Preliminari dolorosi

 sesso-dolore-gine2.jpg

Salve dottoressa,
Inizio con il complimentarmi con lei perché quando risponde è molto esauriente!
Lo scorso ottobre ho compiuto 16 anni e da quasi due anni ho rapporti con il mio ragazzo tra qualche mese maggiorenne (sto con lui da 5 anni).
Prima che arrivassimo ad avere un rapporto completo abbiamo sempre sfruttato i preliminari… e diciamo che con questi ho perso la mia “verginità fisica”.
Non sono mai stati fastidiosi. Anche se le prime volte dei preliminari e della penetrazione pizzicava un poco però dopo due secondi tutto scorreva liscio! Ma da un pò di tempo (6 mesi circa) i preliminari sono il momento che odio… ogni volta che penetra con le due dita (ammetto che non è delicato) inizia un bruciore e un dolore muscolare che non sopporto e che rende impossibile tutto! La penetrazionea se non prima passano 10 minuti avverto dolorie fastidi.
Al di là di questo, ho un infenzione o sono io che creo questi problemi? Magari che con le sue unghie sporche abbia graffiato e infettato le pareti vaginali? Comunque oltre il rapporto non provo ne prurito dolori e niente. Quando urino sono tranquilla non perdo sangue! Le dico anche che ho avuto un pò di stress in precedenza.
La prego mi risponda e grazie in anticipo!

 LEGGI ANCHE: PRELIMINARI, LA GUIDA COMPLETA

Salve, lo stress non c’entra niente, e soprattutto non è lei che crea questi problemi!. E’ evidente che il suo fidanzato non è molto delicato, ma è anche vero che – soprattutto a quest’età – per i ragazzi non è facile capire come “muoversi”. La soluzione sta nella comunicazione: non esiti a parlare con il suo ragazzo e a spiegargli che le sue “carezze” sono troppo violente, e gli spieghi come preferisce che si comporti. Imaggino l’imbarazzo, ma a maggior ragione se avete rapporti intimi è giusto abbattere queste barriere. Se continua ad avere fastidi sarà opportuno fare una visita dal ginecologo per accertare che non ci siano infezioni.

Precedente Rapporto nella settimana di pausa della pillola: sono incinta? Successivo Perdite bianche: cosa dire al ginecologo