Crea sito

Dai 20 ai 30 anni: Cambia qualcosa? Come sono cambiata?

Ebbene sì! Oggi compio cifra tonda: i 30 sono arrivati (o meglio arriveranno intorno alle 23 di questa sera, ma siamo lì). In giro si leggono tanti articoli del tipo: cose da fare prima dei 30, come cambia la vita dopo i 30 e cose del genere. Per il momento non voglio pensare a quello che sarà dopo. Sicuramente, però posso raccontarvi come sono cambiata  io nel passaggio dai 20 ai 30.

dai 20 ai 30

Certo è che, se penso a quando avevo 20 anni mi sembrano passati secoli, eppure mi sento sempre una ragazzina. Eccetto quando mi chiamano Signora. Quella è una cosa che non credo mi andrà mai giù. Ma poi cambia davvero qualcosa?! Sì e no. Se penso al fatto che ancora oggi guardo i cartoni animati e che di tanto in tanto faccio cavolate che neanche un’adolescente, vi direi di no. Poi basta pensarci un po’ meglio e sì, di cose ne sono cambiate e anche tante.

Dai 20 ai 30: il corpo cambia

A vedermi, in pochissimi mi danno gli anni che ho. Mediamente la gente che mi vede e non sa in che anno sono nata, mi dà dai 18 (e giuro che è capitato spesso lo scorso anno al lavoro) ai 23-24 al massimo. Madre natura, fortunatamente mi ha concesso di invecchiare lentamente (magari ora me la sto tirando da sola e nel giro di un anno mi ritroverò piena di rughe), ma io qualche differenza sul viso l’ho notata. Non ho rughe o segni d’espressioni marcati, anzi quasi nulla, ma le occhiaie da un anno non mi danno pace. Io che quasi mai avevo occhiaie ed occhi gonfi, mi sono ritrovata a soffrirne spesso nell’ultimo anno, tant’è che ho apprezzato un sacco i patch occhi di PIXI* che su di me sono una mano santa.

friends

A partire dai 25 anni ho anche iniziato ad avere i primi capelli bianchi. Dapprima decisamente sporadici, dai 27 un po’ di più. Non a caso proprio il giorno del mio 28esimo, tre anni fa, ho fatto la mia primissima tinta vegetale. Ora che di anni ne ho 30, la situazione è in continuo progresso, ma per fortuna (spero di non tirarmela anche qui) la maggior parte sono concentrati nella parte media del cuoio capelluto, per cui nella parte più visibile ne ho diversi che sbucano fuori, ma non al punto di farmi troppissimi problemi. Anche se prevedo che tra non molto anch’io ricorrerò alle tinte chimiche ahimè.

Tra le varie cose che sono cambiate, però ce ne sono tre che reputo insopportabili. La prima è che dai 20 ai 30 sono diventata freddolosa, io che anche in pieno inverno fino a 20 anni, uscivo senza la maglia della salute… Per di più mi sono accorta che a causa dei vari sbalzi di temperatura, mi ammalo molto più facilmente (che gioia!). La seconda sono i problemi gastro-intestinali (e qui parte la pubblicità del Gaviscon). Negli ultimi 4 anni mi sono resa conto che: mi stresso? e mi si infiamma il colonmangio un po’ troppo durante le feste? e per giorni mi sento come un’anaconda che ha appena mangiato una muccamangio qualcosa di strano? mi becco indigestione o bruciore di stomaco. Un tormento insomma!

stomach ache

La terza ed ultima ed anche la più temibile: il metabolismo lento! Fino a 25 anni, mi bastava stare un po’ più attenta con l’alimentazione e fare un po’ più di attività fisica e i chili di troppo scendevano. Non rapidamente, ma neanche troppo lentamente. Negli ultimi 2-3 anni invece, posso mangiare in modo sano, allenarmi come una dannata tutti i giorni, ma per perdere un chilo senza riprenderlo, può volerci anche un mese e mezzo.

Dai 20 ai 30: cambiamenti interiori

I cambiamenti maggiori, nel mio caso, si sono manifestati proprio a livello caratteriale. All’inizio dei 20 anni, si può dire che fossi una ragazzetta timida e spaurita nei confronti delle persone e delle situazioni a me nuove. Nel tempo ho  acquisito una maggiore fiducia in me stessa, scaturita da una perdita di peso abbastanza sostanziosa intorno ai 24 anni. Ad oggi, anche se ho ripreso con gli interessi quei chili, sento di essere molto più sicura di me. Ma non si tratta di autostima o accettazione di sé solo a livello fisico. Ho capito quello che sono in grado di fare, quello che voglio e quello che proprio non mi piace (escluso il campo lavorativo che resta sempre un grande punto di domanda).

bitch please

E quando vi dicono che la gente percepisce la sicurezza e nota meno i difetti, credeteci, è così. Ovviamente le teste di cavolo pronte a dirvi che siete troppo grassi/magri, alti/bassi, giovani/vecchi, inadatti o incapaci a fare qualcosa, ci saranno sempre, ma emanare energia positiva, attira gente e cose positive. Se qualche anno fa mi avessero detto che avrei “fatto colpo” (con il fastidio di Mr.L, poverino) più a 28-29 anni con molti chili in più, rispetto a quando ne avevo 20, sarei scoppiata a ridere fragorosamente. I risvolti positivi li ho riscontrati anche nella ricerca o sul posto di lavoro ed è una cosa che apprezzo ancora di più (non per l’aspetto fisico sia chiaro).

