polveri

Buon inizio di settimana gente! A parte la foto vecchissima d’apertura, oggi voglio parlarvi di un prodotto che mi sta accompagnando da circa un anno, con i suoi pro e contro, ma che tutto sommato non mi dispiace affatto utilizzare. Si tratta della Protection Palette di Makeup Revolution, regalatami da Mr.L per lo scorso San Valentino insieme ad altri gingilli truccosi.

Devo ammettere che ho messo un bel po’ di tempo per farmi un’idea completa riguardo questa palette, nonostante l’entusiasmo iniziale. Non a caso era finita anche nei miei preferiti di febbraio 2015. E’ un prodotto che mi attirava per via del fatto che mi piace fare il contouring, non pesante come alcuni di quelli che si vedono in giro (spesso tra le americane), ma giusto il necessario per scolpire il viso e comunque non per tutti i giorni, nei quali solitamente vado solo di blush e se ho un po’ più di tempo a disposizione aggiungo un po’ di illuminante sugli zigomi. Se anche voi, amate questa tecnica, vi consiglio di leggere questo post fino alla fine.

La palette è arrivata racchiusa in una scatolina di cartone nero, con scritte bronzo e bianche e sul retro vi è anche l’immagine delle cialde contenute al suo interno. Nel mio caso, la scatola è arrivata leggermente danneggiata. Con l’andare del tempo e con i vari utilizzi, sia sul cartoncino che sulla palette sono rimaste impresse diverse impronte digitali per via del fondotinta/correttore, che è anche il motivo per cui non ho rifatto le foto, pur essendo queste bruttine, perché dalla plastica bene o male vanno via, ma dal cartoncino no.

La palette vera e propria, al contrario della Iconic Dreams, è fatta di una robusta plastica nera e lucida con apertura a scatto. A me per qualche oscuro motivo si è rotta, e con oscuro motivo, probabilmente parliamo di madreh, visto che il colpevole non è uscito ancora allo scoperto. All’interno, è dotata di uno specchio che riempie tutta la parte superiore. Come per lo scatolino in cartone, la palette è caratterizzata dalle scritte color bronzo. Questo pack mi piace parecchio, sia per la solidità che per la presenza dello specchio, che rende questa palette comoda da portare anche in viaggio.

Ecco anche gli INCI delle varie componenti presenti all’interno:

  • Face Powder & Bronzer: Mica, Talc, Magnesium stearate, Paraffinum liquidum, Kaolin, Ethylhexyl palmitate, Polybutene, Dimethicone, Propylparaben, Methylparaben [+/-: CI 77891, CI 77491, CI 77492, CI 77499]
  • Blusher: come sopra [+/-: CI 77891, CI 77491, CI 77492, CI 77499, CI 15850, CI 16035, CI 77007]
  • Highlighter: come sopra [+/-: CI 77891, CI 77491, CI 77499, CI 16035]
  • Concealers: Paraffinum liquidum, Talc, Ethylhexyl palmitate, Ozokerite, Poly(methyl methacrylate), Paraffin, Trimethyl phenyl silsesquioxane, Beewaxs, Mica, Methylparaben, Propylparaben, BHT [+/-: CI 77891, CI 77491, CI 77492, CI 77499]palette

Mr. L, che riesce sempre a farmi il regalo giusto (e prima o poi gli costruirò una statua), ha scelto per me la colorazione Light. Sul sito del brand ci sono anche le colorazioni Light Medium, Medium e Medium Dark. All’interno della palette troviamo, sul lato sinistro le tre cialde di correttori, mentre nella zona centrale e destra troviamo cipria, terra, blush ed illuminante.

Correttori

Per quanto riguarda i correttori, dall’alto verso il basso, abbiamo un begiolino chiarissimo, tant’è che l’ho usato veramente poco. Poi abbiamo un beige scuro e leggermente aranciato e, infine, un beige leggermente giallino.

Swatches-correttori-Protection-palette-Light Swatches-correttori-Protection-palette-Light-2

Come si vede dagli swatches il correttore più chiaro, lo è veramente troppo e, utilizzato sulle occhiaie non fa altro che ingrigirle, devo dire però che per illuminare immediatamente sotto l’arcata sopraccigliare non è male. Il secondo può andar bene sulle occhiaie per la nota aranciata presente all’interno che neutralizza il bluastro e al tempo stesso illumina leggermente, ma capirete presto perché preferisco di gran lunga altri correttori. Il correttore tendente al giallo lo utilizzo a volte per ridefinire il contorno labbra o come illuminante prima della cipria se non voglio utilizzare illuminanti perlati.

Sono tutti e tre molto cremosi e si prelevano facilmente sia con i polpastrelli che con il pennello. In quest’ultimo caso ho notato che sono più difficili da lavorare, mentre con le dita (anche grazie al calore) si fondono più facilmente con la pelle. Utilizzandoli, si può notare immediatamente che sulla pelle non vanno a creare spessore, cosa che accade con alcuni correttori in cialda, né risultano essere pesanti. In alcune zone, ad esempio il contorno labbra o l’arcata sopraccigliare, dove la pelle è più tesa, la fanno apparire ancora più levigata.

