Prodotti terminati Dicembre 2019 & nuovi progetti di smaltimento in vista

Il nuovo anno è praticamente alle porte e anche se non ho ben chiaro ancora quali saranno i miei buoni propositi per il 2020, su qualcosa ho le idee chiare. Oggi, infatti, oltre a parlarvi di quelli che sono stati i prodotti terminati di dicembre, ho intenzione di parlarvi quali saranno i nuovi progetti di smaltimento a cui voglio partecipare con il nuovo anno.

terminati dicembre

Acqua profumata Cien More e muschio. L’avevo inserita nel progetto di smaltimento #Basketoffruit di cui vi avevo parlato qui e sono riuscita a terminarla i primi del mese. Ve ne avevo parlato anche nel post sui preferiti dello scorso maggio. Non so se sia ancora in produzione perché negli ultimi mesi non l’ho vista da Lidl, però se la trovate datele un’opportunità. Ha un profumo dolce, ma al tempo stesso fresco e leggermente acidulo che meglio si adatta alla bella stagione, ma non l’ho disdegnata anche in autunno.

Olio secco snellente Puressentiel. Il terzo ed ultimo flacone (per ora) che ho terminato. Dopo il primo che mi era stato omaggiato dall’azienda, visti i risultati più che positivi su di me, avevo acquistato un cofanetto con due flaconi e li ho utilizzati fino all’ultima goccia. Negli anni, qualche anticellulite l’ho provato, ma ad oggi quest’olio è l’unico che su di me ha realmente attenuato l’effetto di buccia d’arancia e ritenzione idrica. Per ora non lo riacquisterò perché voglio provare altro, ma non escludo di ricomprarlo più in là.

Strisce depilatorie viso Lycia Natural touch. Non ricordo se in passato avessi provato queste o quelle con la confezione azzurra, ma nel dubbio vi dico quello che ne penso. Non sono male come strisce depilatorie, ma non mi hanno entusiasmata al punto tale da volerle riacquistare.

Struccante bifasico Sensitive essential Garnier. Non si è rivelato male come bifasico, ma continuo a preferire il bifasico express 2in1 dello stesso brand. Non lo riacquisterò sia per questo motivo, che per il fatto che ho una mini taglia di acqua micellare con olio d’argan gentilmente inviata da Garnier che mi aspetta. Successivamente passerò ad utilizzare il burro struccante di Natura Siberica che non vedo l’ora di usare.

Dischetto riutilizzabile Bambaw. Come vi dicevo nel post con le 10 azioni da fare per essere più sostenibili nel 2020, nei mesi scorsi ho deciso di passare ai pad riutilizzabili per lo struccaggio. Questo pad mi è durato per ben 4 mesi senza problemi. Ho avuto problemi solo con i primi lavaggi in cui mi ostinavo ad usare il sapone liquido, invece della saponetta e si è macchiato praticamente al primo utilizzo. Nell’ultimo mese poi gli ho dato la botta di grazia con struccaggi ripetuti delle Super stay matte ink di Maybelline, per cui è arrivato il momento di cestinarlo.

Scrub viso al carbone Beauty Formulas. Scrub al carbone dal prezzo minuscolo, ma che non mi ha fatto impazzire. In parte l’ho riciclato utilizzandolo sul corpo e in parte sul viso. Neanche sul corpo si è rivelato chissà che come esfoliante, per cui non lo riacquisterò di sicuro.

Eyeshadow base Stay on Hean. Dopo due anni di onorato servizio ha deciso di cedere e indurirsi diventando inutilizzabile. Non lo riacquisterò perché ho già acquistato altro.

DNA skin cell repairer Biocosmo. Finalmente e inaspettatamente terminato. Un filler occhi e labbra con ingredienti insoliti e dal costo piuttosto elevato, ma che in fin dei conti si è rivelato fin troppo leggero per il mio contorno occhi. Non lo consiglierei e non lo acquisterò, anzi ho già in uso altro per il momento.

