Crea sito

15 Modi per Risparmiare | Beauty Edition + Riflessioni sulla Corsa agli acquisti cosmetici

Salve gente!

Ultimamente, dopo varie riflessioni fatte da alcune blogger che seguo con piacere, ho pensato di fare questo post sui 15 Modi per Risparmiare per le e gli amanti del makeup e del mondo beauty. In generale ho sempre (o quasi) ponderato i miei acquisti cosmetici, nonostante la mia passione. In primis perché in passato non lavorando, mi seccava chiedere i soldi ai miei per cose “superficiali e poco necessarie”. Successivamente anche avendo un mio lavoro, sono sempre stata attenta, non per mancanza di moneta, quanto per il fatto che mi piace fare anche altro, oltre che giocare con i miei amati trucchi e soprattutto non mi piace dover buttare i prodotti.

Specialmente ultimamente con il boom dei social, pare che si sia perso un po’ il gusto di godersi ciò che si ha. E’ una continua corsa all’acquisto della “nuova ed imperdibile” uscita cosmetica. Un po’ come se il fatto che una cosa ce l’abbiano tutte/i, autorizzasse anche noi a fare altrettanto. Mi sembra che il mondo del makeup e della cosmesi, ormai sia diventata più una gara a chi compra un nuovo prodotto e lo sbandiera, piuttosto che utilizzare ciò che si ha per ricreare un look da tutti i giorni o artistico che sia. Attenzione, non sto dicendo che sia così, semplicemente è questa l’impressione che ho da qualche tempo.

Tutto ciò mi rendo conto, che spesso possa far sentire inadeguate le persone (più o meno giovani) che magari non possono permettersi di acquistare qualsiasi cosa o che semplicemente non vogliono. Ci sono passata anch’io a volte, specie quando vi parlavo di prodotti non proprio nuovi e di tendenza. Poi, però tornavo con i piedi per terra sul motivo per cui è nato il blog: parlare delle mie esperienze con i prodotti, nuovi o vecchi che siano.

Allo stesso tempo, però immagino come possa sentirsi una ragazzina, magari un’adolescente, che viene bombardata costantemente da haul, nuovi acquisti ecc. La sensazione di inadeguatezza potrebbe rimanere comunque. Non voglio fare la moralista, perché anch’io ho postato haul sul blog e sui social, ma sapete – se mi seguite – che non ne posto frequentemente, anzi. Si tratta solo di riflessioni da cui mi piacerebbe nascesse uno scambio con voi, per capire cosa ne pensate.

Ok, dopo questo papello sentimentalista, passiamo alla ciccia. Perché risparmiare sul makeup? Magari perché non possiamo permettercelo, perché quei soldi ci servono per altro, magari perché non ci va di buttare quello che abbiamo. Ecco quindi 15 consigli. Queste sono le cose che faccio io e che su di me funzionano, spero possano tornare utili anche a voi.

#1 Leggere tante review e post confronto

Non mi stancherò mai di dirlo, noi blogger ci facciamo il mazzo con foto, review e quant’altro. A qualcosa servirà no?! Leggere tante review e pareri diversi, ci salvano dalla ciofeca dietro l’angolo, dal prodotto che non fa al caso nostro o che al contrario, può salvarci la vita cosmetica. Vedo tante ragazze chiedere consigli ad altre in gruppi privati e venire liquidate con due parole. Basterebbe digitare le parole necessarie e potrebbero venire inondate da decine e decine di review complete. Perché rischiare un acquisto sbagliato? Per non sprecare 10-20 minuti in più a leggere? Non credo che il gioco valga la candela.

#2 Conoscere e valutare le proprie esigenze

Qui mi sembra il minimo sindacabile. Se io ho la pelle mista, non mi sognerò mai di acquistare una crema o un detergente pensati per la pelle secca. Se si parte da questo presupposto, è più facile già fare gli acquisti, inoltre leggendo le review, verrà più facile capire se quel prodotto che tanto ci attira fa o non fa al caso nostro. Ovviamente c’è sempre qualche possibilità che quel dato prodotto che pare soddisfi buona parte delle persone, su di noi non funzioni, ma almeno sono più remote.

