Crea sito

[Review] – Magnif’Eyes Rimmel London 002 London Nudes Calling + Swatch & Look

Salve gente!

Appena Mr.L mi ha regalata la palette Magnif’eyes Rimmel London, mi sono venuti in mente vari pensieri, tra cui anche il fatto che Mr.L è un santo. Il punto del post di oggi, però non è la statua che prima o poi gli farò, bensì questa bella palettina Rimmel.

La primissima cosa che mi è balzata agli occhi vedendo questa palette è la somiglianza con la 8in1! di Avon. Quella che ho inserito nel mio Project10Pan. Entrambe infatti, hanno un pack esterno in plastica nera lucida, con una finestrella trasparente che consente di vedere gli ombretti presenti all’interno. Entrambe, una volta aperte, contengono 8 ombretti in vari finish, un applicatore doppio ed uno specchietto rettangolare piccolo, ma utile. Pur utilizzando esclusivamente i pennelli per truccarmi, devo dire che l’applicatore mi è tornato utile in situazioni particolari (tipo truccarsi in macchina perché in ritardo… e no, non mentre si guida).

A parte per le colorazioni differenti degli ombretti, queste due palette differiscono per due dettagli. La scritta nella parte frontale, color bronzo nella palettina in questione, ed il retro. Infatti, sul retro della palettina Rimmel sono presenti alcuni suggerimenti di utilizzo degli ombretti. Personalmente non ho seguito quegli schemini perché i colori suggeriti per alcune zone non mi convincevano (shimmer nella piega?! No, grazie!). Le dimensioni compatte (sta in una mano) e la presenza dello specchietto, la rendono facilmente trasportabile in borsa.

Vi inserisco l’INCI.

Talc, Dimethicone, Zinc stearate, Sinthetic fluorphilogopite, Calcium sodium borosilicate, Methylparaben, Triethoxycaprylylsilane, Tin oxide, Propylparaben, Iron oxides, Mica, Titanium dioxide, Ultramarines, Manganese violet, Carmine.

Passiamo finalmente alla parte succosa: gli ombretti. Quelli contenuti nella palette 002 London Nudes Calling, sono piuttosto in linea con i trend attuali. Si passa da colori tenui e caldi, passando per i rosa, arrivando a toni più scuri come il melograno e il melanzana. Gli ombretti hanno anche finish e pigmentazione differente, per cui vi dirò le caratteristiche di ognuno.

La cosa che ho notato e che vale per tutti è che, inizialmente la palette aveva una scrivenza inferiore. Come se gli ombretti fossero coperti da una patina. Dopo i primi utilizzi, le cose sono andate decisamente meglio. Le cialde non sono particolarmente polverose, anche se le prime due più chiare, spolverano un po’. Ora ve li descrivo partendo dal primo a sinistra.

  • Crema opaco con scrivenza media. E’ ottimo per uniformare la palpebra, per illuminare l’arcata sopraccigliare e l’angolo interno.
  • Senape satinato con scrivenza media, modulabile. La satinatura dorata di questo ombretto è leggerissima, tanto che a volte lo utilizzo tranquillamente per la piega. E’ valido per creare transizioni leggere. Sulla palpebra, va lavorato di più per ottenere un colore più pieno, perché tende un po’ a perdersi.
  • Rosa freddo shimmer con buona scrivenza. Questo e l’altro ombretto shimmer hanno cialde morbidissime e quasi burrose al tatto. Lo trovo migliore se applicato con i polpastrelli, piuttosto che con i pennelli. Ogni tanto mi crea problemi di fall-out.
  • Rosa antico opaco con buona scrivenza. Per essere un opaco, ha una texture morbida – non quanto quella degli shimmer però – e non crea problemi di chiazze. Lo uso tantissimo sia per la piega, che per la palpebra. Si sfuma con estrema facilità.

  • Tortora satinato con scrivenza buona. Si tratta di un colore a metà tra un grigio ed il rosa antico, con una satinatura fredda e delicata che lo rende molto sfruttabile per tutti i giorni.
  • Taupe shimmer con ottima scrivenza. Come l’altro ombretto shimmer, la cialda risulta burrosa ed il payoff è immediato. Anche in questo caso preferisco applicarlo con i polpastrelli, perché rende decisamente meglio. E’ un taupe intenso, ma sulla palpebra dona una luminosità pazzesca.
  • Borgogna satinato con scrivenza media. Appena ho visto la palette aperta il mio cuore ha fatto un tuffo per lui ed i suoi riflessi melagrana. Purtroppo la scrivenza media mi ha fatta raffreddare abbastanza. Bisogna stratificarlo per renderlo più uniforme.
  • Melanzana satinato con scrivenza pessima. A vederlo in cialda, sembrava promettere bene, poi l’ho swatchato. La satinatura rosata è così leggera, che una volta applicato si perde del tutto, dandogli l’aspetto di un opaco. Peraltro è poco scrivente e poco uniforme. Riesco ad utilizzarlo solo con pennelli penna per intensificare alcuni punti o per delineare leggermente il contorno dell’occhio. Nella piega risulta difficile da sfumare.

