Samhain


Festività e Celebrezioni / martedì, Ottobre 30th, 2018

Samhain

Le origini di Samhain nascono nelle isole britanniche, dove i primi abitanti furono i Celti provenienti dall’Irlanda.

La tradizione fu portata negli Stati Uniti dagli emigrati che, spinti dalla terribile carestia dell’800 (Famen), emigrarono numerosi nella nuova terra ed infine approdò anche in Italia.

Quando terminava la stagione estiva e i pastori celti riportavano a valle le loro greggi per prepararsi all’arrivo dell’inverno, il cambiamento della stagione veniva celebrato con una festa, che iniziava il 31 Ottobre, fine dell’anno, e terminava il 1° Novembre, l’inizio del nuovo anno.

Questa festa chiamata Samhain, che in gaelico significa fine dell’estate ma, solo in virtù dei riti ad essa collegati, ha anche assunto il significato di riunione, raduno.

L’importanza data dai Celti a Samhain risiede nella concezione dell’universo e del tempo che aveva questo popolo. Da qui, la carica sfrenata dei festeggiamenti, dei travestimenti tra canti e balli.

Samhain aveva anche un altro significato.
I celti temevano che il 1°Novembre le forze degli spiriti potessero unirsi al mondo dei viventi, poteva allora accadere che i morti tornassero dall’aldilà per unirsi ai vivi e festeggiare con loro.

Poiché i Celti, come tanti altri antichi popoli, ritenevano che il giorno finisse all’ora del tramonto, facevano iniziare la festa la sera del 31 Ottobre

RITI E INVOCAZIONI
Samhain si celebra il 31 ottobre.
E’ diffusa la credenza secondo cui gli spiriti dei morti vaghino attraverso la terra per benedire o maledire i vivi.
Per placarli un antico rito prevedeva offerte di cibo e vino.
Poco importa se abbiamo agito con accortezza nelle nostre relazioni, quando muore qualcuno ci ritroviamo sovente con il fardello dei gesti incompiuti, delle parole che vorremmo aver pronunciato, dei sentimenti inespressi.

Samhain ci fornisce una meravigliosa opportunità per sancire la chiusura non solo con i trapassati, ma anche con quelle persone con cui per qualsiasi motivo non siamo più in contatto.

E’ il momento più propizio per guarire le ferite e per contemplare la nostra mortalità.

PREGHIERA

RITUALE

POTREBBE INTERESSARTI
La leggenda di Halloween