Crea sito

Rinnovamento per la nostra pelle!

Settembre è il mese del rinnovamento dei contratti di lavoro, degli esami all’università, delle prove di verifica a scuola dal rientro delle vacanze. E’ il mese della prova del nove di un rapporto e dei bilanci.

Ma soprattutto Settembre è il mese del rinnovamento cellulare della nostra pelle!

Dopo l’estate e le vacanze, si ritorna alla routine. E con essa, si ritorna a prendersi cura della propria pelle perché è proprio a settembre che richiede maggiore attenzione e cura. La pelle si rinnova in quanto subisce il cambio di stagione, di temperatura e del caldo con il freddo. Ma durante il rinnovamento chiamatosi turnover cellulare, notiamo un’accentuata disidratazione cutanea nella zona T, del contorno occhi e del contorno labbra. Ma facciamo un piccolo passo indietro.

Il turnover cellulare è la capacità della pelle di rinnovarsi continuamente grazie alla produzione di cellule nuove che vanno a sostituire le cellule oramai invecchiate negli strati più superficiali. La pelle è stratificata questo significa che ogni strato sottostante l’epidermide ( lo strato più superficiale ), contribuisce a garantire il ricambio fisiologico.



Il processo di micro-esfoliazione avviene sullo strato superficiale dove i corneo citi perdono adesione e si sfaldano, quindi più perde cellule più lo strato basale è stimolato nella produzione di cellule nuove. Il turnover avviene ogni giorno ad esclusione di pelli acneiche e senescenti.

Cosa fare per favorire il continuo turnover cellulare? ESFOLIARE!

L’esfoliazione è il trattamento dermocosmetico che consiste nell’allontanamento delle cellule morte presenti a livello superficiale della cute, al fine di liberare gli strati sottostanti e conferire alla pelle un aspetto più luminoso e levigato.

Quando ricorrere all’esfoliazione?

Come già anticipato, il turnover cellulare che avviene giornalmente nelle pelli sane. Non avviene in caso di:

  1. Pelle acneica, la produzione eccessiva di sebo ostruisce i pori, tappa le cellule e non permette loro di desquamarsi naturalmente;
  2. Pelle senescente, l’epidermide subisce un assottigliamento e una perdita di elasticità a causa della non proliferazione delle cellule.

L’esfoliazione tramite scrub/peeling è la soluzione garantita dai professionisti del settore.

Rinnovare la pelle significa anche IDRATARE.

Per favorire giornalmente il rinnovamento cellulare, la pelle necessita di una costante ed equilibrata idratazione; essa dipende dalla presenza, negli strati sottostanti della pelle, di strutture in grado di trattenere il più possibile l’acqua a livello della cute e far si che non evapori.

Come possiamo mantenere costante il livello di idratazione nell’epidermide?

Bere molta acqua integrando l’alimentazione con molta frutta e verdura!

E’ anche importante adottare una buona skincare quotidiana, studiata per trattare nello specifico il tipo di pelle ed esigenza cutanea in quel preciso momento.

Se avete una pelle tendenzialmente mista, ma in questo periodo i prodotti che utilizzate abitualmente non vanno bene è perché la pelle ha subito un’alterazione che richiede di essere trattata diversamente.

Quindi rinnovamento significa anche sottoporre la nostra pelle al cambio di una beauty routine più soddisfacente e che soddisfi a pieno le esigenze cutanee.

Quando parliamo di pelle secca con rughette intorno alla zona del contorno occhi e nella zona T (fronte, mento, naso), parliamo di una pelle il cui film idrolipidico non trattiene a sufficienza l’idratazione, quindi con il cambio di umidità ambientale subisce una forte disidratazione. Nel trattamento dermocosmetico di una pelle disidratata si consiglia l’utilizzo di prodotti che vanno ad reintegrare la frazione lipofila del film idrolipidico, ripristinando così la funzione barriera della cute che, di conseguenza, aumenta l’idratazione cutanea superficiale .

Si tratta quindi di prodotti che fungono da pellicola protettiva sulla cute.

Pubblicato da Le tre B

Quanto vi prendete cura della vostra vita? Prendersi cura della propria persona è un po' come prendersi cura di un fiore, essa richiede dedizione pura, rispetto, consapevolezza e immenso amore. Le tre B nasce nel 2015 e continua a crescere come un grosso bagaglio attraverso cui la conoscenza, il sapere, lo studio, l'estrema curiosità sono in continua sinergia tra loro. Fino ad oggi il mio blog è diventato molto più di ciò che pensavo. Un'enciclopedia della Bellezza, del Benessere e dello stare Bene. L'autrice e fondatrice di Le tre B, è ancora qui. E questo solo grazie a voi!

Vai alla barra degli strumenti