Crea sito

Di tutto un po’ | Preferiti, bocciati e terminati Agosto 2020

Questo mese con il blog ho fatto abbastanza schifo. Ho pubblicato davvero poco e anche sui social la mia presenza è stata molto altalenante. Ed effettivamente ne ho pagate le conseguenze con un calo assurdo delle visite e mi spiace. Vedremo se a Settembre riuscirò ad essere più diligente. Nel frattempo, però vi parlo dei preferiti e dei terminati di Agosto. Prendete qualcosa da sgranocchiare che ce n’è per un po’. 

Prodotti beauty e makeup preferiti

preferiti agosto

Tra la prima e la seconda settimana di agosto, ho ricevuto una novità firmata Tangle Teezer grazie al team dello store ADI. In particolare qualche settimana prima avevo partecipato alla presentazione online della nuova Vented blow-dry hairbrush*, che è stata inviata a tutti i partecipanti. In pratica è una spazzola da utilizzare in fase di asciugatura per ridurre i tempi della piega in tempi che variano dai 7 ai 20 minuti. Ecco, al primo utilizzo la mia piega è durata poco meno di 12 minuti e i capelli erano super lisci. Per me che li ho attualmente alle scapole e mossi, è un ottimo risultato. Mi sta piacendo davvero parecchio e cronometrando anche le volte successive mi sono accorta di riuscire a stare sempre tra i 10 ed i 12 minuti, cosa non da poco con questo caldo o se si va sempre di fretta.

Altro preferito beauty, stavolta a tema makeup, è il Cheek Heat Maybelline* nella colorazione 20 Rose flash. Ci ho messo parecchio a capirlo, tant’è che non ne ho quasi mai parlato anche nelle storie di Instagram. Inizialmente non capivo perché non ottenessi lo stesso risultato (o quanto meno simile) a quello che vedevo nei vari video dei makeup artist del brand. Poi confrontandomi con Sabrina del blog Never without makeup, ho capito dov’è che sbagliavo. Utilizzavo un metodo di applicazione errato.

Ero convinta che essendo un blush in crema, avrei potuto applicarlo anche con i polpastrelli come facevo con la palette di Revolution Makeup. E invece no, questo blush va rigorosamente applicato con il pennello e se lo si fissa successivamente con un velo di uno in polvere, la durata è pazzesca. Mi ha retto ad una giornata in montagna a Ferragosto e ho detto tutto. Me ne sentirete parlare tra non molto in un articolo con tutte le novità Maybelline ricevute lo scorso Maggio.

Film preferiti

Ho visto diversi film questo mese, ma che mi hanno realmente colpito, ce ne sono stati pochi. Il primo è Fiore del deserto. Non spicca sicuramente per regia e scenografie, ma mi ha colpita per la storia vera che racconta. Tratta infatti della storia di Waris Dirie, di come sia diventata una modella di successo e dell’infibulazione, pratica alla quale ancora troppe donne nel mondo sono soggette. Ovviamente nel film, viene lasciato molto spazio a quella che è stata la sua vita per cui non risulta particolarmente crudo. Se, però ci si riesce un minimo ad immedesimare nelle vicende altrui, ci si può immaginare (anche se lontanamente) il dolore fisico e mentale che ha provato la protagonista.

Fiore del deserto
Credits: @MyMovies

Un film decisamente più leggero è Murder mystery, commedia noir di cui avevo letto lo scorso anno dalla mia cara Valentina in questo post. Un’altra commedia noir piuttosto divertente e leggera, che si è lasciata guardare senza troppe pretese. A parte qualche scena finale un po’ improbabile, capire chi fossero i colpevoli degli omicidi e perché è stato interessante e non banale. Non è ai livelli di Cena con delitto che vi ho citato nel precedente post sui preferiti, ma rimane un film piacevole per trascorrere qualche ora. 

