Crea sito

I Provenzali | Linea all’olio di Rosa Mosqueta: Maschera viso biologica purificante & Crema viso biologica antietà

Qualche tempo fa, nelle stories di Instagram e su Facebook, vi avevo mostrato l’arrivo di un pacchetto  firmato I Provenzali. Vi avevo anche comunicato tramite comunicato stampa che la linea biologica all’olio di rosa mosqueta si sarebbe arricchita di tre nuove referenze: la maschera biologica purificante, la crema viso biologica esfoliante e la crema viso biologica antietà. Mi è stata data la possibilità di provare due delle tre referenze in questione ed oggi ve ne parlo in questo post.

Maschera biologica purificante (15ml – 2,99€)

Partiamo da lei che è quella che ho già terminato e di cui vi avevo già accennato tra i preferiti dello scorso autunno.

Il pack è indubbiamente pratico e femminile per la colorazione fucsia intensa ed il tappino che consente di conservare il prodotto tra un’applicazione e l’altra, evitando così contaminazioni batteriche. Tra l’altro è spremibile facilmente per cui è possibile utilizzare la maschera fino all’ultima goccia e sapete quanto io badi a queste cose. Dalla confezione risulta che il prodotto sia sufficiente per 3 applicazioni. Personalmente, pur abbondando, sono riuscita ad utilizzarla per 5.

La maschera si presenta densa e color beige, con un presente odore di rosa, ma non particolarmente invadente. La formula è arricchita con argilla verde (ottima per le pelli miste e grasse) e polvere di diatomee. Ha una formula 100% vegana ed il 99,02% degli ingredienti è naturale. La formula è anche testata per i metalli pesanti (nichel, cromo e cobalto). E’ priva di oli minerali, petrolati, parabeni e siliconi. In ogni caso vi lascio l’INCI.

Aqua, Hordeum vulgare steam water, Cetyl alcohol, Kaolin, Butyrospermum parkii butter, Glyceryl stearate citrate, Cetearyl alcohol, Diatomaceous earth, Isoamyl laurate, Glyceryl caprylate, Sclerotium gum, Sodium anisate, Tocopherol, Sodium phytate, Glycine soja oil unsaponifiables, Biosaccharide gum-1, Helianthus annuus seed oil unsaponifiables, Rosa moschata seed oil, Parfum, Phenethyl alcohol, Glycerin, Sodium levulinate, Sodium benzoate, Citric acid, Benzyl salicylate, Citronellol, Linalool.

Come da istruzioni, facevo questa maschera una volta a settimana. In pratica dopo aver lavato ed asciugato il viso normalmente, stendevo uno strato abbondante su tutto il viso (eccetto il contorno occhi) e lo lasciavo in posa per una decina di minuti. La prima volta che l’ho applicata sono rimasta piacevolmente stupita. Mi aspettavo che, una volta asciugata, a causa della presenza dell’argilla verde avrei sentito il viso tirare. Non so quanti di voi hanno mai fatto la maschera con l’argilla in polvere, ma la sensazione in fase di posa non è bellissima, visto che tende a tirare un sacco. Con questa maschera non è accaduto, non tira assolutamente la pelle e, anche quando è quasi completamente asciutta, non è per nulla fastidiosa.

Durante la posa, non pizzicava il viso. Solo una volta mi è capitato, ma perché avevo una mini ferita aperta (colpa mia!). Per la rimozione, mi sono sempre aiutata con dei dischetti di cotone umidi (2-3 a seconda di quanta ne applicavo). La rimozione è molto facile e per niente dolorosa. La pelle appariva arrossata solo per la pressione effettuata con il dischetto, ma immediatamente svaniva. Subito dopo la rimozione, la pelle risulta opacizzata e al contempo luminosa e pulita.

I pori apparivano puliti e ridotti, mentre i rossori ed i gonfiori dovuti alle imperfezioni (che negli ultimi mesi mi affliggevano mandibola e mento specialmente) risultavano meno evidenti ed attenuati. Utilizzandola con costanza ogni settimana, ho potuto riscontrare un miglioramento dal punto di vista delle imperfezioni, non a caso vi dicevo anche che stavo meditando di acquistare la full size.


