Crea sito

[Review] – Detergente purificante 3in1 So’Bio

Rieccomi! La quota di post settimanali è scesa ad uno a settimana quando va bene, ma ho le mani in pasta in varie cose personali e il tempo da dedicare al blog si è ridotto. Senza contare che, quelle volte che accendo il pc, non è che abbia tanta voglia di mettermi a scrivere articoli su articoli. In ogni caso, oggi parliamo del detergente purificante 3in1 di So’Bio

detergente purificante 3in1 so'bio

Storia un po’ travagliata con questo detergente perché quando l’ho acquistato stato per terminare la mousse detergente di Cien che ho amato. Poi ho iniziato ad utilizzarlo qualche giorno, ma nel frattempo è arrivato il gel detergente detox di Garnier Bio* a cui ho dato la precedenza visto che mi era stato inviato. Quindi questo detergente di So’Bio, ha ben due referenze che mi sono piaciute tanto prima di lui. Insomma, non gli è andata benissimo. Un po’ come all’esame (o all’interrogazione) prima di te arrivava quello super bravo, di conseguenza tu sembravi lo scemo del villaggio pur essendo preparato.

Oggi chiacchiero parecchio mi sa, per cui prendetemi così. Ho acquistato questo detergente per vari motivi: 1) volevo provare qualcosa di So’Bio finalmente arrivato qui al sud, 2) volevo qualcosa pensato per le pelli miste visto che a breve sarebbe iniziata la bella stagione e 3) mi ha attirata l’idea che fosse utilizzabile anche come esfoliante e maschera, oltre che come detergente.

Il pack è piuttosto pratico per il formato in tubetto di plastica con tappo a scatto. La grafica è tutta sui toni dell’azzurro e del verde e sul retro troviamo tutte le informazioni d’utilizzo. Il detergente di per sé ha una consistenza piuttosto fluida, ma non tale da scappare via quando lo si preleva. All’interno ci sono dei microgranuli, non troppo presenti, ma che comunque si sentono nel momento in cui lo si massaggia sul viso. L’odore non lo saprei ben definire, ma la mia mente lo associa a qualcosa di fresco e pensato per le pelli miste e grasse. 

consistenza gel detergente

INCI Detergente purificante 3in1 So’Bio

La formula contiene il 98% di ingredienti di origine naturale, non contiene parabeni, siliconi e profumi di sintesi. E’, inoltre certificata Ecocert. All’interno troviamo ingrediente come estratto d’aloe vera, olio di cocco, argilla, ossido di zinco.

Aqua, Glycerin, CI 77891, Talc, Cocamidopropyl betaine, Decyl glucoside, Xanthan gum, Benzyl alcohol, Aloe barbadensis leaf juice, Lactic acid, Hydrated silica, Bentonite, Sodium chloride, Parfum, Silica, Alcohol, Zinc oxide, Cellulose gum, Aloe barbadensis leaf juice powder, Limonene, Cocos nucifera oil, Menthol, Linalool, Citrus aurantifolia oil, CI 75810, Sodium levulinate, Citric acid, Sodium benzoate, Ascorbyl palmitate, Tocopherol.


Veniamo ai vari utilizzi!

Utilizzo come detergente. In questa veste promette di eliminare le impurità, l’eccesso di sebo e le tracce di trucco senza aggredire la pelle. In questo caso va applicato sulla pelle umida, massaggiato e risciacquato. Questo è il modo con cui l’ho utilizzato più spesso e devo dire che non mi dispiace in questa veste. Lo utilizzo al mattino per la normale detersione e alla sera, per rimuovere i residui di burro struccante ed eventualmente di trucco.

Non fa schiuma, ma sul viso risulta molto gradevole da massaggiare, senza insistere troppo. Non è neanche difficile da sciacquare via e lascia la pelle detersa e pulita, senza tirare. A mio avviso, però in questa veste, il detergente purificante 3in1 ha un evidente problema: i granuli. Se devo lavare via le tracce di makeup e lo devo utilizzare per la detersione quotidiana, i granuli possono dar fastidio agli occhi, com’è capitato anche a me. Ovviamente prestando bene attenzione e tenendoli ben chiusi non accade, però può capitare e ci si può anche far male. 

Utilizzo come esfoliante. In questo caso So’Bio promette pelle pulita e il restringimento dei pori. Per quanto riguarda il modo d’uso, non è molto diverso dal metodo per il detergente. So’Bio infatti suggerisce soltanto di insistere su naso, fronte e mento. Questa mi è sembrata un po’ una perculata (si può dire?!). Considerato che contiene dei granuli e si tratta di un detergente quotidiano, non vedo il perché dovrei usarlo come esfoliante visto che in sostanza non cambia nulla.

