Crea sito

Riscopriamo il topinambur

Posted By deamadre on Set 19, 2018 |


topinambur

Il topinambur un tempo era coltivato per produrre tuberi commestibili sia per l’uomo sia per gli animali.

Oggi è assai diffuso nei terreni incolti e lungo le sponde dei fiumi e ci regala all’avvicinarsi dell’autunno, bellissime fioriture gialle, ricche di polline e nettare, molto utili agli insetti che, come le api, devono affrontare l’inverno.

Ultimamente il topinambur sta tornando di moda come coltura decorativa.

Le proprietà del topinambur sono eccellenti, quest’alimento vi può essere utile sempre in cucina; supera le banane per quanto riguarda le quantità di potassio.

Porta a numerosi benefici nei confronti della pressione sanguigna mantenendone i livelli bassi, alleato del cuore dunque e di tutto l’apparato circolatorio. È stato inoltre dimostrato che la farina ricavata da quest’ortaggio è un rimedio naturale contro la stitichezza.

Il topinambur è un alimento da mangiare con attenzione, un consumo smodato può, infatti, causare flatulenza, dovete quindi assumerlo in piccole quantità specialmente se il corpo non è abituato. Oltre a questo possono verificarsi casi di dissenteria, sempre legati al sovradosaggio dell’alimento qui presente.

In molti soggetti può scatenare crampi addominali, questo è sempre dovuto a quantità eccessive. Infine non dimenticatevi i casi di allergie alimentari o le possibili dermatiti, quest’ultime scatenate dal contatto con la pianta.

Occorre un po’ di attenzione e tutto sommato non vi sono grandi complicazioni se non siete allergici e ne fate un uso moderato.
Zuppa di topinambur e patate dolci (4 persone)
2 patate dolci tagliate a cubetti
1 porro affettato
1 cipolla tritata
6 topinambur pelati e tagliati a cubetti
2 cucchiaini di maggiorana tritata
750 ml di brodo di verdure
250 ml di latte vegetale
2 cucchiai di olio extravergine
1 confezione di panna vegetale per guarnire
Sale e pepe
Versate l’olio extravergine in una pentola di media grandezza e cuocete la cipolla e il porro fino ad ammorbidirli, unite le patate dolci e i topinambur.

Cuocete per dieci minuti mescolando il tutto, quindi versate il brodo, la maggiorana e regolate di sale e di pepe, proseguite la cottura per dieci – quindici minuti, fino a quando le verdure non saranno morbide.

Frullate la zuppa con un frullatore ad immersione, unendo il latte vegetale per regolarne la consistenza.

Servite decorando i piatti con la panna vegetale e il pepe nero.