Ciao bella gente! Oggi ho preparato un post con una sorta di “prime impressioni” riguardo una maschera che ho avuto modo di provare. Si tratta di una  prova campioncino della maschera purificante Yves Rocher della linea Sebo Végétal. Si tratta della linea dedicata alle pelli miste e grasse a base di polvere di Baikal. Di questa linea vi ho già parlato approfonditamente del Siero restringi pori e vi ho accennato qualcosa del gel detergente per il viso in questo post.

Partiamo dalle generalità di questo prodotto, anzi partiamo dalla descrizione che ne fa l’azienda:

La Maschera Purificante:
– Ricca di argilla, assorbe immediatamente l’eccesso di sebo.
– Purifica i pori in profondità.
– Ha una texture fresca.
La pelle risulta pulita, fresca, come nuova. Respira e ritrova un aspetto opacizzato.

Ho voluto provare questo campioncino, perché nell’ultimo periodo la mia pelle tende a diventare più lucida del solito. Siccome non avevo molta voglia e tempo per cospargermi il viso con l’argilla verde, ho deciso che era giunto il momento di testarla.

Avendo un campioncino da 1ml, il quantitativo mi è stato sufficiente per una singola applicazione. Sulla bustina sono riportate le istruzioni d’uso (“applicare su tutto il viso, lasciare in posa per 5 minuti e risciacquare) e l’INCI.

Acqua, kaolin, zea mays starch, methylpropanediol, alcohol, stearalkonium hectorite, cetyl alcohol, centaurea cyanus flower water, ceteth-20, phenoxyethanol, benzyl alcohol, hydroxyethylcellulose, salicylic acid, acrylates/c10-30 alkyl acrylate crosspolimer, cocamidopropyl betaine, parfum, scutellaria baicalensis root extract, tocopheryl acetate, sodium hydroxide, sodium benzoate, potassium sorbate, citric acid, tocopherol.

L’applicazione è risultata molto semplice ed io ho steso la maschera su tutto il viso tranne che nella zona del contorno occhi e del contorno labbra. La consistenza è piuttosto densa, mentre per quanto riguarda odori-profumi ecc. io non ne ho percepiti, probabilmente perché il quantitativo era davvero minimo. Si presenta di colore bianco-grigino chiarissimo, infatti, mi ha ricordato parecchio una maschera all’argilla bianca di Bottega Verde della linea Pelle Pura provata anni fa e che non mi era dispiaciuta all’epoca.

Ecco la maschera di cui parlo

L’asciugatura è piuttosto rapida e ho potuto notare che, asciugandosi, la maschera non dà quella brutta sensazione di pelle-che-tira tipica ad esempio della maschera all’argilla verde. Personalmente è una cosa che apprezzo tantissimo. La rimozione è altrettanto semplice. Mi è bastato lavare il viso con acqua tiepida e voilà, tolta la maschera.

Parliamo adesso delle mie impressioni post-maschera. La pelle non risultava quasi per niente arrossata (cosa che mi accade sempre con la maschera all’argilla verde e in parte anche con la maschera a strappo per i punti neri Avon). Risultava davvero pulita, le imperfezioni attenuate ed il colorito mi è sembrato più uniforme. Per quanto riguarda l’aspetto opacizzante del prodotto, non so se effettivamente sia sufficiente la sola maschera, perché io dopo circa 3-4 ore ho cominciato a lucidarmi, probabilmente dipende anche dalla crema che ho applicato successivamente.

In generale posso dire che come prodotto mi ha incuriosito veramente parecchio, quindi probabilmente potrei acquistarla in futuro. Nel caso avesse incuriosito anche voi, vi lascio qualche info:

  • Reperibilità: negozi monomarca Yves Rocher e catalogo
  • Prezzo: 9,95€ ma spesso ci sono offerte quindi potreste trovarla a meno
  • Quantità: 75ml

Che ne pensate? Vi ispira come prodotto o l’avete già testato? Maschere per pelli miste consigliate? Fatemi sapere 😉

Cerchi una maschera purificante? Allora leggi I Provenzali | Linea all’olio di rosa mosqueta: maschera viso biologica purificante & crema viso biologica anti-età