchia, ma per i risultati che ho visto sulla mia pelle non posso non approvarlo, è stato veramente una scoperta.

Per avere maggiori info riguardo al brand Ylatì, vi lascio le loro referenze:

Conoscevate il brand o vi incuriosiva e non lo avete mai provato? C’è qualcosa che vi incuriosisce? Fatemi sapere 😉

* I prodotti in questione mi sono stati inviati dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nella review sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.

 

8 Risposte a “[Review] – Ylatì: Base Lavante, Balsamo Ristrutturante e siero viso Elisir Cosmaceutical”

  1. È la prima volta che sento di questo marchio, però il siero sembra veramente un ottimo prodotto! Peccato per il prezzo!
    Ho la cute delicata e la maggior parte degli shampoo mi irrita la zona, quindi credo proprio che non potrei provare questo!
    Buon week end! :*

    1. Ma infatti, lo shampoo è quello che mi ha lasciata maggiormente perplessa proprio perché se già io che ho i capelli grassi, ne ho risentito in quel modo, non oso immaginare cosa potrebbe accadere con un capello secco o crespo…
      Il siero, però è stato una bomba 🙂

  2. Il siero sembra essere un prodotto magico se i risultati sulla pelle sono così ottimi! Peccato davvero per il prezzo, al momento non spenderei mai così tanti soldi:(

    1. Sì Linda, il siero è veramente portentoso, mi ha lasciata veramente senza parole. Il prezzo effettivamente è un po’ altino, e attualmente visto lo stipendio basso non so se li spenderei, ma se avessi maggiori possibilità economiche, lo prenderei ad occhi chiusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.