Crema viso biologica antietà (50ml – 12,99€)

Il pack lo trovo già più interessante e bello esteticamente rispetto a quelli delle creme viso della medesima linea. Quell’oro caldo specchiato, mi piace un sacco a contrasto con gli altri colori dominanti della linea all’olio di rosa mosqueta. E’ come se gli conferisse un’aria più sofisticata, pur trattandosi di un prodotto facilmente reperibile nella grande distribuzione. All’interno della scatola è racchiuso anche un foglietto su cui sono riportate tutte le informazioni sulla linea. Il barattolino, invece è in vetro, con tappo di plastica sempre color oro satinato, ma più delicato.

La crema si presenta con una consistenza leggera ed un forte odore di rosa, che personalmente a me non piace molto (ma è una questione di gusti personali, in genere a me il profumo di rosa non fa impazzire). Per la consistenza che ha sembra quasi un gel crema, che una crema corposa come mi aspettavo. Proprio per questo inizialmente ho avuto problemi con le quantità da utilizzare. I primi giorni ne utilizzavo troppa, dopo averci preso la mano non ho avuto problemi. Per quanto riguarda l’odore tende a sentirsi anche dopo essersi assorbita del tutto (varie volte mia sorella mi ha chiesto cosa fosse l’odore di rosa che sentiva).
La formula della crema è priva di parabeni, siliconi, PEG, coloranti, SLS, SLES ed è testata per i metalli pesanti (nichel – cromo – cobalto). E’ 100% vegana e cruelty free, inoltre è arricchita con l’estratto dei semi di Cassia angustifolia, un complesso a base di oli di camelina, insaponificabili di oliva e fitosteroli. In ogni caso vi lascio l’INCI.
Aqua, Hordeum vulgare steam water, Coco caprylate/caprate, Erythritol, Behenyl alcohol, Ethylhexyl cocoate, Camelina sativa seed oil, Persea gratissima oil, Acacia senegal gum, Cetearyl alcohol, Glyceryl stearate citrate, Betaine, Octyldodecyl Pca, Oribignya oleifera seed oil, Crambe abyssinica seed oil, Glyceryl caprylate, Hydrolized rhizobian gum, Butyrospermum parkii butter, Parfum, Phytosterols, Olea europaea oil unsaponifiables, Sodium levulinate, Xanthan gum, Lysine aspartate, Tocopherol, Carrageenan, Potassium sorbate, Citric acid, Cassia angustifolia seed polysaccharide, Rosa moschata seed oil, Glycerin, Biosaccharide gum-1, Sodium phytate, Glycine soja oil unsaponifiables, Helianthus annuus seed oil unsaponifiables, Linalool, Sodium benzoate, Benzyl salicylate, Citronellol, Sodium anisate, Geraniol, Benzyl benzoate, Farnesol, Cinnamyl alcohol.
Praticamente io ne prelevo pochissima: poggio l’indice sulla superficie e ciò che aderisce riesco ad utilizzarlo su tutto il viso, poi puccio una seconda volta e con quello idrato il collo. In questo modo sono riuscita a trovare il giusto dosaggio, in modo che la mia pelle mista risulti ben idratata e non lucida ed oleosa. Per la sera riesco anche ad abbondare un po’ di più visto che non mi preoccupo di lucidarmi. Per il giorno, specialmente quando devo truccarmi, preferisco usare la “tecnica” del dito.
Nelle zone più secche del viso, si assorbe con maggiore facilità, mentre in quelle in cui tendo per natura a lucidarmi, dopo circa 3-4 ore dall’applicazione divento lucida. Come base trucco la trovo molto molto valida. Sia con i fondotinta che sto utilizzando al momento, sia con la bbcream, in particolare con quest’ultima ho notato grossi miglioramenti. In genere non sono solita applicare la crema prima della bbcream, ma ho visto che applicandola prima, la stesura migliora tantissimo e le pellicine risultano meno o per nulla evidenti.
Utilizzandola anche come crema notte noto che al mattino la pelle appare più distesa, dal colorito uniforme e luminosa. Sul collo ho riscontrato dei bei miglioramenti. Dei tre anelli di Venere che ho (non sono marcati, ma ci sono), i primi due – quelli più superiori – si sono attenuati davvero tanto. In particolare quello centrale si vede appena. Ed ovviamente io ne gioisco. Per quanto riguarda la comparsa di comedoni ed imperfezioni varie, non le ho riscontrate, quindi altro punto a favore.

