Crea sito

[Review] – Power Puff Face Blender Sponge W7

Salve gente!

Oggi si parla di tools per il makeup, in particolare della power puff W7, una blender per pasticciare con il fondotinta e non solo. Acquistata per pochi euro su Maquillalia diverso tempo fa, ho avuto modo di provarla ed oggi vi racconto che me ne pare.

W7 propone, oltre alla classica forma a goccia, anche altre blender con forma differente.  Io ho deciso di approcciarmi a questa perché in passato ne avevo provata una a clessidra di Yves Rocher con cui mi ero trovata altrettanto bene.

La power puff è racchiusa in una scatolina in plastica trasparente con scritte nere. Il nome della blender è scritto in caratteri simili a quelli dei fumetti. O almeno a me suscita questa impressione. Sul retro dello scatolino sono indicate le istruzioni per utilizzarla al meglio. Bene o male tutti/e conosciamo l’uso di queste spugnette, ma per chi è alle prime armi, senz’altro è utile anche avere una mini guida scritta.

 

La blender, priva di lattice, è di un intensissimo color fucsia e si presenta a forma di goccia. In rete l’ho vista anche in altri colori (arancione e verde). Da asciutta entra perfettamente nello scatolino ed è morbida, ma compatta. Ovviamente non l’ho mai utilizzata da asciutta, ma sempre da umida. Al primissimo lavaggio con acqua e sapone liquido, ha cacciato un po’ di colore. La stessa cosa mi è capitata anche per i successivi 5-6 lavaggi, ma andando a diminuire. Bagnandola le dimensioni aumentano parecchio, non so quanto si possa notare in foto, ma ve la lascio comunque.

Avanti la blender asciutta, dietro umida.

In pratica da bagnata, rivolta al contrario, riesce ad entrare nello scatolino fino a circa metà. Inumidita diventa decisamente più morbida. Io l’ho utilizzata in vari modi. L’ho apprezzata tantissimo per stendere il fondotinta NYC Natural Matte, mentre meno con la BBCream Yves Rocher. Con il primo, donava un aspetto naturalissimo alla pelle e sembrava di non avere nulla su un viso senza perdere in coprenza. Con la seconda, non c’è stato nulla da fare, ma credo dipenda dalla formula pastosa del prodotto e non dalla blender. Per un periodo l’ho apprezzata anche per la stesura del correttore HD pro.conceal di L.A.Girl, poi sono ritornata ai pennelli che trovo diano un effetto più leggero.

L’ho sperimentata anche con varie ciprie in polvere, sia nella zona del contorno occhi per fare il baking, sia sul resto del viso. Ecco penso che ad oggi questo sia quello che le riesca meglio. Le ciprie vanno a fondersi perfettamente con la pelle senza creare l’effetto finto. Nonostante ciò la pelle appare distesa, luminosa e dalle imperfezioni minimizzate. L’unica cosa che ho notato è che la blender deve essere strizzatissima ed appena umida, altrimenti si creano grumi di cipria difficili da lavorare e bruttini da vedere.

La blender asciutta.

Nonostante i vari lavaggi, a parte la perdita di colore iniziale, non ha perso la forma e non si è scolorita. In genere per lavarla utilizzo acqua tiepida e sapone detergente e così riesco a rimuovere tutti i residui di makeup. Solo con il correttore L’Oreal, ho avuto difficoltà perché tendeva a macchiarla molto di più probabilmente per la pigmentazione. L’unico modo in cui sono riuscita a farla tornare come nuova, è stato utilizzando prima il balsamo struccante Dermolab e poi risciacquarla con del normale sapone liquido.


Scheda Prodotto:

  • Nome: Power Puff Face Blender Sponge W7
  • Reperibilità: Amazon, Maquillalia, PinkPanda
  • Quantità: –
  • PAO: –
  • Prezzo: 2-6€ a seconda del rivenditore
  • Pro: prezzo, comodità, morbidezza, facilità di utilizzo, è possibile usarla con vari prodotti
  • Contro: –

E questo è tutto gente! Queste blender sono praticissime, utili ed economiche. Al momento ne ho già una di scorta, ma non escludo di acquistare la versione a clessidra e le mini in futuro. Chi di voi le ha già provate? Che ne pensate? Quali blender utilizzate al momento? Fatemi sapere 😉 

17 Risposte a “[Review] – Power Puff Face Blender Sponge W7”

  1. Io ho la blinderà violetta di kiko, che è morbida ma non morbidissima e sto letteralmente adorando le mini blender di H&M. Non ci avrei scommesso 5 lire, le ho pagate pochissimo e invece sono morbidissime e hanno proprio una bella resa. Temo non siano robustissime perchè lavandone una con un po’ di energia mi si è un pochino rovinata e ora cerco di essere moooooolto delicata
    Le trovo fantastiche soprattutto per Occhiaie e imperfezioni.
    Sara

    1. Sì, a volte i prodotti più economici si rivelano delle vere e proprie chicche. Devo dire che queste, nonostante i continui lavaggi ed utilizzi non si sono rovinate affatto, quindi credo le ricomprerò più in là. Io le amo per stendere il fondo e la cipria in polvere *_*

  2. Le spugnette in generale, sono le mie preferite per applicare il fondotinta e quelle piccole le utilizzo da asciutte per fare baking sotto gli occhi. Al momento sto utilizzando quella di RT per il fondo e la mini beauty blender per fare baking. Queste di W7 non le ho mai provate ma hanno un ottimo prezzo e finiranno nel mio prossimo ordine sicuramente. Anche quella a clessidra mi piacerebbe molto.

  3. Io sono fedelissima alle beauty blender di Real Techniques! Mi piacciono moltissimo e su Amazon la confezione da 2 viene venduta a 7€. Le uso da anni (sempre e solo inumidite, vedo proprio una differenza abissale tra quando le lascio asciutte e quando le bagno) e resistono bene a diversi lavaggi.
    Ho provato a usare la tecnica dell’olio + sapone + carta stagnola per lavarle e per ora rimane la mia preferita, anche se ogni tanto le strapazzo troppo e mi si “rompono”, ma penso sia colpa mia che sono poco delicata ahah.

    Caterina | caterinasosso.com

    1. Ma sai che vorrei provarle anch’io quelle?! Solo che ho letto che alcune non si sono trovate bene con quelle.
      Ahahah quello i primi tempi lo facevo anch’io con la blender di Yves Rocher, infatti l’ho semi distrutta dopo poco.

  4. La mia conoscenza delle blender non è ampia, per niente. Ne ho solo una di Ebelin presa in Germania che ora sarebbe da cacciare via.
    Comprendo il loro potenziale e in alcune occasioni si è rivelata molto utile, specialmente per uniformare meglio il fondotinta e togliere quell’effetto un po polveroso che mi da in fondo Alverde.
    Terrò in considerazione anche questa per un prossimo acquisto, le altre sono ecotools e morphe 🙂

  5. Ile rispetto alla beautyblender come ti sembra? Perchè ne ho provate altre di spugnette (anche quella real techniques) ma mi sono trovata bene con la beautyblender, mi sembra la più morbida ehehe..Bacii! <3

    1. Ari ti dirò… Non ho mai provato la beauty blender originale. L’avrei fatto il confronto altrimenti 😛
      Anche da quello che ho letto in giro, pare che la beautyblender sia la più morbida in assoluto.
      Un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.