Di tutto un po’ | Preferiti e meh degli ultimi due mesi

Miei prodi torno a blaterare di preferiti e meh degli ultimi due mesi. Infatti dicembre è stato un mese così piatto che trovare più di un paio di preferiti è stata una vera e propria impresa. Ragion per cui li troverete in questo post del tipo fritto misto. L’unico tipo di frittura che potrò vedere per un po’ visto che la mia dieta continua. Va beh non mi dilungo oltre e vi parlo un po’ dei preferiti e dei meh che è meglio.

Preferiti Beauty & Makeup

preferiti dell'ultimo periodo

Non sono stati tanti i preferiti beauty di questo periodo, ma non posso lamentarmi. In primis, negli ultimi due mesi ho sviluppato una specie di ossessione per l’olio doccia Tesori d’Oriente nella versione Oli di argan e cipero dolce. Ha un profumo che mi manda in estasi e mi ricorda un po’ quello del miele di castagno. Anche la consistenza e l’effetto sulla pelle mi piace un sacco. Lo trovo molto delicato e mi lascia la pelle morbida e profumata. Per me ormai è una vera e propria coccola.

Altro preferito corpo, anzi sarebbe più corretto dire mani, è la crema mani Cien Q10. L’ho acquistata quasi per caso da Lidl, visto che stavo per terminarne un’altra e visto il prezzo (circa 1€) mi son detta che potevo fare un tentativo. Ecco, questa crema mani si sta rivelando uno degli euro meglio spesi negli ultimi mesi. Ha una consistenza ricca, ma una volta stesa e fatta assorbire, non lascia le mani unte e le idrata a lungo. Mi sa che gli dedicherò una review apposita, perché trovo meriti.

In tema di skincare viso, non posso non citare il latte detergente di Antos Cosmesi. Acquistato non moltissimo tempo fa, ho iniziato ad utilizzarlo solo da questo mese visto che ho terminato il balsamo struccante di Apiarium. Ho deciso di acquistarlo proprio perché nel mio ordine su Antos, tra i campioncini ce n’era uno di questo latte detergente e lo avevo apprezzato parecchio. Inutile dire che posso riconfermare quel ricordo. Magari ve ne parlerò in maniera approfondita più avanti.

In ambito makeup due preferiti al volo. Il primo è un quad di ombretti The Color Workshop. Mi era arrivato in una valigetta del brand con diversi prodotti per un compleanno di un paio di anni fa. In realtà non l’ho praticamente mai utilizzato e quest’anno ho deciso di inserirlo nel progetto #12prodottiin12mesi. Il tortora è molto carino utilizzato nella piega, mentre l’avorio è bellissimo utilizzato come illuminante, anche sugli zigomi.

Infine menzione d’onore devo farla al Superstay Matte Ink Maybelline Lover*. L’ho utilizzato davvero spesso e rispetto alle colorazioni che avevo acquistato in passato, è più “portabile” sotto la mascherina visto che è il più chiaro e discreto che possiedo tra questi. Durevole e confortevole al pari di Ruler e Pioneer che amo.

Preferiti Intrattenimento

Corti e film d’animazione

Durante il mese di dicembre ho avuto la possibilità con TimVision, di poter provare gratis per 14 giorni il servizio Disney+. Inutile dire che ho cercato di guardare tutto il possibile visto il mio poco tempo a disposizione per farlo. Tra le prime cose che mi sono fiondata a guardare ci sono stati i corti. Ne avrò guardati una decina, di vario genere, ma quelli che mi hanno colpito di più e positivamente sono stati due. Il primo è Winston, un corto animato che ha come protagonista questo cagnolino che ama mangiare di tutto e di più e del rapporto con il suo padrone. E’ riuscito a strapparmi un sorriso con facilità, per cui non posso non inserirlo qui.

winston
Credits: @la tana del sollazzo

Il secondo corto che mi ha fatto una tenerezza assurda è L’ombrello blu. La grafica è così perfetta che sembrano quasi immagini reali. E poi la tenerezza che mi ha fatto questo ombrellino blu in mezzo a tutti quelli neri. Per non parlare di come si innamora e delle vicissitudini per andare dall’ombrellina che lo ha conquistato. Se avete modo di vederlo, fatelo.

