Crea sito

Le salviette struccanti: come utilizzarle

Precedentemente nei miei articoli credo di avervi accennato, quando vi ho parlato di come depurare il viso, le salviette struccanti, ma senza mai soffermarmi su come utilizzarle! Molto spesso, si utilizzano in modo superficiale quando magari si torna tardi e non si ha voglia di struccarsi; è un’abitudine molto diffusa.

Partiamo dicendo che il loro utilizzo è semplicissimo, le trovi già inumidite all’interno di confezioni appositamente studiate per tirarne fuori una alla volta. Le salviette sono impregnate di acqua e tensioattivi che hanno la funzione di rimuovere il trucco e lo sporco dalla pelle. Se il trucco è piuttosto leggero, basta anche una sola salvietta, ma se è più elaborato di solito è preferibile utilizzarne due: con la prima passata si toglie “il grosso”, mentre con la seconda si rimuovono i residui. Come procedere? Il consiglio è sempre quello di passare prima la salvietta sulle parti meno truccate (ad esempio il viso, se hai messo una base leggera) per poi spostarti verso quelle che hanno più trucco (solitamente occhi e labbra).

I suoi vantaggi sono appunto la comodità, pratiche da portare anche fuori casa, durante un viaggio e inoltre in linea di massima il trucco viene via velocemente però questo dipende molto dalla qualità.

Le salviette struccanti nascono con l’intento di rendere più immediata la fase di rimozione del make up, ma ciò che bisogna capire è che non deve diventare un’abitudine! Utilizzarle quando, come ho già anticipato, per struccarvi velocemente quando siete stanche va benissimo, a patto che il giorno dopo vi puliate il viso come si dovrebbe. Perchè non ricorrere ad un utilizzo continuo?

Perchè sono piene di tensioattivi aggressivi per la pelle. Meglio rivolgervi a quelle che contengono sostanze naturali. Non è una scelta di poco conto se pensi che, non essendoci risciacquo, quelle sostanze rimangono sulla tua pelle per tutta la notte; inoltre non garantisce una vera e profonda pulizia del viso come potrai averla utilizzando latte detergente e tonico e, infine, un utilizzo continuato delle salviette struccanti porta spesso ad avere problemi di pelle. Quest’ultima, infatti, diventa molto più sensibile, si arrossa facilmente e spesso possono comparire sfoghi di diverso genere. Questo è in parte dovuto agli ingredienti aggressivi presenti nelle salviette, che come abbiamo già detto rimangono sulla pelle perché non vengono sciacquati via, ed in parte allo sfregamento continuo che si esercita durante il loro utilizzo.

Dunque utilizzarle va benissimo! Ma senza abusare!


 

Come rimuovere perfettamente lo smokey eyes

Lo smokey eyes è un trucco molto intenso che comporta delle difficoltà anche nel rimuoverlo. Soprattutto se realizzato con prodotti resistenti, come un eyeliner waterproof e quindi non sarà facile rimuoverlo rapidamente.

Fondamentale per rimuoverlo velocemente è l’utilizzo di un prodotto giusto, oltre l’utilizzo della tecnica giusta.

Vediamo come procedere: innanzitutto dovete acquistare un prodotto a base oleosa oppure se volete risparmiare, vanno benissimo anche gli oli vegetali ( olio di mandorle, olio di cocco); una volta scelto il prodotto giusto è importante capire come procedere. Ti serviranno dischetti in cotone che devi inumidire con lo struccante acquistato, ma prima di passarli sul viso uno alla volta, bagna il viso con l’acqua e a questo punto poggia il dischetto sugli occhi, attendi qualche secondo, facendolo aderire bene. L’olio, insieme all’acqua, ha il potere di sciogliere anche il trucco più pesante, proprio come quello dello smokey eyes! Passato il tempo, rimuovi il dischetto con un movimento lento e facendo leggera pressione sull’occhio, in modo da trascinare via il trucco. Il make up sulla palpebra superiore se ne sarà andato tutto: per eliminare anche quello tra le ciglia e sulla palpebra inferiore, basta utilizzare sempre lo stesso prodotto che hai scelto, ma stavolta su un bastoncino di cotone.

Pubblicato da Le tre B

Quanto vi prendete cura della vostra vita? Prendersi cura della propria persona è un po' come prendersi cura di un fiore, essa richiede dedizione pura, rispetto, consapevolezza e immenso amore. Le tre B nasce nel 2015 e continua a crescere come un grosso bagaglio attraverso cui la conoscenza, il sapere, lo studio, l'estrema curiosità sono in continua sinergia tra loro. Fino ad oggi il mio blog è diventato molto più di ciò che pensavo. Un'enciclopedia della Bellezza, del Benessere e dello stare Bene. L'autrice e fondatrice di Le tre B, è ancora qui. E questo solo grazie a voi!

Vai alla barra degli strumenti