Crea sito

[Review] – Maschere in tessuto Glow glycolic boost Pixi Beauty

Lo scorso aprile, in casa I. è arrivata la prima (e forse l’ultima) PR Box da parte di Pixi Beauty, brand rinomato per alcuni prodotti skincare. La Box #skintreats era un tripudio di maschere, peeling e patch occhi. Tra le maschere spiccano proprio le glow glycolic boost, di cui vi parlo oggi anche se non sarebbe proprio il periodo ideale.

Le glow glycolic boost sul sito Pixi vengono rivendute in una box con 3 maschere, proprio come quelle che ho ricevuto io. Io ne ho usate due, per cui mi sento pronta per parlarvene. Al momento non sarebbe il periodo per il loro utilizzo vista la presenza dell’acido glicolico. Io le ho usate tra aprile ed i primi di maggio in quei periodi in cui il sole non si vedeva neanche a pagarlo (non che ora sia cambiato molto) e quando sapevo che il giorno dopo non sarei uscita di casa. Soprattutto ho sempre utilizzato abbondante protezione solare sotto e sopra il makeup quando uscivo nei giorni successivi.

Il pack esterno della singola maschera è costituito da una bustina in plastica di color pistacchio e salmone, con dettagli bronzati. Rispetto alle altre maschere in tessuto che si trovano in commercio, trovo che queste bustine siano un po’ più grandicelle. La maschera in tessuto vera e propria è ripiegata all’interno in maniera perfetta ed è molto imbevuta. Nonostante ciò sul viso, non tende a gocciolare e anzi sta piuttosto ferma. Le dimensioni le ho trovate giuste per il mio viso, anche se forse avrei preferito dei buchi per gli occhi un po’ più grandi. L’odore è un pochino pungente, ma non lo trovo fastidioso, in quanto smetto di percepirlo dopo poco.

Le glow glycolic boost oltre all’acido glicolico esfoliante ed illuminante, ginseng ed amamelide ed altri estratti vegetali che aiutano a mantenere la pelle sana ed ancora più luminosa. Vi lascio l’INCI:

Aqua, Dipropylene Glycol, Glycerin, Glycolic Acid, Red Ginseng Extract, Aloe Arborescens Leaf Extract, Panax Ginseng Callus Culture Extract, Camellia Sinensis Leaf Extract, Cucumis Sativus Extract, Castanea Sativa Seed Extract, Dioscorea Japonica Root Extract, Ocimum Basilicum Seed Extract, Hamamelis Virginiana Extract, Morus Alba Bark Extract, Asiaticoside, Coix Lacryma-Jobi Ma-yuen Seed Extract, Illicium Verum Fruit Extract, Trehalose, 1,2-Hexanediol, Propanediol, Caprylyl Glycol, Ethylhexylglycerin, Potassium Hydroxide, Xanthan Gum, Butylene Glycol, Disodium EDTA.

L’applicazione della maschera deve avvenire su viso pulito e dura dai 10 ai 15 minuti. Solitamente io con le maschere in tessuto, ho tempi di posa ben più lunghi, cioè finché non si è quasi del tutto asciugata. Con queste, però mi tengo sui 12 minuti proprio per la presenza dell’acido glicolico che è un esfoliante chimico. La maschera non mi ha mai creato problemi di irritazioni, se non una volta nella zona baffetti in cui ho avvertito un lieve pizzicore.

Dopo la rimozione massaggio l’eccesso del siero rimasto sul viso, con movimenti circolari, evitando il contorno occhi. Il siero non è a rapidissimo assorbimento ed è leggermente appiccicoso. Questa sensazione svanisce non appena procedo con la crema idratante. Il viso appare disteso e luminoso, idratato e per nulla arrossato.


SCHEDA PRODOTTO

  • Nome: Maschera in tessuto Glow glycolic boost Pixi Beauty
  • Reperibilità: sul sito del brand (su Sephora Italia, non mi pare che ci sia il set o le maschere singole)
  • Quantità: box con 3 maschere in tessuto
  • PAO: non pervenuto
  • Prezzo: la box costa 10£ (circa 11-12€)
  • Pro: fa quello che promette, le maschere sono ben imbevute e non gocciolano
  • Contro: reperibilità, utilizzo limitato ad alcuni periodi dell’anno (?), il siero risulta un po’ appiccicoso sul viso se non si mette la crema viso successivamente

Questa era la mia esperienza con le maschere in tessuto Glow glycolic boost di Pixi. Voi le avete provate o avete provato altri prodotti del brand degni di nota? Fatemi sapere 😉

Il prodotto in questione mi è stato inviato dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nella review sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog 😉

6 Risposte a “[Review] – Maschere in tessuto Glow glycolic boost Pixi Beauty”

  1. Mi attirano molto, anche se ho sempre un po’ di perplessità sulla forma delle maschere che appunto anche secondo me sul contorno occhi devono essere abbastanza ampi da non coprire la zona. L’important è che comunque la formula sia delicata 😀

    1. Allora non sono la sola. Poi specialmente quando contengono sostanze come acidi o comunque sostanze che possono risultare aggressivi sull’area del contorno occhi, è ancora più importante a mio parere. Beh sì, devo dire che a me comunque non hanno creato problemi, però sempre meglio prevenire 😀

  2. Davvero interessanti come prodotti, per quella box erano forse il prodotto che mi incuriosivano di più!
    Al glicolico ho provato solo il loro tonico e non mi era dispiaciuto, al momento per ho interrotto i prodotti con questo ingrediente e optato per qualcosa di più rinfrescante ed idratante.

  3. So che Pixie è molto rinomato per la skincare e anche i loro prodotti makeup non dovrebbero essere affatto male ma non ho ancora provato nulla 🙂

    1. Ciao Linda! Sì, Pixi per la skincare è molto rinomato. Io ho avuto modo di provare queste cosine e non ti nascondo che mi ha fatto molto piacere, anche perché la Sephora che ho più vicina non è molto fornita, infatti non mi pare di aver mai visto cose del brand in negozio :-/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.