Murder mistery
Credits: @ItalyForMovies

I bocciati del mese

Beauty

In ambito beauty, mi tocca bocciare due deodoranti Dove. Io amo i deodoranti spray del brand, ma ci sono alcune versioni particolarmente profumate che, dopo neanche mezza giornata, mi fanno puzzare. Non sto scherzando! Io non sono una che suda in modo eccessivo e bene o male tutti i deodoranti mi consentono di arrivare a fine giornata senza cattivi odori. Il deodorante spray alla mela e té verde Dove, purtroppo su di me è praticamente acqua fresca. Stessa cosa dicasi per la versione pera e aloe vera. Qualche anno fa l’amavo, ma ora su di me non ce la fa proprio. 

Altro bocciato del mese, è l’igienizzante mani Igiene+, acquistato il mese scorso. Non boccio lui come prodotto perché il suo lavoro lo fa e anche benino. Quello che assolutamente boccio è il pack. Mi è capitato più di una volta di averlo in borsa e ritrovarmi il gel fuori dal forellino d’uscita o addirittura nella parte inferiore in cui il tappo si avvita al collo della boccetta. Non posso stare con l’ansia di ritrovarmi la borsa imbrattata ogni volta che esco.

Serie TV

Ci sarebbe anche una serie TV che ho recuperato in 2-3 giorni, ma che non mi ha lasciato quasi nulla. Pur non essendo totalmente da bocciare, la devo inserire qui e non tra i preferiti. Si tratta di Space Force, uscita la scorsa maggio su Netflix. Ho deciso di vederla incuriosita dalla pubblicità e dal trailer che avevo visto su Instagram. Essendoci Steve Carrell come protagonista non mi sarei mai aspettata una cosa troppo sul serio e in parte anche per questo ero curiosa di vedere come l’avrebbero sviluppata.

Space force
Credits: @cinematographe.it

Partiamo dai pregi, in primis il cast. Carrell, Malkovich, Lisa Kudrow e gli altri, sono piuttosto credibili nei ruoli che rivestono. In molti casi si tratta di vere e proprie caricature rispetto a quello che sarebbero in una situazione reale, ma con la loro bravura, la cosa funziona. Seconda cosa che ho personalmente apprezzato è data dalle riprese, dalle scenografie e dagli abiti. Si vede che sono stati spesi parecchi soldi in fase di realizzazione per la cura di tutti i dettagli.

Veniamo ai difetti. Space Force, per me che ho visto tutte le stagioni di The Office, è un mix tra la satira politica americana e appunto The Office. Con la differenza che quest’ultima era politicamente scorretta sotto molti più punti di vista. Il protagonista Mark, è un capo sconclusionato proprio come il Micheal di The Office (anche se ha più padronanza delle proprie emozioni), e come lui è circondato da gente che è messa peggio di lui o, al contrario, si rivela assennata, ma finisce per assecondarlo.

Mi rendo conto che Space Force sia una serie a parte e non abbia nulla a che vedere con le tematiche di The Office, ma il confronto sorge spontaneo dal primo momento per chi le ha viste entrambe e Space Force ne esce perdente. I dialoghi, eccetto in alcuni momenti, non sono mai particolarmente coinvolgenti, così come alcune situazioni. Infine, non ho trovato molto piacevole l’idea di inserire una tale quantità di scienziati ed astronauti improvvisati. Non so, non l’ho trovata molto furba come scelta. Si sarebbe potuta giocare in maniera diversa.

Mi rendo conto che detta così non si capisca benissimo la mia idea, perciò vi lascio questo articolo di Wired, in cui ritrovo abbastanza la mia opinione. A tempo perso potrei decidere di vedere la seconda stagione per capire dove andranno a parare, ma di sicuro non sarà tra le mie priorità.

