Crea sito

Come mandare avanti un blog senza computer

Tra gli obiettivi di questo anno, c’era quello di parlare di blogging una volta, al mese. A maggio e giugno questo tema ha dovuto subire una botta d’arresto causa portatile mal funzionante. Ora che è qui, però posso riprendere in mano questa serie di articoli. In particolare, per rimanere in tema, vorrei parlarvi di come mandare avanti un blog anche quando si è senza computer. Lo so, può sembrare strano come argomento, ma visto e considerato che è una situazione che può capitare a chiunque da un momento all’altro (e spero vivamente non mi ricapiti e non capiti a voi), meglio sapere come muoversi in questi casi.

Negli ultimi mesi, mi è capitato per ben due volte di ritrovarmi da un giorno all’altro senza il mio portatile. Per di più in entrambi i casi, l’assenza del pc è durata rispettivamente due mesi prima, ed un mese poi. Se bazzicate nel mondo del blogging da tempo, saprete sicuramente che, lasciare abbandonato un blog per così tanto è controproducente. E’ vero che quando si tratta di contenuti, la qualità è meglio della quantità, ma scrivere un post dopo due mesi o scriverne uno al mese, può avere effetti poco gradevoli per il traffico che giunge su un blog. Come fare quindi a mandare avanti un blog senza pc? Eccovi una serie di consigli utili.

Avere una copia backup delle foto necessarie

Questa è una cosa che ho imparato a mie spese con le foto delle Yankee Candle. Le avevo trasferite sul portatile ed eliminate dalla memory card della reflex, prima di modificarle e caricarle sul blog. Nel momento in cui il portatile mi ha abbandonata, mi sono ritrovata senza le foto pronte e ho dovuto adattarmi a scattare delle foto peggiori e con le candele già consumate.

Questo è un consiglio che può valere anche se non siete degli addetti ai lavori. Periodicamente (non una volta all’anno, ma più frequentemente) fate un backup di tutto ciò che avete sul pc, salvatelo in una ram esterna, su una pennetta molto capiente, ma fatelo! Ritrovarsi da un giorno all’altro con un pc, mal funzionante, che non consente di recuperare nulla di quello che c’è sopra, può significare perdere tutto, ma se avete fatto un backup, qualcosa si può salvare.

Programmare post in anticipo

Questa è una cosa che cerco di fare il più possibile quando ho tempo, perché mi torna utile in diverse occasioni: magari se sono troppo occupata con gli impegni lavorativi, sto male o altro. Nel caso in cui il portatile abbia problemi, torna ancora più utile, perché quegli articoli, verranno pubblicati in automatico, senza che voi dobbiate scomodare nessuno per la pubblicazione ed il blog può andare avanti tranquillamente.

Sfruttare la tecnologia ed i tempi morti a proprio vantaggio

Avere un blog, ma essere senza un portatile vuol dire avere dei “tempi morti“. In questi tempi morti ho cercato di sfruttare le capacità di smartphone e tablet a mia disposizione. Con il semplice accesso da telefono, quando avevo tempo, gettavo le bozze degli articoli che avevo intenzione di pubblicare per quel determinato mese. Per certi versi, il telefono mi ha anche facilitato il lavoro, visto che scrivere è più rapido e che c’è il suggerimento automatico per le parole da utilizzare.

Per altri ovviamente risultava penalizzante. Ad esempio non mi era possibile avere una chiara visione d’insieme  dell’articolo, mettere il grassetto o modificare il colore delle parole o anche inserire i link, risultava molto più scomodo. Quello era un lavoro che effettuavo sfruttando di tanto in tanto il computer fisso dei miei.

Sfruttare i social a proprio vantaggio

Se ci si riesce a mantenere, nonostante il computer fuori gioco, su un post a settimana, ma anche se non ci si riesce, i social possono essere un aiuto, per continuare a veicolare traffico al proprio blog. Ad esempio a seconda del periodo si possono ricondividere determinati post, anche se un po’ più vecchi non è detto che tutti li abbiano già letti. Con Pinterest, poi la condivisione è anche più semplice perché per ricondividere un vecchio post, basta salvare l’immagine del post che si desidera, inserire qualche hashtag ed il traffico può durare per mesi.

Altre attività

Dal momento che si hanno dei tempi morti, tanto vale sfruttarli al meglio. In quel frangente di tempo, ci si può dedicare alla pianificazione dei prossimi articoli e alla creazione del piano editoriale. Ci si può concentrare magari sui social, cercando di mantenere il coinvolgimento del proprio pubblico o semplicemente dedicarsi allo scatto di foto dei prodotti con maggiore attenzione e dedizione, in modo da ritrovarsele poi già pronte per quando serviranno.


E questo è quanto gente. Anche a voi è capitato di dover bloccare o rallentare la pubblicazione a causa del computer? Come avete mandato avanti il blog senza computer? Fatemi sapere 😉

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog oppure attiva le notifiche push 😉
Se ti piacciono i post sul blogging, allora leggi anche:

2 Risposte a “Come mandare avanti un blog senza computer”

  1. Personalmente quando mi si è rotto il pc ho fatto molta fatica, anzi mi sa che proprio non ho pubblicato nulla, complice il fatto che ha coinciso con problemi di rete. Purtroppo come hai detto per la formattazione, l’inserimento dei link così come delle foto, senza pc per me è impossibile. Insomma, tocca avere pazienza secondo me, non c’è un metodo effettivo se non appunto avere da parte qualche post per le evenienze e “giocare” un po’ sui social nel mentre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.