Capelli: i 3 STEP da non sottovalutare!

E anche oggi parliamo di capelli…in particolare dei 3 step da non sottovalutare.

Come la pelle, anche i capelli necessitano di una beauty routine fondamentale per avere sempre un cuoio capelluto sano, ben deterso ed equilibrato; per avere dei capelli sani e belli da vedere quindi visibilmente luminosi, morbidi e corposi, è necessario prendersi cura della cute.

E’ da un cuoio capelluto sano che nasce un capello sano.

I 3 step sono: detergere, trattare e texturizzare

 

Detergere.

Di questi 3 step, dal primo seguono i 2 successivi perché per avere una piega perfetta e duratura è importante la scelta dei prodotti giusti, ma soprattutto dello shampoo, in quanto ha la funzione di agire sulla cute per detergere, rimuovendo lo sporco, le innumerevoli impurità che si depositano giornalmente sui capelli e il sebo in eccesso. In questo modo potremmo ottenere un effetto benefico per la salute dei capelli.

Quando un cuoio capelluto subisce delle alterazioni con conseguenti anomalie cutanee l’attenzione è amplificata; la scelta dello shampoo deve essere accompagnata da una consulenza esperta, mirata a rispondere alle esigenze della cute.

Ecco alcuni accorgimenti su come effettuare una corretta detersione cutanea:

  • bagnare bene i capelli prima con acqua calda;
  • distribuire lo shampoo, dopo averlo prima dosato nelle quantità sul palmo della mano, partendo dalle radici;
  • effettuare un massaggio delicato e circolare e successivamente, procedere verso le lunghezze senza sfregarle tra loro, perché questo movimento potrebbe danneggiare lo stelo del capello, indebolirlo con conseguente rottura del capello;
  • infine, risciacquare con acqua tiepida, rimuovendo accuratamente tutti i residui.

 

Trattare.

Il secondo step è il trattamento delle lunghezze. In questo caso si ricorre ad un Conditioner perché con l’azione condizionante agisce chiudendo le squame, sigilla le cuticole e agevola nella pettinabilità anche quando il capello è particolarmente fragile, secco, sfibrato, contrastando la rottura e la formazione delle doppie punte.

La maschera, invece, apporta maggiore nutrimento e riparazione in profondità, in quanto è formulata con un’alta concentrazione di principi attivi e per dare il tempo per una maggiore risoluzione, richiede un tempo di posa differente dal Conditioner. La maschera, essendo un trattamento più intenso, non deve essere utilizzata ad ogni lavaggio ma saltuariamente per non appesantire il capello.

 

Texturizzare.

Ultimo step che prepara il capello alla messa in piega. In questo step rientrano i prodotti con o senza risciacquo (creme, mousse, spray, latte) che facilitano la piega in caso di un capello crespo o ribelle grazie all’azione disciplinante e levigante; proteggono il capello dalle alte temperature e dall’attrito delle spazzole; apportano maggior lucentezza e controllo… insomma il loro compito è quello di donare texture al capello.

Di qui, si apre un vastissimo mondo di prodotti e se avete avuto modo di interfacciarvi con i grandi brand dell’haircare, avrete sicuramente visto le innumerevoli quantità di prodotti che offrono in base alla natura del capello, alla loro struttura e all’esigenza da soddisfare.

 

Precedente Trattamento rivitalizzante? Scopri lo sciroppo d'acero. Successivo La Primavera è la stagione del RINNOVAMENTO!