Il post sulla mia (mini) postazione makeup, arriva tardissimo rispetto a quando vi avevo chiesto se vi piaceva l’idea. Vi avviso già da subito di non aspettarvi una super postazione di quelle che si vedono su YouTube. Considerate che – ahimé – vivo ancora con i miei e condivido la stanza con mia sorella, per cui lo spazio a disposizione non è molto. Per di più il mio stash non è chissà quanto grande, nonostante io possegga più roba di una ragazza normale che non è appassionata di cosmesi. Fatta questa piccola premessa direi di iniziare.

Partendo dal presupposto che non ho molto spazio in camera, ho cercato di crearmi un angolino quanto più ordinato possibile. Avendo una libreria abbastanza grande, ho fatto spazio sul ripiano più largo posto immediatamente sopra la scrivania, in modo che, per truccarmi non dovessi spostarmi in continuazione, ma al massimo alzarmi e sedermi ogni tot. Probabilmente non si capisce una ceppa da come l’ho scritto, ma credo si capirà un po’ meglio con le immagini.

Queste qui sopra sono le due metà dello stesso ripiano. Ah, dimenticavo! Le foto risalgono a qualche mese fa, per cui vedrete qualche pezzo che in realtà ho terminato nel frattempo e in minima parte ho anche apportato qualche altro cambiamento. In linea generale comunque siamo lì. In corrispondenza di questo ripiano della libreria, immediatamente sotto, c’è la scrivania che, nel mio caso, funge anche da base per quando devo truccarmi. Come vedete non ho molta roba, anzi!

Ora passo a mostrarvi un po’ come ho organizzato i prodotti, che è di sicuro la parte più interessante. Tendenzialmente ho cercato di organizzare tutto in contenitori pratici. I pennelli sono nei loro porta-pennelli di origine (nella seconda foto in alto, il set Zoeva con l’astuccio nero e quello Royal & Langnickel in quello bianco) per due motivi: non mi piace l’idea che i pennelli prendano polvere e trovo l’astuccio molto più pratico. Liberi sul ripiano ci sono anche alcuni profumi in full e mini size, la mini Yankee Candle e la crema viso (che nel frattempo ho terminato e sostituito). Nella scatola giallo-verdognola sulla destra, ci sono accessori per la manicure ed alcuni smalti. Non vi mostro il contenuto sia perché non uso molto gli smalti, sia perché gli altri smalti sono in un’altra scatola altrove (sì, ne abbiamo tanti in casa).

Questa sorta di beauty in cartone rigido, in realtà era lo scheletro di una trousse Yves Rocher che vinsi con un giveaway. Conteneva rossetti in cialda, ombretti e blush. Dopo un po’ ho cestinato i rossetti in cialda che non usavo, ho staccato le cialdine di ombretti e blush e ho sfruttato i tre ripiani in questo modo:

  • Primo ripiano in alto: come si può vedere lo tengo aperto. Qui ho posizionato tutte le palette viso ed occhi, alcuni ombretti mono, ed esternamente il balsamo labbra Burt’s Bees visto che il bordino è calamitato.
  • Secondo cassettino: qui ho inserito tutte le cialde di ombretti e blush Yves Rocher visto che erano adesive e altre palettine di ombretti.
  • Terzo cassettino in basso: qui ho messo altri ombretti mono, tutti gli ombretti Neve Cosmetics, ciprie in polvere libera varie.

Dietro questo contenitore ho inserito la bustina pin-up Neve Cosmetics in cui ci sono tuuuuttiiii i miei campioncini per la skincare, profumi e rossetti. In passato li tenevo tutti in un beauty da borsa. Poi sono aumentati e quindi ho trovato che questa bustina fosse più comoda e pratica.

Questo cestino in latta era di un cofanetto per il corpo Yves Rocher, ma ormai sono reperibili un po’ ovunque. Io ho deciso di usarlo per prodotti vari, relativi alla skincare del viso e del corpo, e un paio di prodotti per i capelli (dry shampoo Batiste e shampoo pre-tinta de La Saponaria). Considerate che shampoo, creme per il corpo e bagnodoccia vari li tengo o in bagno o in altre cassetti che ho in stanza.

In questa piccola scatola di cartone bianco ho messo tutti i prodotti per le labbra, dei correttori ed il Fresh&Fit Essence. Di Balkis e Kernel di Nabla ho voluto tenere le scatoline perché sono troppo belline. In generale tutti i rossetti tendo a metterli a testa in giù in modo da poter vedere subito quale sto prendendo e non andare alla cieca. Quello che vedete avvolto nel pezzo di carta assorbente è il matte pigment gloss L.A.Girl che, come vi dissi nella review, perde e mi impiastriccia tutti quelli vicini.

Questo bicchiere altro non è che quello della candela Bomb Cosmetics che ho deciso di riciclare così. Qui ho inserito alcuni altri correttori, mascara, matite e matitoni occhi. In realtà al momento i correttori li ho spostati nel contenitore dei rossetti, alcuni pezzi li ho terminati come il mascara Catrice e la double glam KIKO.

Altro giro, altra corsa. Questo cestino verde carinissimo è un altro di quelli comprati con i kit Yves Rocher anni fa. Anche qui la disposizione è un po’ cambiata rispetto a quando ho scattato le foto. Qui troviamo di tutto un po’, cioè tutto quello che non entra altrove. Ci sono prodotti per la skincare, ombretti cotti, basi per ombretti, prodotti per la base, mascara e piegaciglia. Il nastrino grigio è stata una gentile modifica di mia sorella “perché così è più carino!”.

Come vedete non ho tanta roba. E ciò direi che rientra anche nella mia filosofia: mi piace godermi quello che ho senza dimenticarmene, non mi piace cestinare prodotti intonsi, non mi indebito per avere tutte le ultime uscite cosmetiche. Il mio portafogli ovviamente ringrazia e comunque anche volendo non avrei davvero dove mettere altra roba. Nel frattempo, da quando ho scattato le foto, sono arrivati i prodotti di varie collaborazioni e ho cercato di riunirli in poche scatole in modo da averli tutti vicini. Una delle scatole in questione l’ho posizionata al fianco del cestino verde, sull’estrema destra. Ah gli specchi che uso per truccarmi li tengo altrove.

Ok, ora ho finito davvero. E’ venuto un post abbastanza lungo, ma non sono riuscita ad essere più sintetica di così. Che ne pensate? Voi come disponete le vostre cose? Fatemi sapere 😉