Crea sito

[Review] – Siero Restringi Pori Sebo Végétal Yves Rocher

Ciao bella gente!

Dopo avervi parlato la settimana scorsa della mia beauty routine quotidiana per il viso in cui vi ho mostrato i prodotti che applico giornalmente sul viso, ecco la recensione del siero  restringi pori Yves Rocher come avevo preannunciato.

Ho acquistato il siero restringi pori a novembre, ma l’avevo già adocchiato da diversi mesi. Me lo avevano fatto provare su una mano e dopo che si era asciugato la pelle risultava superlevigata. Poteva non conquistarlo una portatrice di pori come me?! Certo che no, per cui è venuto a casa con la sottoscritta.

Partiamo dalla confezione. Come tutta la linea Sebo Végétal lo scatolino e la boccetta sono di un verde chiaro che richiama il principio attivo presente nei prodotti, la polvere purificante di Baikal (estratta dalla radice di Scutellaria). Il cartoncino (come nella crema viso Vivi Verde) è fatto da cartone proveniente da foreste gestite responsabilmente (che è una cosa che apprezzo sempre). All’interno troviamo la boccetta in vetro verde trasparente (così possiamo vedere quanto prodotto resta), dotata di sistema a pompetta che permette di dosare il prodotto in base alla pressione applicata, evitando inutili sprechi.

In questo caso, il flacone è quasi vuoto

Ecco cosa dice Yves Rocher di questo prodotto magico:

Questo siero, dalla texture fresca e fluida, assorbe l’eccesso di sebo, disostruendo e restringendo i pori.

Liberata dall’eccesso di sebo, la pelle respira di nuovo. Purificata a lungo, risulta impeccabile e fresca per tutta la giornata.

Questo è l’INCI:

Aqua, glycerin, alcohol, silica, dimethicone, hydroxyethyl acrylate/sodium acryldimethyl taurate copolymer, zea mays starch, malic acid, centaurea cyanus flower water, zinc gluconate, aphloia theiformis leaf extract, sodium hydroxide, salicylic acid, parfum, scutellaria baicalensis root extract, sodium benzoate, potassium sorbate, citric acid.

Il siero ha una consistenza fluida, ma non troppo ed è di un colore bianco-verdino lattiginoso. Il profumo è fresco e sa di pulito come il detergente della stessa linea (qui la review). Io ne applico poco poco con le dita e poi lo faccio assorbire. Per asciugarsi impiega pochissimo e non lascia la pelle unta.

Come vi ho detto nel post della mia routine viso, lo applico mattina e sera. In particolare, per il primo mese lo applicavo su tutta la superficie del viso, anche dove non ci sono pori dilatati, e poi non applicavo la crema idratante. Usandolo in questo modo, avevo iniziato ad odiarlo. Mi opacizzava il viso, ma a fine giornata percepivo la pelle del viso disidratata e che necessitava davvero idratazione (mea culpa, me la sono un po’ cercata). Altra cosa che ho riscontrato in quel primo mese è stata la comparsa di brufoletti in più nell’area dei pori dilatati e a livello visivo i pori erano sempre gli stessi.

Il secondo mese ho iniziato ad usarlo come si deve. Lo applicavo solo dove ne avevo bisogno e successivamente mettevo la crema su tutto il viso. La situazione è migliorata: i brufoli non comparivano più ed il viso stava bene. I brufoletti del primo mese successivamente li ho associati al fatto che il prodotto serve anche a disostruire i pori, quindi diciamo che fa uscire la schifezza che c’è dentro (che immagine idilliaca…). A livello di pori la situazione mi sembrava più o meno la stessa, tranne sul naso dove ho potuto riscontrare una loro riduzione.

Dal terzo mese in poi ho continuato ad utilizzarlo come nel secondo, evitando accuratamente di metterlo se poi devo truccarmi perché non va bene come base per il trucco, anche se poi si mette la crema idratante. Ho notato, infatti, che non fa aderire bene i prodotti (fondotinta o BBCream). E’ come se questi scivolassero via più facilmente e, se non scivolano, si sgretolano (WTF?!). I pori sul naso sono diventati davvero minuscoli e anche su fronte e lati del naso posso dire di aver riscontrato una riduzione di dimensioni.


Scheda Prodotto

  • Nome: Siero restringi pori Yves Rocher
  • Reperibilità: negozi monomarca o consigliere di bellezza
  • Quantità: 30ml
  • PAO: 6M
  • Prezzo: 14,95€, ma spesso è in offerta a circa 12€
  • Pro: disostruisce i pori, effetto opacizzante, riduzione pori, asciugatura rapida, profumo di fresco/pulito
  • Contro: non idratante, non va bene come base trucco

Devo dire che la quantità non è moltissima, ma considerando il prezzo ed il fatto che ne basta davvero poco, trovo che il rapporto quantità/prezzo sia buono. Io ce l’ho da novembre e lo uso due volte al giorno e sta terminando solo ora. Quando terminerà, eviterò di acquistarlo almeno momentaneamente per vedere se la situazione resterà invariata o tornerà come prima. Anche per capire bene se è effettivamente lui il responsabile del miglioramento o l’azione combinata della Lozione tonica perfezionatrice.

[Edit del 19/07/2016: a riprova di quanto detto in questa review, già dopo qualche mese che lo terminai, i pori sono tornati alle loro normali dimensioni. Credo che per farli sparire ci vorrebbe solo un miracolo, ma questo siero utilizzato con costanza può davvero aiutare a combatterli.]

Bene bella gente, questo è quanto. Qualcuna di voi ha provato questo prodotto o ne è incuriosita?

Sei alla ricerca di un siero viso? Allora potrebbero interessarti anche i seguenti post:

10 Risposte a “[Review] – Siero Restringi Pori Sebo Végétal Yves Rocher”

  1. Ciao cara! Sono contenta che t sei accorta del cambio logo del mio blog *.* il prodotto che hai recensito mi pare assai interessante e dovrei veramente acquistarlo per alcuni punti sulle guance… Mi metteró alla ricerca. Un bacione

    1. Va beh, per me che non sono prettamente consumatrice ecobio, non è un disastro. Personalmente mi disturba di più il fatto di non poterlo usare come base prima del trucco :-/
      Passo sempre dalle mie lettrici 😉

  2. A metà recensione ero davvero entusiasta, arrivatà all’INCI ho iniziato a perderne e quando ho letto che non va bene come base trucco le mie illusioni sono completamente crollate! Ma perché?! 🙁 avrei voluto proprio provarlo per usarlo prima del trucco solo di giorno.. peccato!

    1. Elenuccia ciao 🙂
      Mi spiace! Per me l’INCI diciamo che non è malissimo, visto che non consumo esclusivamente prodotti ecobio (a parte quel dimeticone che se lo potevano risparmiare) … La delusione del non poterlo utilizzare come base l’ho avuta anche io T_T già mi vedevo con la pelle più liscia e uniforme di giorno senza la necessità di un vero e proprio primer, ma niente… sogni infranti!
      Un bacione :-*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.