Per quanto riguarda la tenuta di questi ombretti non posso lamentarmi. Riescono a resistere tranquillamente per quasi tutto il giorno. Solo con il caldo, ho notato che tendono a migrare nelle pieghette e depositarsi, nonostante l’utilizzo di una base sotto. Solo il crema opaco tende a svanire più in fretta nell’angolo interno, ma mi succede un po’ con tutti gli ombretti.

Il fatto che siano presenti sia ombretti opachi, che satinati e shimmer e con colorazioni che vanno dalle più chiare alle scure, la rendono una palettina parecchio sfruttabile per ricreare sia look sobri e giornalieri, che più marcati per la sera.  Ed ora vi mostro due look creati con questa palettina.

Per altre foto e dettagli su quali degli ombretti ho utilizzato, vi rimando ai post specifici che trovate qui e qui.


Scheda Prodotto:

  • Nome: Magnif’eyes Rimmel London 002 London Nudes Calling
  • Reperibilità: online e in negozi specializzati per la cura della persona come Acqua&Sapone
  • Quantità: 7g
  • PAO: 30M
  • Prezzo: circa 10€
  • Pro: reperibilità, compattezza, presenza di uno specchio, tenuta degli ombretti, gamma colore interessante e sfruttabile per varie occasioni, le cialde shimmer sono burrose e molto scriventi
  • Contro: qualità degli ombretti poco uniforme, il più scuro è quasi inutilizzabile

Eccoci giunti alla fine di questo papello! Se non fosse per i difetti di alcuni ombretti, la consiglierei, per la comodità ed il prezzo contenuto. Adoro le cialde shimmer e quella rosa opaco, ma quella melanzana mi farebbe desistere dall’acquisto. Non so se anche le palette nelle altre colorazioni hanno gli stessi problemi, ma da quello che ho letto in rete, pare di sì. Secondo me, se alcuni ombretti venissero riformulati, potrebbero considerarsi delle vere e proprie chicche.

E questo è tutto. Qualcuno di voi possiede questa o un’altra Magnif’eyes in altre colorazioni? Che ve ne pare? Vi attira? Fatemi sapere 😉

16 Risposte a “[Review] – Magnif’Eyes Rimmel London 002 London Nudes Calling + Swatch & Look”

  1. ma sai che io utilizzo spesso lo shimmer nella piega? Ho gli occhi un po’ “incappucciati” e ho notato che gli ombretti shimmer come colori di transizione mi illuminano molto lo sguardo!
    Comunque questa palette è molto carina! Non credo che la comprerò perché di recente ho preso quella della makeup revolution (icon 3) e ha in generale colori molto simili, però se dovessi trovare in offerta potrei approfittarne 🙂

    1. Su di me non riesco ad andare oltre i satinati nella piega XD però io non ho gli occhi incappucciati.
      Quella ispirava parecchio anche me, ma per il momento non penso che la prenderò, anche se devo dire che avendo la iconic 1 la qualità è piuttosto alta!

  2. Ciao Ile! Della Rimmel London penso di aver provato, in tutta la mia vita, soltanto due ombretti mono (bianco e nero), però questa palette non mi sembra affatto male, soprattutto perchè è composta dalle tonalità che preferisco 🙂

    1. Io pure ho provato poco del brand, per lo più mascara tra l’altro. Una volta mi è stato regalato un ombretto mono color champagne che utilizzavo anche abbastanza, ma dopo circa un anno è andato a male e ho dovuto cestinarlo U_U

  3. Un uomo che ti regala del makeup di sua iniziativa è davvero un santo. A prima vista questa palette mi sembrava molto carina, mi è spiaciuto leggere delle pessime performance di alcuni colori. E’ comunque una cosa che mi aspettavo e che ritrovo spesso in palette sui generis. Tuttavia, come dici tu, per il prezzo contenuto e le dimensioni ridotte mi sembra graziosa. Peccato per il borgogna…aveva fatto capitolare anche me.

    1. Sì, e non è la prima volta che lo fa! Anzi da quando stiamo insieme devo dire che mi ha fatto varie volte sorprese del genere <3
      Sì, il borgogna è troppo carino, ma risulta sempre un po' trasparente se non stratificato T_T

  4. È una palettina molto carina per tutti i giorni. Peccato per la cialda più scuro perché è davvero un flop su tutti i fronti mentre i satinati risultano davvero vibranti! Mi piace in particolare il taupe satinato *-*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.