#3 Non lasciarsi influenzare troppo dalle mode del momento

Mi pare abbastanza evidente anche questo. Vi faccio un esempio. Negli ultimi anni vanno molto di moda i rossetti metallizzati e sono tornati abbastanza in auge i gloss. Alcuni sono anche molto belli da vedere effettivamente, ma vale davvero la pena acquistarli se poi finiamo per usarli un paio di volte perché non li troviamo confortevoli o non ci piacciono addosso?!

#4 Terminare i prodotti già aperti e/o non aprirne troppi contemporaneamente

In questo ammetto di essere colpevole, specialmente per quanto riguarda mascara e bagnoschiuma. Sono il mio tallone d’Achille, non riesco a mantenere aperto solo uno fino alla fine. Ho sempre voglia di aprirne altri. A parte questo, però con le altre tipologie di prodotto, specie se si parla di skin/hair care, faccio molta attenzione. Aprire più prodotti in contemporanea, vuol dire terminarli molto più lentamente e rischiare contaminazioni batteriche. Ciò vuol dire che la possibilità che il prodotto vada a male e debba essere buttato aumenti, con il risultato che i soldini sono andati a finire nella pattumiera e non è mai bello.

#5 Fare l’inventario di ciò che si ha

Io l’ho fatto precisamente nel novembre 2016. Ho preso un quadernino e ho diviso alcune pagine per categoria, dopodiché ho stilato la lista di tutti i prodotti in mio possesso. Credetemi vedere, pagine e pagine riempirsi e contare alcune tipologie di prodotto mi ha lasciato basita. Ho pensato “Ho davvero tutta questa roba?! Mi serve davvero tutta questa roba?”. Da quel giorno ho iniziato a smaltire i prodotti ed acquistarne altri con molta più coscienza. Tra l’altro fare questo vi aiuta anche a rendervi conto, di quali sono i prodotti che riacquistate più spesso.

#6 Approfittare di sconti ed offerte per i prodotti che ricomprate spesso

Capitan ovvio, lo so. Con il trucchetto dell’inventario, mi sono resa conto di quali sono i prodotti che riacquisto e che ricomprerei a vita. Può valere per i dischetti struccanti, per una crema corpo, per lo shampoo o qualsiasi cosa, specie in fatto di skincare. Ad esempio io trovo validissimi i dischetti Fior di Magnolia e quelli Cotoneve, ogni volta che li trovo in promo ne faccio scorta di 2-3 confezioni. Stessa cosa dicasi degli shampoo a secco Batiste, ormai li acquisto quasi solo quando Maquillalia propone il 3×2 sulla marca. Può sembrare una banalità, ma torna sempre utile.

#7 Utilizzare i codici sconto disponibili su blog e social

Ricollegandomi al punto precedente, non potevo non citare i codici sconto utilizzabili per gli acquisti online. In vari gruppi privati su facebook e vari blog, specie quelli in cui le blogger mettono a disposizione codici sconto spendibili in vari shop online. Tali codici in genere permettono fino al 15% di sconto, che non fa mai male.

#8 Preferire i prodotti in full size

Si sa che le full size in proporzione costano meno delle mini size. Quindi a meno che non vi servano delle mini taglie per viaggiare o perché volete farvi un’idea di un prodotto un po’ più costoso, sarebbe preferibile utilizzare le taglie grandi. Tra l’altro le mini taglie non sono per forza necessarie in viaggio, visto che si possono sfruttare le decine e decine di campioncini che abbiamo in casa o, ancora meglio, trasferire un po’ di prodotto in contenitori vuoti.

#9 Utilizzare i campioncini e le mini size

A parte che anche i campioncini e mini size dopo un po’ vanno a male, quindi sarebbe meglio farli fuori entro tempi non molto lunghi. Possono aiutarci a rimandare un acquisto per un po’. Io l’ho fatto qualche mese fa con la crema viso: prima di acquistarne un’altra, ho dato fondo a tutti i campioncini di creme e cremine varie. Per di più in alcuni casi, ci consentono di farci un’idea su un prodotto più o meno costoso, mai provato prima. Di conseguenza possiamo decidere se acquistare o no quel dato prodotto.

