Crea sito

Frutta e verdura

Posted By deamadre on Ago 3, 2018 |


Leggende e storia
Frutta e Verdura

LENTICCHIE
Lenticchie
Nella Bibbia si ricorda l’episodio di Esaù che allettato da un piatto di lenticchie, lo barattò in cambio della primogenitura con il fratello Giacobbe.

Reperti fossili del neolitico fanno risalire a epoche lontane l’origine delle lenticchie.
Al Museo del Louvre sono conservati dei semi ritrovati nelle tombe egizie della XII dinastia.

Le lenticchie sono un piatto tradizionale del Capodanno e indicano prosperità.

CAVOLI
CavoliIn un’opera di Plinio apparvero le prime informazioni su quest’ortaggio considerato sacro dalle popolazioni ioniche.

Ippocrate e Catone lo indicavano come elemento terapeutico contro tutti i mali, persino la peste; i soldati romani si curavano ferite e piaghe applicandovi sopra le foglie.

Oggi il succo di cavolo, per le sue qualità sgrassanti, è utilizzato in alcuni prodotti di bellezza.

FAVE
FavePare che la fava sia originaria dell’Algeria, dove è tuttora coltivata su vasta estensione.

Omero e Virgilio ci hanno lasciato notizie interessanti sul modo di cuocerle, sul valore nutritivo e sui vari sistemi di essicazione.

Le fave furono importate dai legionari romani durante le guerre d’Africa.

PATATE
PatateDi origine peruviana, la patata si è diffusa in Equador, Cile e in seguito in Messico.

Fu importata in Europa nel 1570 e, dopo qualche anno, giunse in Italia, omaggio del re di Spagna al Papa.

Uno dei trattati più celebri della letteratura gastronomica sulla patata si deve a monsignor Corrado di Napoli, in un libro del 1600.

Erroneamente si pensò che l’importazione della patata fosse dovuta a Francis Drake, al quale i tedeschi innalzarono un monumento nella zona di Baden, abbattuto poi dai nazisti durante la seconda guerra mondiale.

FAGIOLI
FagioliPrima dello sbarco di Colombo in America, nel continente si mangiava già questo legume; lo testimoniano le scoperte di alcuni fossili ritrovati vicino a Lima.

I primi europei che descrissero i fagioli furono i botanici Fuchs e Tragus nel 1542.

Nel 1909 il botanico Comes catalogò cinquecento diversi tipi di fagioli.

Nelle leggende si racconta che il fagiolo porti fortuna, e inoltre doni immortalità, tant’è che alcuni fagioli trovati nelle tombe egizie riuscirono a germogliare dopo millenni passati nelle piramidi.

Le matrone romane portavano al collo collane di fagioli convinte di conquistare così ricchezza e amore.

POMODORI
PomodoriTroviamo, in Italia, le virtù del pomodoro in un libro di medicina scritto dal dottor Mattioli nel 1586.

L’origine si fa risalire all’America e l’importazione ai navigatori da Colombo in poi.

L’importanza assunta nella cucina è testimoniata dalle innumerevoli preparazioni a base di pomodoro.

ARANCE
AranceFurono i romani a scoprire le proprietà degli agrumi e in particola quelle delle arance e dei limoni, durante le conquiste mediorientali.

intorno all’anno Mille gli alberi furono trapiantati nel nostro paese.

C’è invece chi colloca la loro nascita in Cina, poi trasportate nelle Americhe attraverso il Pacifico e l’India, da dove appunto si diffusero nel Medio Oriente.