Crea sito

Preferiti Luglio 2020 | Beauty, Intrattenimento & ogni cosa bella

Dopo aver unito per un paio di mesi il post sui preferiti con quello dei terminati del mese, torniamo alle origini. Ho finito così tante cose nel corso di questo mese, che se li scrivessi nell’articolo sui preferiti di Luglio, vi infliggerei solo una tortura. Meglio tenerli separati, anche perché questo mese devo dire che ci sono stati, oltre che tanti terminati, tanti preferiti. Non mi dilungo oltre e iniziamo!

Preferiti Beauty & Makeup

preferiti beauty luglio

Pochi preferiti in questo campo questo mese, rispetto al precedente ho amato davvero due prodotti in croce. Il primo che inserisco è senza ombra di dubbio la Glow mist di Pixi*. Lo sto utilizzando da diverso tempo e l’ho sempre ritenuto piuttosto valido. Tuttavia non mi aveva mai colpita al punto tale da inserirlo in un post dei preferiti. Non è che io sia impazzita, sia chiaro, ma gli ho trovato un nuovo utilizzo che me l’ha fatta apprezzare maggiormente. Partiamo dal principio, però. La Glow mist di Pixi è una mist arricchita con olio di argan e propoli con la funzione di fissare e rinfrescare il makeup nel corso della giornata.

Su questo fronte funziona piuttosto bene, ma non ho visto grandissima differenza in termini di durata al punto da gridare al miracolo. Più che altro l’ho sempre apprezzata in quanto mi consentiva di rinfrescare la base a metà giornata. A luglio ho avuto il lampo di genio utilizzandola come spray fissante per gli ombretti minerali ed è stato lì che ha dato il suo meglio. In genere gli ombretti minerali, per quanto brillanti, dopo qualche ora sulla mia palpebra perdono di intensità. Se applicati con il pennello inumidito di questa mist le prestazioni migliorano nettamente.

Secondo prodotto che merita di essere menzionato in questo articolo è la crema corpo Edotea con burro di karité e fiori di magnolia. L’avevo acquistata praticamente un anno fa, ma l’ho aperta solo ora (motivo per cui mi devo dare una regolata con gli acquisti) visto che fa troppo caldo per usare il burro corpo solido. Questa crema corpo ha una texture che si fonde immediatamente con la pelle, ma soprattutto ha un profumo delicato e dolce che mi ha fatta innamorare. Applicarla è una goduria!

Menzione extra, attinente al beauty, ma che non è un prodotto è il profilo @TheGlowTale su Instagram. Ilaria è stata una vera e propria novità: è fresca, preparata, con i piedi per terra ed è una bella scoperta nella beauty community italiana social. Certo continuo a preferire le recensioni accurate dei blog e dei siti, ma lei sa il fatto suo.

Intrattenimento

Per quanto riguarda l’intrattenimento, questo mese ci sono state diverse cose interessanti, per cui mettetevi comodi.

Film

Partiamo con un film del 2018, A quiet place – Un posto tranquillo. Si tratta di un horror, non particolarmente spaventoso da non farmi dormire la notte (requisito per me essenziale), ma che è stato in grado di tenere me e Mr.L incollati allo schermo dall’inizio alla fine. Interpretato dalla coppietta Krasinski-Blunt e diretto da lui stesso peraltro. Ci sarà anche il sequel, che è stato già posticipato a causa del Covid-19. Giusto un paio di note negative le abbiamo trovate a questa pellicola: 1) come ci sono arrivati degli alieni così particolari sulla Terra e 2) se hanno un udito così fino, come fanno a non percepire dei rumori come il semplice camminare seppur sulla cenere?!

a quiet place
Credits: @Amazon

E’ stato poi il turno di Prisoners, film del 2013 con Hugh Jackman e Jake Gyllenhaal. Si tratta di un thriller piuttosto avvincente in cui il fulcro è dato dalla sparizione di due bambine e sulle indagini che riguardano appunto la sparizione. L’ho trovato interessante per via delle piste che vengono battute e del finale. Non ne avevo mai sentito parlare prima e non capisco come mai.

Prisoners
Credits: @MyMovies

Infine Cena con delitto, film decisamente recente e che ero curiosa di vedere dopo averne sentito parlare spesso. Una commedia noir fresca, con un cast di tutto rispetto e che tuttavia riesce a tenere incollati allo schermo in maniera sempre interessata. Nonostante si tratti di una commedia, è interessante come riesca a mettere in evidenza le problematiche di alcune famiglie.

Cena con delitto
Credits: @Cinema Busan

Serie TV

Due serie TV iniziate e terminate nel corso del mese ed una in corso. Su quella in corso, la seconda stagione di Manifest, preferisco non sbilanciarmi ancora perché sto cercando di capire dove vogliano andare a parare. La prima serie che ho visto e concluso nel giro di due giorni (e non sto scherzando) è Upload, disponibile su Prime Video. Una serie fantascientifica composta da 10 puntate della durata di circa 30 minuti ognuna (eccetto la prima di 46 minuti).