Dove sta il problema allora? Essendo molto cremosi, tendono a svanire piuttosto in fretta, soprattutto in estate, stagione in cui sono assolutamente off-limits. Per di più tendono ad entrare nelle linee d’espressione per cui utilizzarli ad esempio per coprire brufoletti, macchiette e occhiaie mi risulta impossibile. Al contrario come illuminanti opachi in crema per dare tridimensionalità al viso, non mi dispiace usarli, sempre però limitandomi al contorno labbra, zigomo e arcata sopraccigliare e fissati per benino con della cipria.

Le polveri

Passiamo adesso alla parte migliore della palette, le polveri. Abbiamo una cipria completamente opaca leggermente rosata, una terra opaca e leggermente calda, un blush rosa biscotto con una leggerissima perlescenza e che trovo meraviglioso, e l’illuminante rosa tenue privo di glitterozzi, piuttosto lo definirei perlato.

polveri-protection-palette

swatches-polveri

Cipria-e-terra

Sono molto setose al tatto, quasi burrose direi, specialmente il blush e la terra. Personalmente sono rimasta sconvolta dall’elevata pigmentazione delle cialde come si vede bene dagli swatches, è una cosa che mi ha veramente lasciata senza parole, in particolare la terra ed il blush. Sono un po’ polverose, eccetto l’illuminante, però mi sono accorta che dipende molto anche dal pennello con cui vengono prelevate. Con il pennello da polveri Zoeva di un set ormai fuori produzione, le cialde rilasciano molta più polvere rispetto a quanto accade con il pennello da polveri del kit Royal & Langnickel acquistato di recente, probabilmente per via del fatto che le setole sono più nuove e morbide.

Per quanto riguarda la cipria devo dire che tra le polveri, è quella che preferisco meno perché sì opacizza, ma sul viso si vede parecchio e conferisce al viso quell’effetto invecchiato, non so se mi spiego. Il blush e la terra restano in assoluto le mie cialde preferite perché basta veramente prelevare pochissimo prodotto. La prima volta che ho utilizzato il blush ho fatto un pastrocchio inimmaginabile, sembravo Heidi.

L’illuminante devo dire che è degno di nota perché pur non essendo scrivente quanto gli altri due amichetti e pur essendo rosato, sul viso conferisce una luce bella e affatto pacchiana. Diciamo che è un illuminante che si può utilizzare tranquillamente anche di giorno senza correre il rischio di sembrare una palla stroboscopica. Ad eccezione della cipria che comunque tende a svanire con il passare delle ore, gli altri tre prodotti restano intatti per molto tempo e sbiadiscono comunque uniformemente, senza creare antiestetiche chiazze di colore.


Una cosa che proprio non mi va giù di questa palette è il fatto che non ci sia uno sportellino o una carta per tenere separate polveri e correttori, perché essendo le cialde polverose, inevitabilmente i correttori vengono contaminati. Che poi è anche il motivo per cui odio le trousse PUPA. Piccolo OT: chi progetta le trousse spesso le fa con sportellini, aperture di qui e di là… a questo punto non si può fare una zona creme ed una polveri, anziché mischiare tutto e far fare poi danni?! Questa è una di quelle cose che non capirò mai…

Ok, se siete arrivati fin qui, vi meritate una statua, ma aspettate ancora un pochino per le considerazioni finali.


SCHEDA PRODOTTO

  • Nome: Protection Palette Makeup Revolution nella colorazione Light
  • Reperibilità: presso gli stand del brand, sullo store online e su Maquillalia
  • Quantità: 3,5g correttore, 7,2g cipria, 4g terra, blush e illuminante
  • PAO: 12M
  • Prezzo: 7,95€
  • Pro: pack solido e con specchio, si può portare anche in viaggio evitando di portare terra, blush ecc separati, cialde polveri super scriventi, prezzo
  • Contro: correttori meno validi, cialde polverose, nessuna separazione tra correttori e polveri

Dunque, tirando le somme è una palette con dei pro e dei contro. Sicuramente visto il prezzo che ha non c’era da aspettarsi molto, però per quanto riguarda i pezzi da contouring veri e propri (terra, blush e illuminante) non mi ha delusa affatto. Se vi interessa vi suggerisco di dare una chance non tanto a questa qui, quanto ad altre due palette pensate per il contouring sempre dello stesso brand. Il kit per il contouring Ultra e la palette I ♥ Definition, la prima a 4,45€ e la seconda a 5,99€. Peraltro oltre ad essere simili per tipologia, i colori ricordano tantissimo quella di cui vi ho parlato.

Che ne pensate? Vi piace questa tipologia di palette o preferite avere prodotti separati? Conoscete palette simili di altri brand o avete provato questa? Fatemi sapere 😉

Se vuoi saperne di più in merito alle palette viso Revolution Beauty, allora leggi anche [Review] – All about cream blush palette Makeup Revolution