Una cosa consequenziale all’aumento della fiducia in me stessa, è stato l’atteggiamento di menefreghismo verso determinate persone/situazioni. Mi spiego meglio: se mi fanno un torto, mi allontano senza troppi problemi. Se mi fanno una battuta squallida/fastidiosa sulla mia forma fisica o qualsiasi altra cosa, rispondo per le rime. Il tutto, cercando di mantenere toni ragionevoli. Non mi faccio troppe paturnie in generale: se qualcosa non mi va a genio o voglio davvero qualcosa, lo dico e/o agisco direttamente. E’ anche per questo motivo che nel 2015 è nato il blog. Volevo aprire un blog da tempo e l’ho fatto, senza continuare a farmi fisime mentali sull’eventuale costanza che avrei o non avrei avuto. Eccetto il 2018 che è stato un anno di cacca in cui non facevo altro che torturarmi con pensieri negativi, ormai il mio atteggiamento è quello di non rimandare le discussioni e le cose da fare.

idgaf

Dai 20 ai 30: e nel beauty cosa è cambiato?

Oltre all’introduzione dei vari contorno occhi e creme antirughe e della tinta vegetale, è cambiato poco. O meglio, in generale è cambiato il mio approccio alla cosmesi. Preferisco acquistare più skincare, che makeup. E anche nel makeup ho modificato alcune abitudini. Quando avevo 20-22 anni, sperimentavo con colori e look particolari anche se andavo di fretta e dovevo solo andare all’università. Nel tempo ho imparato ad apprezzare maggiormente una buona base ed un look occhi semplice per andare a lavoro e sperimento con le varie challenge quando ho tempo, ma per il resto resto un’amante degli ombretti dai colori poco naturali (ciao blu, teal e viola!).


In linea di massimo sono questi i cambiamenti che mi hanno riguardata in questi 10 anni. Voi in quale fase della vostra vita siete? Avete da poco compiuto i 20 o siete già trentenni fatti e finiti? Siete cambiati? Se sì, in che senso? Fatemi sapere 😉

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog, attiva le notifiche push oppure iscriviti alla newsletter 😉

Il prodotto in questione mi è stato inviato dall’azienda a scopo valutativo, le opinioni espresse nella review sono frutto della mia esperienza con il prodotto e restano del tutto personali e trasparenti.

6 Risposte a “Dai 20 ai 30 anni: Cambia qualcosa? Come sono cambiata?”

  1. Grazie per questo post Ile e auguri in ritardo!
    Io 30 anni li farò il prossimo anno ma mi continuano a scambiare per una ventenne (che mi va benissimo!).
    In dieci anni mi sento molto cambiata. Sono meno impulsiva e conto fino a dieci prima di parlare e/o agire.
    Ho più fame del solito ma faccio anche più attività fisica.
    A livello di beauty, sono diventata ossessionata dalla skincare 🙂

    1. Grazie a te che lo hai apprezzato Linda <3 e anche per gli auguri!
      Sì, infatti! finché ci scambiano per più piccole va tutto bene. Sento che quando mi prenderanno per più grande andrò in crisi XD
      Per me la fame è una costante da sempre, specie quando sono in pre-mestruo e quando sono nervosa XD
      Un bacione!

  2. Tantissimi auguri!! Hai fatto un bel resoconto di questi primi 30 anni 😀 Anche io li compio quest’anno ed un po’ di riflessioni e situazioni simili alle tue le sto vivendo. È forse il periodo di maggiore crescita l’età fra i 20 e i 30, almeno per me è stato così! Passa una bella serata allora 🙂
    Baci!

    1. Ciao Pier! Grazie mille per gli auguri!
      Effettivamente credo che forse un po’ tutti affrontiamo periodi simili tra i 20 ed i 30 🙂 Chissà tra i 30 e i 40 come cambieremo ancora XD

  3. Prima di tutto: tantissimi auguri di buon compleanno!!!
    Eccome se si cambia dai 20 ai 30. Si cambia anche dopo. Forse si cambia ogni giorno, rendendocene conto solo tempo dopo.
    Buona giornata, goditela e rendila speciale. Un abbraccio.

    1. Grazie mille Damina <3
      Cavolo se si cambia! Io a 20 anni ero meno ansiosa, ma molto più timida e impacciata. Ora non è che le cose siano molto meglio, ma non mi tiro di certo indietro davanti a persone e situazioni nuove.
      Grazie mille!
      Un abbraccio <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.