E’ una serie incentrata in un futuro lontano, in cui anziché morire in maniera definitiva, le persone possono trasferire la propria coscienza nel cosiddetto Upload e continuare a vivere virtualmente lì in eterno. E’ una serie insolita, a tratti potrebbe sembrare decisamente frivola e superficiale, ma in realtà come in ogni cosa ci sono delle falle. A partire dal fatto che non tutti possono permettersi di farsi trasferire lì o non tutti possono permettersi di vivere in un mondo virtuale bello e ricco di attività ricreative e non solo.

Nel frattempo gli Upload, possono continuare a tenersi in contatto con i vivi e anche lì le cose non è che siano molto meglio. E’ una serie che ho apprezzato perché oltre a mettere in evidenza quello che dicevo, mi ha fatto riflettere su tutto quello che è legato al digitale, ai legami che nascono online e a come siamo ormai tutti costantemente connessi e in cerca di attenzioni sui social, perdendoci a volte quello che abbiamo già vicino.

Upload
Credits: @MoviePlayer

La terza stagione di Dark, l’ho fatta fuori in quattro giorni invece, nonostante le puntate questa volta fossero di circa 50-60 minuti ognuna. In questa terza stagione, si alternano non solo passato, presente e futuro, ma anche primo e secondo mondo. Tutta la serie scioglie i nodi relativi alle varie parentele che intercorrono tra i protagonisti. Soprattutto nelle ultime tre puntate, appare tutto molto più chiaro, dall’origine al perché Adam ed Eva si comportano in un certo modo.

Quello che è chiaro è che i protagonisti sono spinti a muovere le proprie azioni per l’amore (quello tra amanti e tra genitori-figli). Il finale è stato chiarificatore sotto tanti punti di vista, tuttavia non sono d’accordo su alcune cose. Capisco che, spinti dall’amore si possa fare di tutto, ma ci sono azioni che non mi sento comunque di giustificare ai protagonisti. Dall’uccidere la propria madre, all’utilizzare tutti come se fossero pedine nel proprio gioco e il diventare così assuefatti al dolore altrui, da perdere quasi ogni lato umano, come accade ad Adam ed Eva.

Dark 3 stagione
Credits: @IGN Italia

Documentari ed interviste

I primi di luglio, una giornata che ero tranquilla a casa totalmente da sola, mi sono dedicata alla visione di un’intervista al dottor Massimo Picozzi, da parte di Marco Montemagno. Qui trovate l’intervista al criminologo. Avendo studiato entomologia forense all’università e avendo divorato le varie stagioni di Bones, sono piuttosto appassionata di criminologia. Ho trovato l’intervista interessante perché si parlava sia di ciò che sta dietro ad un’indagine, sia perché Picozzi, ha raccontato stralci di vita privata legati comunque al suo lavoro.

Lo stesso giorno ho visto anche il documentario 1960 di Gabriele Salvadores. Un documentario che racconta l’Italia di quegli anni da nord a sud, con la voce di un adulto che racconta i fatti di quel periodo e di come li aveva vissuti quando all’epoca era ancora un bambino. E’ stato interessante vedere quanto era diversa l’Italia dell’epoca e quanto erano diversi nord e sud. Ve lo lascio qui, nel caso in cui voleste recuperarlo.

Musica

Post preferiti


Dunque eccoci qui! Luglio è stato un mese strano sotto tanti punti di vista, con tanti alti e bassi, tant’è che ho letto pochissimi blog e nessun libro. Tutto sommato, però è stato ricco di scoperte interessanti.

Com’è stato il vostro luglio? Abbiamo qualche preferito in comune? Cosa state amando in questo periodo? Fatemi sapere 😉

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog, attiva le notifiche push  o iscriviti alla Newsletter del blog 😉

2 Risposte a “Preferiti Luglio 2020 | Beauty, Intrattenimento & ogni cosa bella”

  1. Ho intenzione di vedere Cena con delitto quanto prima, appena termino qualche altra serie. Ero incuriosito da Upload ma non così tanto da inserirla subito fra le cose da seguire. Per quanto riguarda Dark, se non ho capito male (cosa possibile), Adam e Eva sono spinti non solo dall’amore ma anche dalla estrema convinzione che ognuno debba fare esattamente gli stessi passi affinché si risolva la situazione. Per questo arrivano ad usare gli altri, non come proprie pedine (o per lo meno non solo per arrivare allo scopo che ognuno agogna) ma come regola generale del gioco.
    Passando al beauty, vorrei provare qualcosa per il corpo di Edotea, appena ho occasione e termino qualche altro prodotto, mi lancio all’acquisto!
    Baci 🙂

    1. Ciao Pier! Ti dirò, neppure io ero così ispirata da Upload, infatti l’ho iniziata così per caso, ma l’ho divorata davvero. Beh sì, sicuramente erano convinti che dovesse andare in un certo modo, però -a mio modo di vedere ovviamente, non ho la verità assoluta – però non riesco a giustificarli in alcun modo nelle loro azioni.
      Per quanto riguarda questa crema corpo, mi sta piacendo davvero un sacco, te la consiglio 🙂
      Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.