Giorno gente. Se mi seguite da tempo, sarete incappati senz’altro in uno dei miei post sui prodotti terminati e Rolling Project10Pan. In molti mi chiedono di che si tratta, come funziona e perché lo faccio con così tanta fermezza. Ecco perché oggi scrivo questo post. Magari può essere d’ispirazione a qualcuno, anche perché in Italia, la community che si dedica ai vari Pan Project pare stia crescendo e la cosa mi fa piacere, perché ciò vuol dire che il concetto di consumo consapevole sta prendendo piede.

Cos’è il Rolling Project10Pan?

Per chi fosse totalmente all’oscuro di cosa sia il Rolling Project10Pan, ve lo spiego qui brevemente. In pratica si scelgono 10 prodotti che si vogliono portare a terminare. Finché non si termina una certa tipologia di prodotto, non si devono acquistare altri prodotti della stessa categoria. Vi faccio un esempio. Secido di inserire nel progetto 3 ombretti, una crema mani, un fondotinta e 5 rossetti, non dovrò acquistare nulla di quella categoria finché non li termino. Inoltre una volta terminati, posso inserirne di nuovi. Su questo punto, c’è chi preferisce inserire prodotti della stessa categoria. Io personalmente con alcune tipologie di prodotti faccio così, con altre preferisco cambiare. Tutto dipende da quanti prodotti della stessa categoria ho. Ad esempio gli ombretti che possiedo in abbondanza, li sostituisco con altri ombretti. Stessa cosa con i blush. Ed ora eccovi i motivi per intraprendere un percorso del genere.

Risparmio economico

Sembra quasi inutile dirlo, eppure è proprio così. Nel mio caso, a parte un piccolo sgarro fatto la settimana scorsa, erano quasi due anni che non acquistato palette di ombretti ed ombretti singoli. Se avessi acquistato anche solo la metà delle palette che mi attiravano, a quest’ora sarei piena di palette e con il portafogli vuoto. Se poi teniamo conto che ci sono varie categorie in ogni progetto il risparmio risulta amplificato.

Maggiore consapevolezza

La consapevolezza di quanti e quali prodotti ho, ha fatto sì che intraprendessi questo percorso. Come vi avevo raccontato nel post su come risparmiare in ambito beauty, fare un inventario è fondamentale. Una volta fatta la lista di quello che si possiede, ci si rende conto di avere prodotti che potrebbero bastare per una vita o più. Ha davvero senso avere 10 palette sui toni neutri? Questo è un esempio, ma so per certo che alcuni di noi le hanno per davvero. Ha davvero senso continuare a comprarne se in casa già se ne hanno diverse?! Se proprio non se ne può fare a meno, quanto meno quelle più vecchie e che usiamo meno, regaliamole a chi le sfrutterà di sicuro più di noi.

Evitare di cestinare prodotti intonsi o quasi

Non so voi, ma a me piange il cuore quando devo buttare dei prodotti semi intatti perché andati a male. E mi succede sia che si tratti di prodotti regalati, che di prodotti acquistati con i miei soldini. Ovvio che se ci ho speso soldi, mi infastidisce anche di più. Con il Rolling Project10Pan si può portare a termine un prodotto prima che marcisca abbandonato in un cassetto.

Rivalutare un prodotto

Quante volte capita di acquistare un prodotto, usarlo per un po’ e poi magari ce ne dimentichiamo perché abbiamo preso altro o perché non ci faceva impazzire?! O magari prodotti che in un dato periodo ci piacciono da morire e poi in un altro periodo, riprendendoli, pensiamo “Ma davvero mi piaceva?“. Con il tempo, cambiano gusti, esigenze ed i prodotti stessi in alcuni casi (vedi i mascara), per cui non è detto che la nostra opinione verso un prodotto non possa cambiare. Ciò credo sia anche più importanti per chi gestisce un beauty blog, in quanto ciò permette di aggiornare una review, integrando ulteriori informazioni. O per lo meno è quello che faccio io con i post più vecchi. Tra l’altro si può rivalutare un prodotto per un altro utilizzo, tipo un blush opaco che non riusciamo a finire, per la piega dell’occhio, un illuminante come ombretto e via discorrendo.

Non accumulare troppi prodotti

E questa è un’altra cosa fondamentale. Accumulare troppi prodotti, riduce lo spazio e l’ordine della stanza e anche mentale nell’uso dei prodotti. Voi ricordate tutti i prodotti che avete? Io sì, ma ho una buona memoria e la mia collezione è minuscola. Mi capita spesso di leggere di ragazze che si sono ritrovate con doppioni perché non ricordavano di aver già quel dato prodotto. Inoltre è più probabile che un prodotto finisca dimenticato e vada a male prima che ce ne accorgiamo.

_____________________________________________________________________________________________________

Come vedete sono cose a cui ci si può arrivare facilmente, non è che dovessi arrivare io a dirvele, ma magari leggendole ci fate più caso e siete più invogliati a smaltire in maniera consapevole i vostri cosmetici.

Voi fate dei progetti smaltimento o non ne avete bisogno? Se sì, quali portate avanti? Vi piace questo argomento? In caso potrei scrivervi i vari progetti che conosco in un altro post se può interessarvi 😉