L'ombrello blu
Credits: @Disney+

Tra i film d’animazione disponibili, mi sono poi buttata su Oceania, film d’animazione piuttosto recente. Come sempre io non apprezzo le troppe canzoni, ma questo cartone mi è piaciuto tanto. In primis per la scelta del luogo in cui è ambientata la storia e poi per la scelta dei personaggi. Non ci sono molti cartoni Disney legati all’acqua e all’ambiente come risorsa, per cui l’ho trovato positivo. Anche l’idea del personaggio cattivo che richiama la natura dei luoghi scelti (il vulcano e la natura rigogliosa) è una scelta che mi è piaciuta.

Oceania
Credits: @Ciak Generation

Film

Un paio di settimane fa io e Mr.L abbiamo visto A cena con un cretino. Non so quante volte ho scritto su questo blog che non mi piacciono i film demenziali. Ogni tanto, però faccio uno strappo alla regola e mi capita di beccarne qualcuno che mi suscita simpatia dall’inizio alla fine, perché lo prendo per quello che è: un film leggero, fatto per ridere e alle volte riflettere. Non lo avevo mai sentito nominare ed è strano visto anche il cast di cui si compone.

A cena con un cretino ha come protagonista Steve Carell nei panni di un pover’uomo ingenuo e sempliciotto che involontariamente ne combina di tutti i colori e non riesce a non fare tenerezza per la purezza dei suoi gesti, seppur si rivelino poi disastrosi. Se avete un po’ di tempo libero e non avete voglia di una visione pesante, potreste dargli una chance.

A cena con un cretino
Credits: @MyMovies

E’ stato poi il turno di Spenser Confidential, basato sul romanzo Wonderland di Ace Atkins. Non è un film che si prende troppo sul serio anche questo, perché non rientra in maniera precisa in un genere. Parte come un poliziesco con delle vene thriller e in alcune scene ricade perfettamente nella commedia. Tuttavia, è un film che si è lasciato guardare senza problemi se lo si guarda senza pretese. E nonostante le varie accozzaglie di generi, è riuscito a tenermi incollata allo schermo senza mai annoiarmi dall’inizio alla fine.

Spenser confidential
Credits: @Spettacolo.eu

Serie TV

Iniziata e terminata in pochi giorni assieme a mia sorella. Abbiamo rimandato la visione per lungo tempo e ne abbiamo approfittato durante gli ultimissimi giorni di vacanza. Non è una novità che Lucifer sia tra le mie serie TV preferite e anche la quinte stagione non è stata male. Interessante l’idea di introdurre nella scena il fratello arcangelo Michele, meno l’idea che fosse il gemello del signor Morningstar.

Le prime puntate sono state un pelo noiose, ma si sono riprese abbastanza in fretta anche grazie all’ironia pungente che ha sempre caratterizzato questa serie. Le cose che ho apprezzato di più di questa quinta stagione sono state le capacità attoriali di Tom Ellis, che erano già note, ma in questa vengono messe ulteriormente in evidenza, e l’evoluzione e la storia di Mazikeen come personaggio.

Lucifer
Credits: @Tvzap

Intrattenimento meh!

Finora abbiamo visto solo le cose più belle. Adesso interrompiamo un attimo per parlare delle cose che proprio meh! Quelle che mi hanno lasciata interdetta, basita, perplessa e qualsiasi altro aggettivo si possa aggiungere con significato simile. Iniziamo con Future Man, su Prime Video. E’ durata pochissimo con questa serie TV, giusto il tempo di tre puntate ed ho sentito la necessità di abbandonarla. Strizza l’occhio alla fantascienza, ma è al tempo stesso demenziale e trash.

future man
Credits: @Wired

Io ne ho vista di roba simile – penso a The Magicians, ma a questi livelli proprio no. Peccato perché le citazioni dedicate a vari film, personaggi e serie TV sono interessanti e poteva sicuramente regalare qualcosina. Per carità, ripeto ho visto The Magicians in cui il linguaggio condito di parolacce e le scene di sesso erano presenti praticamente in tutta la prima stagione e non sono una bacchettona, ma in Future Man anche il fatto di sminuire il sesso con certe scene e dialoghi, per me è stato un po’ too much. Magari proverò tra qualche tempo a dargli un’altra chance, ma per ora meh…

Un grande meh si è rivelata anche la parte finale de Le terrificanti avventure di Sabrina. Io non so perché ad un certo punto gli autori delle serie TV decidano di impazzire e mettere cose a caso totalmente in contrasto con le stagioni precedenti. Interessante tutta la questione degli orrori di Eldritch e avevo apprezzato il fatto che nei primi episodi avessero deciso di affrontare uno per puntata. Avrei apprezzato di più se avessero continuato a farlo con tutti e non che “il vuoto” si prendesse praticamente quasi mezza serie. 

