Come capire la pelle dei bambini

Con questo argomento apriamo una sotto-categoria, anch’essa parte della cura e benessere della persona. Affronteremo il tema: pelle dei bambini, in quanto diversa dalla pelle di un adulto e con questo, anche tutti i vari prodotti da tenere in considerazione.

Come già anticipato, la pelle dei bambini è diversa da quella di un qualsiasi adulto in quanto più sottile e delicata, quindi agisce diversamente alle aggressioni esterne e deve essere protetta con trattamenti speciali.

Quando parliamo di strato di pelle più sottile vuol dire che qualsiasi sostanza chimica o agenti microbici, riesce a penetrare con più facilità; in questo caso si parla anche di raggi UV. La pelle dei bambini è più sensibile ai raggi UV per la bassa pigmentazione della pelle: i melanociti sono presenti, ma meno attivi.

Anche quando parliamo di adattarsi al cambiamento di temperatura, la pelle fa più “fatica” ad adattarsi in quanto l’apparato circolatorio non è ancora formato completamente.

Dato che lo strato cutaneo è più sottile, di conseguenza anche la funzione barriera è limitata, quindi tende e disidratarsi. Quando la pelle è più soggetta a secchezza si inizia a parlare di Dermatite Atopica che colpisce il 20% dei bambini o neonati.

La dermatite atopica è suddivisa in due fasi: la prima è una fase inattiva che prevede un periodo molto stressante per il neonato, ovvero pelle molto secca, screpolata, irritata con bisogno quotidiano di essere idratata. La seconda fase è una fase attiva in cui per calmare l’irritazione e il prurito, si passa all’utilizzo di farmaci. Chi viene colpito da questo problema è chi ha mancanza di importanti lipidi o fattori naturali, come gli amminoacidi. Di conseguenza la loro barriera risulta indebolita, aumenta la perdita di idratazione e sono inclini alla secchezza cutanea. Una funzione barriera danneggiata significa che le sostanze dannose possono penetrare e la pelle si infetta facilmente.

Quando cambia la pelle?

All’età di 6 anni la pelle di un bambino è come quella di un adulto.

Come prendersene cura? Cosa utilizzare?

Bisogna principalmente usare detergenti delicati e non alcalini perchè sono aggressivi sulla pelle, la disidratano.

 

Successivamente parleremo di prodotti nello specifico per combattere la dermatite atopica, per la protezione dai raggi UV. L’uso di detergenti e di quali usare nello specifico. Per il momento vi lascio con qualche conoscenza teorica da tenere sott’occhio!

 

Precedente Haute Beauté Teint. Carita Successivo Conifer. Latte detergente