#10 Spremere i prodotti fino all’ultima goccia

Non so quanti di voi lo facciano, ma ci sono dei piccoli accorgimenti che consentono di utilizzare i prodotti fino alla fine o quasi. Ad esempio io odio i flaconi in plastica rigida, perché ad eccezione di bagnoschiuma e shampoo che possono essere diluiti con acqua, risulta difficile prelevare il prodotto rimasto attaccato al fondo o ai bordi. In genere prediligo le confezioni in plastica morbida, specialmente i tubetti in modo da spremerli, o addirittura in barattolo perché così sono sicura che non rimarrà nulla. Altro trucchetto che prediligo è quello di rimuovere l’anellino in plastica dai tubetti di correttore e rossetti liquidi, in modo che l’applicatore riesca a prelevare il prodotto in punti dove altrimenti non arriverebbe.

#11 Creare wishlist, ma saper aspettare

Io uso questo trucchetto da un paio d’anni e devo dire che funziona piuttosto bene. Nella mia agenda personale, appunto la wishlist con i prodotti che mi incuriosiscono e so che vorrei provare. Non acquisto, però subito. Anzi, faccio passare un po’ di tempo in modo che la smania di acquisto iniziale si affievolisca e poi con lucidità capire se è un prodotto che davvero voglio ed userei o meno. E vi dirò svariate palette e prodotti di skincare che avevo puntato ora non sono più nella mia wishlist.

#12 Utilizzare alcuni prodotti per più scopi

Personalmente mi piace sfruttare al massimo i prodotti che ho a disposizione, per cui a volte mi diletto con esperimenti del genere. E a volte riescono anche bene. Ad esempio ultimamente sto utilizzando spessissimo terra e blush per definire la piega dell’occhio. O in alcuni casi mi piace utilizzare degli ombretti come illuminanti. L’effetto finale, in entrambi i casi è riuscitissimo. Qui trovate un esempio lampante di blush e terra utilizzati sugli occhi al posto degli ombretti.

#13 Evitare di acquistare prodotti makeup in colori inutilizzabili per voi o che sfruttate poco

Io amo gli ombretti blu e verde petrolio/smeraldo alla follia. Ciò non vuol dire che io li utilizzi spesso nella quotidianità, sia per questioni lavorative che per questioni di tempo. Il fatto che io lo sappia mi aiuta a fermarmi in tempo, prima di comprare ogni ombretto che mi faccia brillare gli occhi, perché so che lo lascerei inutilizzato per la maggior parte del tempo e potrei doverlo addirittura buttare quasi intonso se andasse a male. Stessa cosa vale per i rossetti di colori che sfrutto poco come i viola, i marroni scuri e i colori un po’ pazzi. Ciò vale anche per i prodotti per la base: se sono bianca cadaverica, non prenderò mai un fondo o un correttore color biscotto.

#14 Fare un Progetto Smaltimento Prodotti o un Project10Pan

Se mi seguite saprete già che periodicamente faccio progetti del genere. In pratica basta scegliere una serie (o 10 se si tratta del Project10Pan) di prodotti da terminare prima di procedere all’acquisto di altri prodotti della stessa tipologia. Devo dire che mi riescono piuttosto bene, anche se al momento con il mio Project10Pan sto procedendo piuttosto a rilento.

#15 Riordinare periodicamente la postazione makeup/beauty

Riordinando una volta al mese (o anche più) la postazione o il beauty o il mobiletto (insomma dove tenete le vostre cose), riscoprirete prodotti che magari amavate utilizzare e avete relegato in un angolo solo perché sono arrivati nuovi gingilli cosmetici. Inoltre in questo modo potrete rendervi conto se c’è qualcosa che proprio non riuscite ad utilizzare e che può essere regalato o venduto e cose che vanno buttate perché andate a male.