Post preferiti


Prodotti terminati del mese

Come per l’ultima volta in cui ho unito preferiti e terminati del mese, vi lascio la lista dei prodotti che ho finito questo mese, con le relative review in modo da non rendere questo articolo chilometrico. Per i prodotti che non ho ancora recensito e che non avete mai visto nei terminati, inserirò qualcosa in più.

terminati
Chiedo scusa per la qualità della foto. Ho dovuto aumentare gli ISO in maniera esagerata in fase di scatto.

terminati agosto

Campioncino 18-in-1 Pure Castile soap Hemp peppermint Dr. Bronner’s*. Come dicevo nel post con i terminati di luglio, ho avuto modo di provare qualcosa del brand. Questo prodotto nasce come multiuso, infatti può essere utilizzato per utilizzo domestico o per l’igiene della persona. Inizialmente ero scettica perché non credevo che un prodotto che può essere usato ad esempio per lavare i piatti, fosse sufficientemente delicato per detergere la pelle di un adulto o di un bambino. In realtà gli ingredienti al suo interno lo rendono piuttosto delicato. Io l’ho usato per fare un pediluvio, per fare la doccia e per detergere il viso. Tra i tre, il metodo che ho preferito è quello sotto la doccia, anche per via della fragranza estremamente mentolata che in queste giornate di caldo, si è rivelata un’ottima mano. Nelle storie in evidenza su IG intitolate #cosedadoccia, trovate tutte le altre informazioni. 

Hydrogel maschera viso Illumia L’Erboristica. Acquistate due bustine di questa maschera lo scorso Luglio. In realtà ho finito una dose delle due disponibili per bustina. Non mi sbilancio nel parlarvene perché sto cercando ancora di farmi un’idea completa su questo prodotto. 


Abbiamo qualche preferito in comune? Quali sono stati i vostri preferiti o bocciati questo mese? E lo smaltimento come procede? Fatemi sapere 😉

I prodotti in questione mi sono stati inviati dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nel post sono frutto della mia esperienza con i prodotti e restano del tutto personali e trasparenti.

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog, attiva le notifiche push  o iscriviti alla Newsletter del blog 😉

8 Risposte a “Di tutto un po’ | Preferiti, bocciati e terminati Agosto 2020”

  1. Io ho la Tangle Teezer classica che continuo ad amare follemente!
    Di makeup ho sfruttato a dismisura la Affinity Palette di Certifeye.
    Ho letto due libri meravigliosi: Delitto e Castigo e l’ultimo volume de L’amica Geniale.
    Poi ho recuperato la seconda stagione di The End Of The F***ing World e sono ritornata al cinema 🎉Tenet doveva avere i miei soldi 🙂

    1. Ciao Linda!
      Anche a me piacciono un sacco: i nodi non li sento proprio praticamente *_*
      Tenet ispira un sacco anche me, ma ancora non l’ho visto. In compenso settimana scorsa con il mio ragazzo, ho visto Trascendence sempre di C. Nolan 😀

    1. La classica la possiedo anche io e concordo a pieno. Mia sorella qualche giorno fa, usando proprio la classica mi dice “Ma com’è possibile che non sento mai dolore con questa spazzola?!”. Non capisco come facciano a detestarla alcuni XD
      Guarda Cri, i dentini tendono un pelino a modellarsi verso l’esterno (basta una sistemata manuale e tornano come prima comunque), ma per i tempi di asciugatura e l’effetto finale è TOP davvero!

  2. Un bel mix questo mese! Mi spiace per Space Force, in effetti il cast attira, ma non sono mai stato particolarmente attirato da The Office, quindi anche qualora fosse stato una sua costola probabilmente non mi avrebbe entusiasmato. Aspetto di sapere che te ne pare della maschera Athena’s! A me ricordo che era piaciuta perché delicata, ma la mia pelle può tollerare qualcosa di più strong!
    Baci!

    1. Ciao Pier! Sì, questo mese c’è stata un bel po’ di roba. Il cast di Space Force non è davvero niente male, peccato per il resto. D’altra parte se The Office non ti ha mai attirato, questo lo farebbe ancora meno. La maschera sembra piuttosto delicata in effetti, eccetto al primissimo utilizzo in cui ho avvertito una maggiore sensazione di bruciore, però già dalla seconda, non ho sentito quasi nulla.
      Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.