Bomba da bagno Snow flurries. Per Natale, mia sorella mi ha regalato un set con 3 bombe da bagno acquistato da OVS, dal brand sconosciuto. Una l’ho regalata a lei ed una l’ho utilizzata giusto ieri mattina. Non mi ha soddisfatta sia per la quasi assenza di profumo che per la pochissima scia prodotta. Inoltre ad un certo punto, ha smesso proprio di frizzare, per cui si è rivelato un flop.

I soliti noti

Fine del Rolling Project10Pan

Veniamo ora agli aggiornamenti sul Rolling Project10Pan. Come vi avevo già anticipato negli ultimi post sui terminati, ho intenzione di sospendere il progetto in questione perché mi è venuto abbastanza a noia e ho voglia di un po’ di cambiamento in fatto di smaltimento cosmetico. In ogni caso non fatevi abbattere dalle mie parole. Io l’ho portato avanti per quasi tre anni e vi ho anche elencato quali sono i 5 buoni motivi per intraprenderlo.

Dei nove prodotti che mi rimanevano da smaltire lo scorso novembre, sono riuscita a farne fuori qualcuno. Eccoveli di seguito!

Nuovi progetti da intraprendere nel 2020

In ambito cosmetico ho compreso alcune cose che non voglio più dimenticare. Tra queste c’è sicuramente il fatto di non mettere troppa carne al fuoco con troppi progetti di smaltimento cosmetico. Da settembre oltre al rolling project10pan, infatti avevo scelto di aderire ad altri 3-4 progetti. Il risultato è stato che, da novembre per via del poco tempo a disposizione, ho finito per concludere poco o nulla di tutti i progetti.

Per questo 2020 quindi, mi piacerebbe aderire giusto ad un paio di progetti annuali e magari, man mano che smaltisco qualcosa scegliere eventualmente di aderire a progetti stagionali. I progetti che ho intenzione di portare avanti sono il #nobuy ed il #finish20in2020.

#nobuy

Il #nobuy prevede appunto il non acquistare prodotti per il periodo in cui si partecipa al progetto. C’è chi lo pratica solo per il makeup, chi come me vuole estenderlo a tutte le categorie beauty, quindi makeup, skincare ed haircare. Considerato che, nell’ultimo anno, ho accumulato diversi prodotti di vario genere, ho intenzione di fare la brava e non acquistare, ma solo smaltire.

Ovviamente quando sarò sprovvista di un certo tipo di prodotto, potrò riacquistarlo per sostituirlo. Che so, attualmente ho solo una cipria in uso: quando quella sarà agli sgoccioli potrò acquistarne una nuova, ma fino ad allora nulla.

Mi rendo conto che per l’intero anno potrebbe essere un progetto bello tosto, però mi tengo come bonus il mese del mio compleanno (settembre) ed il mese del black friday (novembre), in modo da concedermi qualche sfizio e magari fare scorta di prodotti che uso abitualmente.

#finish20in2020

Per quanto riguarda il progetto #finish20in2020, scoperto grazie al gruppo Facebook ProjectPan Italia, si tratta di selezionare 20 referenze da terminare appunto nel corso del 2020. Ecco quelle che ho scelto io per il mio progetto.


Ok, credo di avervi detto più o meno tutto. Vi auguro di trascorrere il Capodanno come più desiderate, che sia ad un party o in casa in pigiama o semplicemente a casa di amici/parenti e che il 2020 sia il vostro anno.

Come state messi con i buoni propositi? E con lo smaltimento cosmetico? Fatemi sapere 😉

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog, attiva le notifiche push  o iscriviti alla Newsletter del blog 😉

I prodotti in questione mi sono stati inviati dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nella review sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.

4 Risposte a “Prodotti terminati Dicembre 2019 & nuovi progetti di smaltimento in vista”

  1. L’idea dei progetti è ottima e devo assolutamente seguirla anche io, ho troppi prodotti e campioni accumulati che non so più dove metterli. Tutto l’anno credo sia un po’ difficile per me, ma almeno due mesi consecutivi, con uno stop (controllato) di un mese devo provarci.
    Un abbraccio e buona serata 🙂

    1. Io pure ho lo stesso problema per via dello spazio a disposizione ridotto. Ma sì, conta che magari puoi anche gestirtelo in modo più elastico: che so fai un paio di mesi in #nobuy e uno in cui ti concedi acquisti e così via 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.