Insomma questa erano i miei 15 consigli gente. Sono tutte cose che ho sperimentato su me stessa e continuo ad utilizzare per stare attenta con gli acquisti. Niente di eccezionale, ma spero che possano aiutare qualcuno che sta leggendo.

Voi cosa ne pensate della corsa agli acquisti cosmetici? Mettete in atto qualcuno di questi trucchetti per spendere meno? Avete altri suggerimenti da indicarmi? Fatemi sapere con un commentino 😉 

20 Risposte a “15 Modi per Risparmiare | Beauty Edition + Riflessioni sulla Corsa agli acquisti cosmetici”

  1. Articolo molto utile. Io personalmente compro solo con le offerte. Un paio di volte l’anno faccio una cernita dei prodotti e quelli che mi rendo conto di non usare da molto tempo, li regalo. A buttare non butto nulla, ma ammetto di avere alcuni cosmetici praticamente nuovi da… anni! Fino a 2 anni fa acquistavo compulsivamente, accumulavo trucchi che poi non avevo tempo nemmeno di usare. Ora spendo di più per un singolo prodotto ma ne compro decisamente meno e soprattutto prima di farlo penso se sia davvero il caso o no visto la quantità infinita di roba che ho (nonostante continui a regalarla).

    1. Grazie! Ecco vendere o regalare il makeup che non si usa più è sempre una cose positiva.
      Hai cambiato approccio negli anni ed è più che giusto, con gli anni cambiano tanto le esigenze per cui ci sta spendere di più per un singolo prodotto, piuttosto che per tante cose che utilizzeremo poco o che non ci soddisfano.

  2. Ciao! Bellissimo post molto utile. Anche io spremo fino all’ultima goccia i prodotti e da quasi un’anno mi sono fatta un inventario catalogando tutto…cosmetici e prodotti make up!^_* Ammetto però che, in questo periodo, non ho fatto la brava ma ogni tanto ci sta! Un bacione

  3. Ciao Ila ^__^, finalmente ho avuto un po’ di tempo per leggere e commentare questo post, di cui avevo visto l’anteprima su IG.
    Mi trovi assolutamente d’accordo sul fatto che ormai pare che se non hai l’ultima palette o l’ultimo rossetto uscito, sei una pezzente. Io sono una di quelle che ha sempre speso tanto, ma questo ancor prima di avere un blog, ancor prima che ci fossero i social. Ho cominciato a comperare cosmetici intorno ai 20 anni, con i primi stipendi e spendevo una follia. Da un po’ di tempo a questa parte, cerco di non farmi prendere dalla foga “del tutto e subito” e ho fatto passi in avanti in questo senso, Non sempre mi riesce. Condivido alcuni dei tuoi trucchi per risparmiare un po’, vale a dire finire sempre fino all’ultima goccia, saper aspettare e riordinare spesso la postazione makeup. Quello che più mi aiuta in questo senso è il saper aspettare. Se resisto non appena c’è il lancio del prodotto, spesso poi mi passa la voglia e trovo mille altre alternative tra quello che già posseggo.

    1. Ciao Ele!
      Sì, anch’io riesco a leggere i post altrui solo successivamente U_U
      Esattamente quello che ho pensato io, ma non volevo usare quel termine. Non volevo che nessuno si sentisse offeso leggendo o che fraintedesse ciò che volevo dire. Beh ma ci sta che ognuno sia libero di spendere i soldi come meglio crede se ha davvero il gusto di farlo, se poi uno lo fa solo per mostrarlo al mondo è un altro paio di maniche e a quel punto dovrebbe porsi due domande. O almeno io la vedo così 🙂

  4. Ciao Ilenia concordo in tutto con quello che hai scritto. Anch’io spremo i prodotti fino alla fine e trovo molto utile fare l’inventario di quello che si ha. Io ormai non compro blush perché nonostante l’uso non riesco mai a finirli (non riesco a fare il buco..), perciò è un prodotto che evito di acquistare 🙂
    Ciao!