L’unico periodo in cui l’ho utilizzato come esfoliante è stato quello in cui utilizzavo il gel detergente Garnier*. In quel caso avevo bisogno di un esfoliante da utilizzare una volta a settimana e lui andava più che bene. Utilizzato come esfoliante ha il pro di non essere applicato nella zona del contorno occhi, ergo diventa più semplice da utilizzare. Sia utilizzato così, che come detergente, non mi sono mai ritrovata la pelle arrossata o irritata. Risulta comunque sempre piuttosto delicato. Per i pori nessun riscontro.

Utilizzo come maschera. In questo caso le promesse sono un pelle opacizzata e riequilibrata. Per l’utilizzo viene suggerito di fare 1-2 applicazioni a settimana con un tempo di posa di qualche minuto (?), evitando il contorno occhi. Nel dubbio io l’ho sempre tenuta in posa 5-10 minuti per lasciarla agire. In questo caso non si secca, ma rimane abbastanza “morbida” sul viso e la rimozione è piuttosto semplice.

In questo modo mi è piaciuto parecchio usarlo perché dopo la rimozione, la pelle appare luminosa, ma opacizzata al tempo stesso. Le imperfezioni appaiono attenuate e in generale, l’effetto equilibrante dura diverse ore nell’arco della giornata.

detergente so'bio

Scheda Prodotto

  • NomeDetergente purificante 3in1 So’Bio
  • Reperibilità: bioprofumerie fisiche e online, alcune catene specializzate nella cura della persona 
  • Quantità: 150ml
  • PAO: 6M
  • Prezzo: 6-9€ a seconda del rivenditore
  • Pro: pack pratico – ingredienti – buon effetto esfoliante ed opacizzante
  • Contro: se usato come detergente i granuli possono finire negli occhi – modalità d’uso poco chiare

Tirando le somme il detergente purificante 3in1 di So’Bio è un prodotto che vuol (e potrebbe) fare tutto, ma che necessita di diverse accortezze. E’ un prodotto utile da portare in viaggio se si sta via una settimana o più, perché consente di ridurre il numero di prodotti in valigia.

Tuttavia, non riesco a mandare giù il fatto che un prodotto con dei granuli così piccoli possa essere utilizzato tranquillamente sul contorno occhi. Se lo si vuole tenere in casa, suggerirei di utilizzarlo esclusivamente come esfoliante e maschera, perché in quel caso si sa che deve essere tenuto alla larga dal contorno occhi. Credo che So’Bio dovrebbe migliorare nella comunicazione, perché anche quel “tenere in posa qualche minuto” non mi è piaciuto. Qualche minuto è troppo generico e si rischia di tenere la maschera su un paio di minuti e non vedere effetti o, al contrario, più del dovuto e rischiare di irritare la pelle.

In definitiva è un prodotto che comunque funziona bene sulla mia pelle mista, ma non lo riacquisterò di sicuro per utilizzarlo come detergente quotidiano. Voi lo avete provato o avete provato un prodotto del genere? Che ne pensate dei prodotti multiuso come questo? Fatemi sapere 😉

Sei alla ricerca di un buon esfoliante viso? Allora leggi anche:
Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog, attiva le notifiche push  o iscriviti alla Newsletter del blog 😉

* I prodotti in questione mi sono stati inviati dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nella review sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.

2 Risposte a “[Review] – Detergente purificante 3in1 So’Bio”

  1. Ciao! Personalmente apprezzo anche i post un po’ più chiacchierati (mi sento meno solo nella mia logorrea 😅😂). Quanto al prodotto ho letto le tue impressioni con molto interesse, ma ormai ho capito che non posso lasciarmi abbindolare da questi prodotti multifunzione perché semplicemente non riesco a “farle funzionare” divise. O me lo chiami detergente esfoliante, e quindi so per certo che pulendo fa anche uno scrub, o togli il detergente e lo chiami maschera esfoliante, perché se no si crea solo una falsa aspettativa.
    È da un bel po’ che non provo qualcosa di So Bio comunque, non so perché visto che mi fa simpatia come azienda! Baci 😄

    1. Ciao Pier! No, fidati: io nella vita parlo un botto. Il mio ragazzo e alcuni amici ogni tanto mi prendono anche in giro per questo. Nei post, però cerco sempre di essere più contenuta per non annoiare nessuno.
      Sì, diciamo che bastava qualche accortezza in termini di comunicazione, altrimenti come prodotto in sé non mi sento di poterlo bocciare.
      Un abbraccio e buon fine settimana 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.