Crea sito

Dolci tisane: un caldo sollievo

Nella stagione fredda, la tisana torna di moda per il suo potere di riscaldare il corpo e rilassare la mente, trasformandosi in un gesto rituale che distende e può fare anche bene. A seconda delle erbe, una tazza colma e profumata può nascondere mille benefici che risolvono, o quanto meno alleviano, tanti malesseri quotidiani: esistono infatti miscele che aiutano la circolazione, favoriscono il sonno, attenuano lo stress, disintossicano l’organismo, aiutano la digestione, contrastano la cellulite, stimolano il sistema immunitario e contrastano le malattie. Per estrarre correttamente i principi attivi, è importante rispettare un adeguato metodo di preparazione che varia; solitamente la corteccia, le radici, le bacche, i semi e i rami richiedono una bollitura prolungata (decotto), mentre i fiori, le foglie, le gemme rilasciano le loro virtù con estrazioni più dolci, aggiunti in acqua già calda, per 5/10 minuti, ma a fuoco lento (infuso). Deve essere l’erborista di fiducia a consigliare il procedimento e il tempo corretto, ma anche personalizzare l’infuso in base alle esigenze specifiche.

Dato che si trattano di prodotti naturali, è importante scegliere quelli provenienti da coltivazione biologica perché garantiscono l’assenza di sostanze chimiche di sintesi, come concimi, insetticidi, pesticidi. Inutile farne grandi scorte: è molto meglio acquistare le tisane in piccole dosi, conservandola in barattoli di vetro scuro, al riparo dalla luce, in luogo fresco e asciutto, perché la temperatura e l’umidità possono degradare i componenti attivi o facilitare lo sviluppo di muffe e altri microrganismi. Stessa cosa vale anche nel caso in cui ci capita di non bere subito la tisana, quindi possiamo chiuderla in un recipiente ermetico e conservarla in frigo, ma solo per un giorno.

D’inverno, nella nostra dispensa, non possono mancare le erbe utili per tenere sotto controllo i tipici disturbi da raffreddamento. La malva e l’altea sono emollienti, l’issopo e il timo sono perfetti per liberare il naso e le vie respiratorie; la rosa canina, i fiori di tiglio, lo zenzero sono toccasana per le difese immunitarie; l’ortica, il carciofo, il finocchio e la betulla aiutano a depurarsi dopo le abbuffate delle feste. Per i momenti di relax, invece, il lemongrass, la cannella e i chiodi di garofalo sono favolosi dopo-pasto, mentre la melissa, la valeriana, il biancospino e la lavanda favoriscono un sonno ristoratore.

Per una serata piacevole con amici? Una tisana piacevole e confortante, con anice, semi di finocchio e radice di liquirizia, messi a bollire per 10 minuti prima del consumo in compagnia.

Approfondimenti*

Contro la tosse: 

INGREDIENTI PER UNA TAZZA: un rametto di timo, 1 cucchiaino di fiori di tiglio, 1 di fiori di malva e 1 di gemme di pino.

PREPARAZIONE: Portare l’acqua a ebollizione, spegnete e poi versate sulle erbe, messe in un contenitore; coprite, attendete 10 minuti, filtrate e addolcite con il miele se gradito.

IMPIEGO: due o tre tazze al giorno, da assumere in caso di tosse o catarro.

 

Pubblicato da Le tre B

Quanto vi prendete cura della vostra vita? Prendersi cura della propria persona è un po' come prendersi cura di un fiore, essa richiede dedizione pura, rispetto, consapevolezza e immenso amore. Le tre B nasce nel 2015 e continua a crescere come un grosso bagaglio attraverso cui la conoscenza, il sapere, lo studio, l'estrema curiosità sono in continua sinergia tra loro. Fino ad oggi il mio blog è diventato molto più di ciò che pensavo. Un'enciclopedia della Bellezza, del Benessere e dello stare Bene. L'autrice e fondatrice di Le tre B, è ancora qui. E questo solo grazie a voi!

Vai alla barra degli strumenti