E questo è quanto gente. In definitiva mi sono trovata molto bene con entrambi i prodotti. La maschera credo proprio che la ricomprerò, per la crema viso ne ho già un’altra da terminare per cui al momento non la ricomprerò, ma non escludo di prenderla più in là (sperando di trovarla) visti i risultati.

Voi quali prodotti avete provato della linea alla rosa mosqueta? Quali mi suggerireste? Vi piacerebbe se vi parlassi dei prodotti della linea che ho preferito? Fatemi sapere 😉
 * I prodotti in questione mi sono stati inviati dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nella review sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.

18 Risposte a “I Provenzali | Linea all’olio di Rosa Mosqueta: Maschera viso biologica purificante & Crema viso biologica antietà”

  1. Con le maschere anch’io di solito faccio più applicazioni, spesso perché le applico solo in determinate zone del viso dato che ho la pelle sensibile e mista. Quindi adoro queste col tappino! Spero di riuscire a trovare questa de I provenzali, mi ispira tantissimo *_*

  2. Non ho mai provato nulla dei I Provenziali. O meglio, ho provato prodotti corpo e capelli, ma nulla per la skincare. Questa linea devo dire che mi ispira parecchio, specialmente perchè è alla rosa (io a differenza tua, amo il profumo) e perchè voglio provarla anch’io sul collo ^__^, mi riferisco alla crema antirughe
    Cioè….mi parli di antiage…mi conquisti in un secondo XD.
    La texture forse potrebbe non piacermi, io amo le creme molto corpose, ma una chance penso che se la meriti comunque.
    Riguardo alla maschera invece non la comprerò perchè in generale non amo molto le maschere all’argilla. Mi si arrossa troppo la pelle e preferisco altri trattamenti.

    1. Ahahah Ele ormai pure io! Con i 30 che si avvicinano i prodotti antiage sono sempre più apprezzati 😀
      Io ho apprezzato molto la texture, perché su di me quelle troppo corpose non mi piacciono, mi sembra sempre che impieghino secoli ad assorbirsi e di giorno non riesco proprio ad utilizzarli.
      Guarda io pure credevo mi si sarebbe arrossata con la maschera, invece mi sono trovata bene 🙂

  3. La texture della crema mi piace già dalla foto. Non l’ho ancora vista (o meglio, notata) nei punti vendita ma la inserisco tra i prodotti da provare 2018.
    Ciao!!

    1. Sì, ha una consistenza leggera e per nulla pesante. Anche io ancora non l’ho trovata nei negozi dalle mie parti, purtroppo queste novità pare non saranno presente nei negozi Acqua&Sapone. Comunque se ti può servire, nel post con il comunicato stampa relativo a queste novità sono indicati i negozi in cui saranno reperibili 😉

    1. Ciao Linda, sì è molto pratico e valido anche perché il forellino da cui esce è piccolino per cui puoi tranquillamente scegliere quanta prelevarne, evitando sprechi.
      Grazie a te Linda :-*

  4. Ciao cara,grazie a te ho scoperto il formato in bustine e sto usando la crema esfoliante .Forse il costo è un po’alto ma in toto mi piace.Non mi fa impazzire l’odore ma fortunatamente svanisce in fretta ;-).
    Mi incuriosisce la crema ma credo che sia un pochino troppo ricca ,forse un pregio per la stagione.
    Grazie del post 🙂

    1. Guarda neanche io amo l’odore di rosa in generale (ma è così da sempre, ad esempio non mi piace neanche annusare le rose vere XD )
      Guarda io ho la pelle mista e su di me non risulta pesante. Bisogna solo capire in che quantità prelevarla 😉
      Grazie a te per essere passata a commentare <3

    1. Sì, mi ha stupita tantissimo! Io odiavo (anzi odio) fare la maschera con l’argilla verde in polvere proprio perché mi facevo spesso male sia durante l’asciugatura, che durante la rimozione. Non so se hai presente la sensazione di non poter muovere neanche un muscolo del viso altrimenti fa male… Ecco con questa non accade. Anzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.