  5. Io al momento ho pochissimo makeup e mi piace tutto quello che ho, per cui non penso farò makeup- shopping per un po’. Il consiglio di fare wishlist e aspettare lo condivido in pieno, soprattutto “aspettare qualche codice sconto” 😛

    Caterina | caterinasosso.com

  6. Che bell’articolo che hai scritto Ile!
    Condivido ogni singolo punto anche se io sono la prima a volte che esagera con gli acquisti. Quando vedo delle promozioni, ci sono dei momenti nei quali non so resistere e in un batter d’occhio, spunto più articoli del dovuto dalla mia wishlist tutti nello stesso momento :/
    L’inventario è utilissimo! L’ho fatto a gennaio e ci sono intere categorie che sono rimaste uguali a livello di numeri nel 2017. Su tutte le matite occhi, gli smalti, i blush e i mascara!

    1. Grazie Linda <3
      Ma io credo che comunque dipenda dal tipo di acquisto. Se si tratta di prodotti di skincare, bene o male si sa che verranno utilizzati, l'importante è non aprirli tutti insieme. Il problema sono i prodotti makeup che essendo tanti chissà quando termineremo.

  7. Concordo in pieno! Io sono in super fase di austerity perchè mi sono resa conto che ho molti più prodotti make-up di quanti non ne utilizzerò mai nella vita. Sob. Con la skincare va un po’ meglio perchè avendo la pelle secca e delicata sono abbastanza regolare nell’utilizzo dei prodotti e quindi li finisco con maggior frequenza. Devo dire che il punto 5 lo avevo sperimentato anni fa quando ero proprio alle basi della mia fase minimalista (che persiste tutt’ora) e mi aveva aiutato moltissimo! Mi ero scritta anche la data di acquisto o in cui mi era stato regalato un prodotto, in modo da cercare di utilizzarli prima della scadenza e da non dimenticarne qualcuno in un angoletto solo perchè magari la profumazione non mi entusiasmava.
    Il project10pan non l’ho mai sentito ma mi ispira moltissimo! Cercherò di andarlo a vedere, anche se faccio una cosa simile, ovvero cerco di non acquistare più prodotti a meno di non averne terminato (o stare terminando) uno della stessa categoria. Per esempio i rossetti o gli smalti, che uso pochissimo ma che se potessi comprerei a sacchettate. Mi impongo di non comprarne a meno di non finire quelli che ho e mi trovo molto bene. Bellissimo articolo
    Sara

    1. Ciao Sara! Grazie mille per aver commentato <3
      Esattamente. Spesso con la scusa del "Che bello mi piace, lo compro" finiamo a comprare molta più roba di quanta in realtà ce ne serva e poi magari ci si ritrova con 10 blush (che già per finirne uno è un trauma), 30 palette ecc ecc. A meno che uno lo faccia per lavoro, è inutile avere 3-4 palette con gli stessi toni neutri e bronzati.
      Io avevo pensato di scrivere la data di aquisto/regalo, ma so già che sarei poco costante in questo e non lo faccio in partenza e basta XD Diciamo che mi regolo in base a quello che ricordo.
      Io mi contengo abbastanza, ma se c'è qualcosa che mi piace troppo non riesco XD

  8. articolo molto interessante, alcune cose le faccio già, altre me le sono appuntate, tipo fare l’inventario….. Io sono una di quelle che tende ad avere le mani un po’ bucate però sinceramente sono anche arrivata ad un punto dove mi rendo conto che sono davvero poche le “novità” lanciate sul mercato… la stra grande maggioranza dei prodotti sono visti e rivisti e sicuro abbiamo nel nostro stash prodotti simili per colorazione o texture…. questa consapevolezza mi ha fatto rallentare moltissimo dal volere comprare “quasi” tutto….. non sono ancora guarita definitivamente ma credo di essere sulla buona strada 😉

    1. Hai perfettamente colto nel segno. Ovviamente per noi patite anche impercettibili differenze vengono notate, ma in fin dei conti sugli occhi o sulle labbra si notano poco.
      Ma io credo che – salvo in alcuni casi – non sia questione di guarire o meno, semplicemente basta riflettere su quello che si sta per acquistare per l’ennesima volta 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.