Crea sito

Fanghi fai-da-te per gambe e glutei

Rimanendo in quel ‘preservare’ come tema del nostro argomento precedente, vi propongo un trattamento fanghi naturale pensato per prevenire i più comuni inestetismi cutanei quali cellulite e smagliature.


Si tratta di un trattamento per gambe e glutei ad alto potere elasticizzante e levigante al fine di rinvigorire la pelle apportando maggiore elasticità e tono.

Ovviamente questo trattamento è stato pensato in casi di adiposità non ancora del tutto pronunciata.
Lo si consiglia a chi l’inestetismo è causato da un afflosciamento del tessuto di sostegno con conseguente mancanza di tono muscolare.
O per chi il cosiddetto aspetto a buccia d’arancia è dipeso anche da una forte ritenzione idrica con successiva formazione naturale di grasso depositato.

È importante sapere che non basterà solo un trattamento per combatterla, ma è necessaria associare una sana alimentazione ricca di frutta, verdure e fibre, e un esercizio fisico regolare e costante. Senza dimenticare che bere molta acqua quotidianamente (1 litro e mezzo/2) vi aiuterà a ridurre la ritenzione idrica, facilitando l’eliminazione delle tossine.

Il nostro fango prevede l’utilizzo di un ingrediente dalle elevate prestazioni per la creazione di questa ricetta: l’argilla.

L’argilla è un vero alleato per contrastare l’effetto buccia d’arancia.

In particolare l’argilla grigia protagonista del nostro fango fai-da-te, è maggiormente indicata, in quanto l’alta concentrazione di silice contribuisce a drenare la pelle, quindi ad assorbire l’acqua dai tessuti corporei, a rimuovere le tossine, depurando così la pelle in profondità e stimolando i naturali processi di rigenerazione dei tessuti.

Ma non perdiamoci in chiacchiere!

INGREDIENTI

  • Argilla grigia;
  • Olio di mandorle dolci

PROCEDIMENTO

Mescolare 4/5 cucchiai da cucina di argilla grigia in polvere in una ciotola, aggiungendo a poco a poco l’acqua fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungere 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci e deporre il fango in frigorifero per 30 minuti al fine di renderlo compatto.

Applicare il fango sulla zona interessata quindi gambe, cosce e glutei e avvolgendo il tutto con uno strato di pellicola trasparente per un tempo di posa di 20 minuti. Una volta terminato il tempo, rimuovere la pellicola e sciacquare il tutto sotto la doccia con movimenti circolari, facendo l’ultimo passaggio con un getto di acqua fredda in quanto stimola la circolazione sanguigna. Il fango va applicato 1 volta alla settimana per un mese circa.

Come alternativa all’olio di mandorle, potreste utilizzare l’olio di cocco e l’olio di caffè.

Pubblicato da Le tre B

Quanto vi prendete cura della vostra vita? Prendersi cura della propria persona è un po' come prendersi cura di un fiore, essa richiede dedizione pura, rispetto, consapevolezza e immenso amore. Le tre B nasce nel 2015 e continua a crescere come un grosso bagaglio attraverso cui la conoscenza, il sapere, lo studio, l'estrema curiosità sono in continua sinergia tra loro. Fino ad oggi il mio blog è diventato molto più di ciò che pensavo. Un'enciclopedia della Bellezza, del Benessere e dello stare Bene. L'autrice e fondatrice di Le tre B, è ancora qui. E questo solo grazie a voi!

Vai alla barra degli strumenti