Ma questo non è nulla in confronto al resto. Contraddizioni su contraddizioni (il suolo degli Spellman non faceva risorgere le streghe della famiglia?!), personaggi con storie lasciate a metà (vedi Lilith e il figlio), o altri buttati lì a caso e poi messi nuovamente nell’angolo. Ah e poi la gara delle band: la cover Sweet child’O mine dei Guns N’ Roses è stato un pugno nello stomaco per me. Non parliamo neanche del finale totalmente sconclusionato per quanto mi riguarda, ché é meglio.

le terrificanti avventure di sabrina
Credits: @Comics1

Infine un film che più meh non si può: The midnight sky. Un film che poteva essere un bel film e invece ha lasciato buona parte delle persone che lo hanno visto senza parole e non positivamente. Mi è parsa una scopiazzatura di film come Interstellar e Gravity, solo che fatto peggio, con personaggi piatti e poco incisivi. Inoltre tutta la faccenda risulta poco approfondita sotto tanti aspetti. Peccato perché dall’inizio sembrava promettere bene.

the midnight sky
Credits: @Cinemio

Post preferiti


Insomma questo è tutto per gli ultimi due mesi. Diversi preferiti, ma dei meh belli grandi stavolta. E voi cosa avete apprezzato o “disprezzato” in questo periodo? Su su, fatemi sapere nei commenti 🙂

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog, attiva le notifiche push  o iscriviti alla Newsletter del blog 😉

I prodotti in questione mi sono stati inviati dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nel post sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.

6 Risposte a “Di tutto un po’ | Preferiti e meh degli ultimi due mesi”

  1. Bloglovin non mi aveva segnalato questo tuo ultimo post Ile, ultimamente mi da non pochi problemi.
    Oceania è piaciuto molto anche a me e lo riguarderei volentieri, Sabrina è stata una grande delusione. Capisco che l’abbiano voluto finire perchè avevano annunciato la chiusura, ma per quel che mi riguarda è stato un declino dalla trze stagione in poi.
    Lucifer l’avevo iniziato ma credo di essere una delle poche voci fuori dal coro perchè praticamente a me annoiava tantissimo e quindi l’ho abbandonato dopo poco :/

    1. Bloglovin ogni tanto fa danni è vero Vale.
      Sì, Oceania è carino. Sono contenta che mi confermi che non sono pazza ad aver trovato l’ultima parte di Sabrina pessima XD
      Lucifer è così: o lo ami o lo odi XD

  2. Innanzitutto grazie per il credit❤️
    In comune abbiamo Oceania che ho apprezzato molto. Su Disney+ ho recuperato anche Soul e la Principessa e il Ranocchio, entrambi molto carini.
    Mi hanno convinta anche The Undoing (iniziato non benissimo), la Regina degli Scacchi e Lupin😀
    Di meh non ce ne sono stati, per fortuna

    1. E di che Linda!
      Vogliamo parlare del polletto di Oceania?! Soul non sono riuscita a vederlo 🙁 Invece la principessa e il ranocchio lo avevo visto anni fa e mi era piaciuto abbastanza. La regina degli scacchi devo assolutamente recuperarlo!

  3. Ciao! Ma sai che ho pure io in programma un post di prodotti “meh”!? Sarà il periodo! La crema mani Cien piace alle mie sorelle, anzi una delle due la riacquista sempre, ma io mi sa che non l’ho mai provata. Su Sabrina ci siamo già confrontati e come sai concordo, tutto molto raffazzonato e affrettato.
    Un abbraccio!

    1. Mamma mia Pier stendiamo una volta per tutte un velo pietoso sull’ultima parte di Sabrina che è meglio… La crema se riesci provala qualche volta perché non è affatto male, poi per quel che costa. Speriamo che a febbraio ci siano meno meh a questo punto XD
      Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.